lunedì 3 marzo 2014

Tav: sigilli baita, 4 mesi a Grillo

(ANSA) - TORINO, 3 MAR - Il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, è stato condannato a 4 mesi per violazione di sigilli. Stessa condanna è stata inflitta ad Alberto Perino, carismatico leader del Movimento che si oppone alla Torino-Lione. Questa la decisione del giudice monocratico Elena Rocci di Torino, che per la vicenda della baita No Tav di Chiomonte. La procura aveva chiesto nove mesi per entrambi.

"Viviamo in un clima di caccia alle streghe", commenta Perino.

Proteste in aula alla lettura della sentenza.

300x250 Offerta Spagna

Tensione sempre più alta in Ucraina, con l'avanzamento dell'occupazione russa in Crimea

(ANSA) - ROMA, 3 MAR - Tensione sempre più alta in Ucraina, con l'avanzamento dell'occupazione russa in Crimea. Kiev parla di disastro imminente, il G7 condanna Mosca e sospende i preparativi per il G8 a Sochi, mentre Kerry si spinge ad affermare che la Russia rischia il suo posto tra i Grandi otto.

Oggi incontro tra Putin e la Timoshenko; la Ashton sarà a Kiev; a Bruxelles Consiglio degli Esteri Ue.

Ucraina: esplosione udita a Simferopoli

(ANSA) - ROMA, 3 MAR - Un'esplosione più forte, seguita da un meno intensa, è stata udita nell'area di Simferopoli, capitale della Crimea presa ormai sotto controllo dalle forze russe e filo-russe. Lo riferisce la Bbc, in mancanza di dettagli. Il sito di Ukrainska Pravda, da parte sua, sostiene che militari russi avrebbero fatto esplodere granate assordanti completando la requisizione di edifici della base militare ucraina presso l'aeroporto di Belbek, incluso un deposito di munizioni.

Corea Nord, lancio missili corto raggio

(ANSA) - TOKYO, 3 MAR - La Corea del Nord ha lanciato due missili a corto raggio dalla costa orientale nel mar del Giappone. I missili sono stati lanciati dalla zona di Gitdaeryeong e da Wonsan, sulla costa orientale, a partire dalle 6:19 ora locale (le 22:19 di ieri in Italia). "Si ritiene che i vettori usati abbiano una copertura fino a 500 chilometri", secondo un funzionario del ministero della Difesa sudcoreano citato in forma anonima dalla Yonhap.

Cinema - Oscar: 'La grande bellezza' miglior film straniero. Sorrentino ringrazia Fellini e Maradona

"La grande bellezza" di Paolo Sorrentino ha vinto l'Oscar per il miglior film straniero. "Grazie alle mie fonti di ispirazione Federico Fellini, Martin Scorsese, Diego Armando Maradona, a Roma, a Napoli e alla mia più grande bellezza personale, Daniela, Anna e Carlo". Queste le prime parole di Paolo Sorrentino sul palco del Dolby Teathre dopo aver ricevuto l'Oscar per "La Grande Bellezza".
L'Oscar torna in Italia dopo 15 anni. L'ultimo ad aver conquistato la statuetta era stato Roberto Benigni con "La vita è bella" nel 1999. Ad annunciare la vittoria della "Grande Bellezza" sono stati Ewan McGregor e Viola Dacis. Sorrentino ha ricevuto il premio insieme a un entusiasta Toni Servillo e il produttore Nicola Giuliano.
Il neoministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ha chiamato al telefono Sorrentino per esprimergli "gioia e ringraziamenti". "Al risveglio - ha scritto su Twitter - sarà per l'Italia un'iniezione di fiducia in se stessa. Viva Sorrentino, viva il cinema italiano! Quando il nostro Paese crede nei suoi talenti e nella sua creatività, torna finalmente a vincere".
Il vero vincitore dell'86/ma edizione degli Oscar è però Gravity di Alfonso Cuaròn che si porta a casa ben 7 statuette su 10 nomination, tra cui anche regia e montaggio. Miglior film, però, è 12 anni schiavo. Miglior attore protagonista Mattew McConaughey, miglior attrice Cate Blanchett
ansa