venerdì 21 aprile 2017

Turismo: borghi protagonisti della 21/a Borsa città d'arte


 L'Italia dei piccoli paesi. Sarà questo, nell'anno ufficiale dei Borghi Italiani, il tema della 21/a Borsa del turismo delle 100 Città d'Arte, a Bologna dal 19 al 21 maggio. A Palazzo Isolani arriveranno settanta tour operator provenienti da 35 Paesi: oltre alle conferme da Cina, Emirati Arabi, Giappone, Stati Uniti, Europa e Australia, saranno presenti per la prima vola operatori argentini, lituani, ucraini e uzbeki. In programma 8 educational tour - sei in Emilia-Romagna, uno in Veneto e uno in Umbria - e un ricco calendario tra workshop di incontro tra domanda e offerta con quasi 400 seller presenti, e seminari, compreso quello dedicato proprio all'Anno dei Borghi, il 18 maggio alla Pinacoteca Nazionale. 

"Ringrazio la Confesercenti dell'Emilia-Romagna - ha detto l'assessore al Turismo dell'Emilia-Romagna, Andrea Corsini - che ha raccolto l'input a dedicare la Borsa 2017 ai borghi e concentrare la propria attività di workshop a questo aspetto meno conosciuto anche dell'Emilia-Romagna. Il 2017 è l'anno dei Borghi come il 2016 era stato quello dei cammini. Turismo e cultura sono driver per lo sviluppo economico di questa regione e per valorizzare i territori. Pasqua è stato un weekend straordinario, erano oltre dieci anni che non faceva numeri così importanti". 

Tra i momenti attesi della Borsa - promossa da Confesercenti Emilia-Romagna, col sostegno di Enit, Regione Emilia-Romagna, Apt Servizi Emilia-Romagna, Comune e Cciaa di Bologna, UniCredit e Assicoop dell'Emilia Romagna e con il patrocinio, fra gli altri, del MiBact e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - anche una cena di gala per gli operatori, venerdì 19 maggio, a cura del Comune di Parma, Città Creativa Unesco della Gastronomia. 

Dalla sua prima edizione sono stati quasi 2.000 i tour operator che hanno partecipato alla Borsa provenienti da ogni parte del mondo e circa 8.000 i seller da tutta Italia, che hanno dato vita a più di 52mila contatti commerciali, per un valore d'affari stimato in oltre 21 milioni. (ANSA).

Nessun commento: