sabato 1 aprile 2017

Accoltellamento a Gerusalemme, 3 feriti

(ANSA) - ROMA, 1 APR - Tre persone, tra cui un poliziotto, sono rimaste ferite in un sospetto accoltellamento nella Città Vecchia di Gerusalemme oggi pomeriggio. Il presunto aggressore, un palestinese 17enne, è stato ucciso dalle forze dell'ordine.
    Lo ha riferito la polizia israeliana, come riporta Haaretz.
    Secondo la ricostruzione, il sospetto assalitore ha accoltellato due civili e poi è fuggito, cercando di nascondersi in un edificio residenziale. Ma è stato trovato dalla polizia, e nella colluttazione, ha ferito anche un agente, mentre un altro agente gli ha sparato, uccidendolo. I tre feriti, in modo leggero, sono stati medicati in ospedale.

Egitto: bomba in Delta Nilo, 16 feriti

(ANSA) - ROMA, 1 APR - E' di almeno 16 feriti, tra cui 13 poliziotti di leva e tre civili, il bilancio dell'esplosione di una bomba a Tanta, città nel Delta del Nilo a nord del Cairo.
    L'attacco è avvenuto nelle vicinanze di un centro di addestramento della polizia, ha reso noto il ministero dell'Interno, stando al quotidiano filogovernativo Al Ahram sul suo sito. "La bomba si trovava in un motorino parcheggiato vicino al centro e l'area è stata chiusa dalle forze della sicurezza", ha proseguito il ministero in una nota. Tutte le persone ferite sono state ricoverate, ma solo cinque versano in condizioni critiche, ha reso noto il dicastero della Salute. Finora nessuna sigla terrorista ha rivendicato l'attacco.

Tv, 'ucciso in raid vice di al Baghdadi'

(ANSA) - BAGHDAD, 1 APR - La televisione di Stato irachena ha detto oggi che l'uomo considerato il 'numero due' dell'Isis, Ayad Hamid al Jumaili, è stato ucciso in un raid dell'aviazione irachena al confine con la Siria. L'emittente cita come fonte la direzione dei servizi di Intelligence dell'esercito. Ma per ora non vi sono conferme da parte della Coalizione internazionale a guida Usa. In passato fonti ministeriali e media iracheni hanno diffuso più volte notizie poi rivelatesi infondate sulla morte di alti dirigenti dell'Isis, tra cui quella del suo capo, Abu Bakr al Baghdadi. Secondo un comunicato dei servizi di Intelligence citato dalla televisione, Al Jumaili, conosciuto anche come Abu Yahya, sarebbe stato ucciso in un raid ad Al Qaim, nella provincia occidentale di Al Anbar. Nello stesso attacco sarebbero stato ucciso anche Turki Jamal al Dulaimi, comandante militare dello Stato islamico ad Al Qaim.

'Bastiglia per la gola', pesce d'aprile

(ANSA) - ROMA, 1 APR - "Une Bastille pour la gorge?". "Una Bastiglia per la gola?". Così gli utenti del metro di Parigi hanno visto stamattina cambiare il nome della stazione di place de la Bastille. Ma è un Pesce d'Aprile, ideato dalla società di trasporti della capitale, Ratp, che si è divertita a modificare i nomi di undici fermate della metropolitana.
    Ne dà notizia la stessa Ratp sul proprio sito, invitando i passeggeri a inventare altri giochi di parole sui nomi delle stazioni e a pubblicarli sui social network con l'hashtag #StationdAvril, Stazione d'Aprile. I più originali saranno premiati e stampati su una felpa.

Iraq: '100 dell'Isis uccisi in raid'

(ANSA) - BAGHDAD, 1 APR - Fonti militari irachene hanno affermato che almeno cento jihadisti dell'Isis, tra i quali alcuni dirigenti, sono stati uccisi in raid aerei avvenuti in una località 120 chilometri a ovest di Mosul vicino al confine con la Siria.
    La direzione per i servizi di intelligence militare hanno precisato che i bombardamenti sono stati compiuti ieri sera nella località di Baaj. Ma non viene precisato se gli aerei che li hanno effettuati fossero iracheni o della Coalizione internazionale anti-Isis a guida americana. Nel comunicato si afferma che gli attacchi sono avvenuti "sulla base di precise informazioni fornite dai servizi di intelligence" iracheni. Fonti governative affermano che i miliziani presi di mira provenivano dalla Siria, il che lascia pensare che le forze dello Stato islamico possano ancora muoversi con una certa libertà tra questo Paese e l'Iraq.

Bangladesh:modella Maldive trovata morta

Una modella e studentessa di medicina originaria delle Maldive è stata ritrovata morta nella sua camera del dormitorio studentesco in Bangladesh, apparentemente suicida, ma non mancano i dubbi. Il Sun riferisce che il corpo della 21enne Raudha Athif, al secondo anno all'Islami Bank Medical College di Rajshahi, è stato trovato dalle compagne mercoledì scorso intorno a mezzanotte. La sua camera era chiusa dall'interno e le ragazze hanno forzato la porta. Gli inquirenti ipotizzano un suicidio, ma vogliono attendere l'esito dell'autopsia. Sul corpo non compaiono ferite se non nel collo.
    Tuttavia, la sovrintendente dell'ostello, Mahmuda Begum, ha spiegato che la ragazza "sembrava sempre felice" e che quindi l'ipotesi del suicidio è difficile da credere. Raudha Athif era diventata una star sul web nel 2014 per i suoi intensi occhi azzurri che le erano valsi il soprannome di "ragazza maldiviana dagli occhi color mare". L'anno scorso era apparsa nella copertina di Vogue India.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Colombia: almeno 92 morti per le frane Lo scrive la Bbc, oltre 200 feriti, incerto numero di dispersi

Si contano almeno 92 morti e oltre 200 feriti per il maltempo e le frane che hanno colpito il sudovest della Colombia. Lo riferisce la Croce Rossa, stando alla Bbc online, aggiungendo che al momento non è chiaro quanti siano i dispersi. Le intense piogge delle scorse ore hanno causato lo straripamento dei fiumi che hanno invaso le abitazioni con il fango nella provincia di Putumayo. Il presidente Juan Manuel Santos ha ordinato il dispiegamento delle forze armate per rispondere all'emergenza.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

I leader delle Chiese: “Solo un’Europa unita garantisce la pace”

Vatican Insider
(Maria Teresa Pontara Pederiva) L’hanno affermato in una dichiarazione congiunta il cardinale Reinhard Marx da parte cattolica e il vescovo luterano Christopher Hill al termine del colloquio con J. C. Juncker. Le Chiese d’Europa credono più che mai nel progetto europeo e ritengono che un cammino comune fondato su valori condivisi sia l’unica strada percorribile per garantire al continente un futuro di pace. L’hanno ribadito oggi il vescovo luterano Christopher Hill e il cardinal Reinhard Marx 

Cina Xinjiang, proibite barbe, velo islamico, cerimonie religiose

AsiaNews 
La legge è in vigore da oggi. Matrimoni e funerali religiosi, questioni di testamenti ed eredità considerate espressioni di “estremismo religioso”. La legge dà parvenza legale a quanto già è attuato come direttiva del Partito. La lotta anti-terrorismo lede i diritti umani e la libertà religiosa: i giovani non possono digiunare nel Ramadan; non possono andare in moschea prima dei 18 anni; i predicatori devono sottomettere le loro prediche al governo per l’approvazione. 

Vaticano Santuari e devozione popolare per la nuova evangelizzazione

Vatican Insider 
(Andrea Tornielli) La decisione di Francesco di trasferire le competenze sui santuari al dicastero per la nuova evangelizzazione valorizza la pietà e la fede dei semplici. Aspettando le decisioni su Medjugorje -- È stato un fiume carsico per decenni, guardato talvolta con compatimento o altezzosità da certi teologi à-la-page per i quali la devozione e la pietà popolari erano pratiche tipiche di una fede primitiva, troppo “bambina”, poco consapevole.

Vaticano Paglia: Wojtyla e Bergoglio figli del Concilio, pastori del popolo


Radio Vaticana 

Il 2 aprile di 12 anni fa, tornava alla Casa del Padre San Giovanni Paolo II. Si concludeva così uno dei Pontificati più lunghi e straordinari nella storia della Chiesa. La memoria di Karol Wojtyla è oggi quanto mai viva tra i fedeli che, in tanti aspetti, trovano una consonanza tra il Papa “venuto da un Paese lontano” e quello “venuto quasi dalla fine del mondo”. Alessandro Gisotti ha chiesto una riflessione a mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita e Gran Cancelliere del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II 

Egitto Logo del Viaje del Papa Francisco a Egipto: “Un Pontífice de paz en un País de paz”


Revista Ecclesia
“El Papa de paz en Egipto de paz”, es el lema que acompañará el Viaje Apostólico del Papa Francisco en Egipto, en programa del 28 al 29 de abril próximo. Asimismo, la Iglesia católica egipcia ha dado a conocer el logo de la Visita del Santo Padre. El logo de este Viaje presenta tres elementos principales: Egipto, el Papa y la paz que se encuentran también presentes en el lema de la Visita. 

Italia Intervista al vescovo di Carpi alla vigilia della visita del Pontefice. Tre Papi in trent’anni


L'Osservatore Romano
(Gaetano Vallini) «La presenza del Pontefice rappresenta un dono immenso per la diocesi di Carpi e la nostra terra. E manifesta, una volta di più, la sua attenzione per le periferie. La Chiesa di Carpi, infatti, non ha grandi meriti da presentare eppure Papa Francesco l’ha scelta per compiere una delle sue visite pastorali». Il vescovo Francesco Cavina commenta così la decisione del Pontefice di recarsi nella diocesi emiliana epicentro del terremoto del maggio 2012. Il sisma provocò 27 vittime, migliaia di sfollati, radendo al suolo case, aziende, scuole, chiese, monumenti. La ricostruzione non è ancora finita.

Vaticano Nell’anniversario dell’enciclica di Paolo VI sullo sviluppo dei popoli. Una bussola per il mondo


L'Osservatore Romano 

Populorum progressio. Le radici francesi, ma anche le ramificazioni italiane, dell’enciclica di Paolo VI sullo sviluppo dei popoli sono rievocate nella testimonianza di Giuseppe De Rita che apre una nuova edizione del testo (Roma, Castelvecchi, 2017, pagine 95, euro 12,50), definito dal sociologo «la più bella enciclica dell’ultimo secolo». Dal libro pubblichiamo stralci dal saggio introduttivo.
(Michele Dau) Perché rileggere oggi l’enciclica Populorum progressio? Dopo mezzo secolo dall’uscita del documento, in un mondo profondamente diverso? È solo un esercizio storico rituale, la celebrazione dovuta a quello che, comunque, è considerato uno degli atti più rilevanti del pontificato di Paolo VI e dell’intero magistero sociale della Chiesa?

Al Pontificio collegio spagnolo Francesco chiede di coltivare uno spirito di povertà ed evitare il carrierismo ecclesiastico. Disposti a vendere la camicia

L'Osservatore Romano
L’invito a evitare «il carrierismo ecclesiastico», che «è una peste», e a soccorrere chi è nel bisogno essendo persino «disposti a vendere la camicia» è stato rivolto dal Papa alla comunità del Pontificio collegio spagnolo in Roma, ricevuta in udienza sabato mattina, 1° aprile, nella Sala Clementina.
Cari fratelli e sorelle,
Desidero far giungere il mio saluto a tutta la comunità del Pontificio Collegio Spagnolo di San Giuseppe e ringraziare il signor Cardinale Ricardo Blásquez Pérez per le cordiali parole che, come Patrono del Collegio, mi ha rivolto a nome di tutti, in questa commemorazione. Rendo grazie a Dio per la bella opera che istituì il beato Manuel Domingo y Sol, fondatore della Fraternità dei Sacerdoti Operai Diocesani del Sacro Cuore di Gesù, e per il lavoro svolto in tutti questi anni.

Messico Crimen de 17 curas rebasa a gobierno

El Universal
El asesinato de 17 sacerdotes en lo que va del sexenio es un signo de que prevalece en el país una situación de violencia “desmedida”, la cual rebasa a los gobiernos federal y estatal, así como a las organizaciones de seguridad, afirmó Omar Sotelo, director del Centro Católico Multimedial (CCM). En entrevista con EL UNIVERSAL, el presbítero comentó que con la muerte de Felipe Altamirano Carrillo, cura indígena de la prelatura del Nayar, en Nayarit, suman 17 crímenes contra sacerdotes en lo que va de la actual administración, cifra que iguala el total de asesinatos que se registraron durante todo el sexenio de Felipe Calderón, que al final de su gobierno sumó 17 víctimas religiosas.

Le Chiese in Svizzera: “Terra fonte di vita, non di profitto”

Vatican Insider
(Maria Teresa Pontara Pederiva) Le organizzazioni di cooperazione internazionale cattolica ed evangelica hanno avviato la campagna ecumenica di sensibilizzazione e denuncia dal titolo «Pianeta in svendita». Il fenomeno è oggi conosciuto con l’espressione inglese “Land grabbing”, l’accaparramento delle terre che priva i contadini dei terreni a coltivare, spesso solo per sopravvivere. Si contano a milioni le persone nel mondo che assistono oggi impotenti alla riduzione dei campi da coltivare e dell’affievolirsi della speranza di vita

NEL 2016 900MILA LICENZIAMENTI +5,7%, CALANO LE DIMISSIONI

A 1,2 MLN (-17,1%). NEL QUARTO TRIMESTRE +3,7% E -18,8% Aumentano i licenziamenti, diminuiscono le dimissioni. Nel 2016 quasi 900mila licenziamenti, considerando tutte le fattispecie, in crescita del 5,7% sul 2015. Le dimissioni sono state invece oltre 1,2mln, in calo del 17,1%. E' quanto si rileva dagli ultimi dati del Sistema delle comunicazioni obbligatorie (ancora suscettibili di qualche revisione) del ministero del Lavoro. Un lavoratore può essere interessato da più di un evento. Nel quarto trimestre i licenziamenti sono stati 259.968 (+3,7%), le cessazioni per dimissione sono scese a 318.146(-18,8%).
ansa

RASATA DALLA MADRE: BOLDRINI, MAI SOPRAFFAZIONE

LE DUE SORELLE DELLA RAGAZZINA RESTANO ANCORA IN FAMIGLIA "Sto dalla parte delle ragazze e delle donne sempre. Ogni forma di sopraffazione va rifiutata sempre". Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, sul caso della 14enne del Bangladesh rasata dalla madre per essersi opposta all'imposizione del velo. "In Italia - ha detto - c'è libertà religiosa ma questo non giustifica in alcun modo atti che vanno contro le donne e le ragazze. Nessun atto di forza va giustificato". Le due sorelle della ragazzina sono ancora con i genitori. Il ricorso della Procura per i Minorenni di Bologna riguarda tutte le minori, ma il collocamento al di fuori della famiglia di origine è stato fatto solo per la ragazzina vittima dell'atto. 
ansa

DEF, SI STUDIA TAGLIO 3 ANNI CUNEO SOLO UNDER 35 PRIMO LAVORO

VERSO ALTRI 1,2 MILIARDI RISORSE PER CONTRATTI STATALI Il Governo studia il taglio dei contributi previdenziali per i neoassunti a tempo indeterminato, limitato agli under 35 che entrano nel mercato del lavoro e quindi solo per il primo impiego stabile. Lo spiegano tecnici vicini al dossier Def per il 2018. Una dote di 3 anni di taglio contributivo che spetta al giovane per il primo contratto a tempo indeterminato. Il taglio dei contributi previdenziali limitato ai giovani e al primo impiego dovrebbe costare meno di un miliardo. Nel Def potrebbe comparire la cifra per il rinnovo del contratto degli statali: altri 1,2 miliardi potrebbero fare capolino, come differenziale tra quel che c'è e quel che deve essere messo in budget. 
ansa

SPERANZA: UNA LEGGE ELETTORALE CHE EVITI PARLAMENTO DI SERVI

BERSANI, GOVERNO ARRIVI A 2018 MA ASCOLTI NOSTRI SUGGERIMENTI 'No ad un Parlamento di servi, Sì ad una legge elettorale che consenta di superare i nominati nelle segrete stanze di Roma'. Il messaggio arriva da Roberto Speranza alla prima assemblea nazionale dei comitati di Articolo 1-Mdp. Critiche al Pd, definito 'partito personale e pigliatutto', destinato secondo Speranza ad allearsi presto con Berlusconi. Ed in vista del Def, si sollecita il governo perché si rimetta al centro la questione sociale, evitando misure che alimentino le tensioni. Bersani: il Governo arrivi al 2018 ma ascolti i nostri suggerimenti. 
ansa

PAPA: 'IL CARRIERISMO E' LA VERA PESTE DELLA CHIESA'

PARLANDO DEL CLERO, 'IL DIAVOLO ENTRA SEMPRE DALLE TASCHE' "Fuggite dal carrierismo: è la vera peste della Chiesa!". Così, aggiungendo alcune parole a braccio al suo discorso in spagnolo, papa Francesco si è rivolto oggi alla comunità del Pontificio Collegio Spagnolo San Jose di Roma, ricevuta in udienza nella sala Clementina in occasione dei 125 anni dalla fondazione. "Il diavolo entra sempre dalle tasche", ha aggiunto il Pontefice nel suo discorso, incentrato sulla formazione del clero. 
ansa

TAP: SOSPESI I LAVORI, I CAMION TORNANO INDIETRO

 MANIFESTANTI SI ERANO OPPOSTI A RIPRESA ESPIANTO ULIVI E' stata raggiunta una mediazione tra i No Tap e la multinazionale che sta realizzando l'approdo del gasdotto a Melendugno. La società ha annunciato la sospensione dei lavori per oggi e i tre camion che erano bloccati a 30 metri dal sito di stoccaggio degli ulivi di Masseria del Capitano, stanno tornando indietro come chiesto dai manifestanti. I mezzi, con il carico di ulivi espiantati, stanno ritornando verso il sito di San Basilio dove è avvenuta l'eradicazione, scortati dai cittadini. Dopo due giorni di stop, erano ripresi a sorpresa nel cantiere Tap a San Foca i lavori di eradicazione degli ulivi. 
ansa

Tempo: previsioni per i prossimi giorni

3bmeteo.com comunica le previsioni del tempo sull'Italia per i prossimi giorni. DOMENICA 2 APRILE Al Nord peggiora ad ovest con piogge specie su Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta, altrove nuvolosità variabile e asciutto. Temperature in calo a ovest, massime tra 14 e 19. Al Centro instabile su Sardegna, Tirreniche e interne appenniniche con piogge intermittenti. Parzialmente nuvoloso sulle Adriatiche. Temperature in calo, massime tra 13 e 18. Al Sud piogge e temporali sparsi sulla Sicilia, in estensione nel pomeriggio a Campania e Calabria; in serata piogge sino in Puglia. Temperature in calo, massime tra 17 e 20. LUNEDI' 3 APRILE Al Nord migliora con ampie schiarite e tempo in prevalenza soleggiato, note instabili pomeridiane sulle Alpi orientali. Temperature in rialzo, massime tra 20 e 23. Al Centro variabile su basso Lazio e Abruzzo con piogge sparse, altrove prevale il sole con annuvolamenti diurni in Appennino. Temperature in aumento sulla Toscana, massime tra 14 e 19. Al Sud spiccata variabilità associata a rovesci e temporali intermittenti, tendenza in serata a parziale miglioramento. Temperature in lieve calo, massime tra 14 e 17. MARTEDI' 4 APRILE Al Nord avvio soleggiato, peggiora nel pomeriggio sul Nord Est e la sera in Val Padana con rovesci sparsi. Temperature in lieve calo, massime tra 18 e 21. Al Centro avvio soleggiato, nel pomeriggio instabilità anche diffusa su settori interni e dorsale appenninica, peggiora la sera su regioni adriatiche. Temperature stabili, massime tra 16 e 21. Al Sud persiste della variabilità con rovesci sparsi, più diffusi su Ionio e Adriatico e, durante le ore centrali, sui rilievi. Temperature stabili, massime tra 14 e 17. (ANSA)

Autismo, 90% malati non ha mai lavorato e vive con genitori


(di Manuela Correra) (ANSA) - ROMA, 1 APR - Non solo bambini autistici. Sono infatti tanti anche i ragazzi e gli adulti affetti da tale patologia e per loro i problemi, per vari aspetti, sono ancora più complessi. Tanto che oltre il 90% delle persone con autismo non ha mai lavorato e vive prevalentemente con i genitori. A puntare i riflettori sul meno noto mondo dell''autismo adulto' sono gli esperti alla vigilia della Giornata mondiale per la consapevolezza sull'autismo, in occasione della quale, domani, oltre 150 iniziative si svolgeranno in Italia, con convegni nelle scuole ed i principali monumenti che si coloreranno di blu, il colore scelto dall'Onu per indicare questa patologia. 


Ancora senza una cura, l'autismo colpisce in Italia tra le 300mila e le 500mila persone. Ma per i soggetti adulti, denunciano genitori e psicologi, spesso le situazioni di solitudine e carente assistenza sono particolarmente gravi. Infatti, "più del 90% delle persone con autismo non ha mai lavorato, vive prevalentemente con i genitori e con una mancanza quasi totale di risorse esterne", afferma Nicoletta Aliberti, responsabile Neuropsichiatria infantile del Gruppo Sanitario INI (Istituto Neurotraumatologico Italiano) ed anche responsabile del Servizio semiresidenziale per il Trattamento precoce dell'Autismo presso il Centro Villa Alba di Veroli, servizio nato dalla collaborazione tra pubblico, Asl di Frosinone e privato. Le associazioni di famiglie, sottolinea, "denunciano che, al di là della riabilitazione dei primi anni, mancano programmi per l'integrazione nella comunità, la cura della salute, l'educazione sociale ed alla sessualità. Esperienze nazionali ed internazionali mettono in luce l'enorme difficoltà di queste persone ad immettersi in un contesto sociale normale". Un esempio positivo, in tal senso, è proprio il centro di Veroli: "Il nostro servizio, accreditato con la Regione Lazio - spiega Aliberti - individua come priorità la definizione di percorsi terapeutici in età precoce e lavora per il recupero sociale nella prospettiva della migliore integrazione possibile e del potenziamento delle autonomie personali. Fondamentale, quindi, anche considerare il lavoro interno alla struttura come un allenamento direttamente collegato con la realtà esterna". 



Proprio per dare un aiuto concreto alle persone con autismo, in occasione della Giornata mondiale partirà anche la campagna di raccolta fondi #sfidAutismo17 promossa da Fondazione Italiana Autismo, a cui sarà possibile partecipare inviando, fino all'8 maggio, un sms solidale al 45541. La campagna sarà promossa durante le partite di Coppa Italia Tim Cup e lo spot che invita a donare sarà diffuso negli aeroporti e sulle reti Rai.(ANSA).

Autismo: colpiti 500.000 italiani, aumento nel mondo


(ANSA) - ROMA, 1 APR - E' una malattia per alcuni versi ancora 'misteriosa' e per la quale non esiste al momento una cura: l'autismo colpisce, solo in Italia, tra le 300 e le 500mila persone ma i casi sono in aumento a livello mondiale. I cosiddetti disturbi dello spettro autistico sono un gruppo complesso di disturbi dello sviluppo cerebrale. Questo termine, spiega l'Istituto superiore di sanità, raggruppa condizioni come l'autismo e la sindrome di Asperger, disturbi caratterizzati da difficoltà nell'interazione e nella comunicazione sociale e da interessi e attività limitati e ripetitivi. Incerto il numero delle persone affette: recenti stime indicano 62 casi per 10.000, il che significa che un bambino su 160 ha un disturbo dello spettro autistico. Secondo altri studi, però, i tassi sarebbero più elevati. Negli Usa il numero sale a 3,5 mln, nel mondo si arriverebbe a 60 mln di persone affette. Gli esperti sono concordi nel sostenere che negli ultimi 35 anni il numero dei casi è impennato ovunque, anche per la migliorata capacità di diagnosticare la malattia. 

Nelle persone affette, il grado di abilità intellettiva è variabile e spazia da una compromissione grave ad abilità cognitive non verbali superiori alla norma. È difficile individuare prima dei 12 mesi di età la presenza della malattia, mentre la diagnosi è in genere possibile entro i 2 anni di età. Le manifestazioni all'esordio sono un ritardo o regressione del linguaggio e delle abilità sociali e la presenza di comportamenti ripetitivi. Quanto alle cause, sono sia genetiche sia ambientali (infezioni virali, esposizione a pesticidi). I dati, affermano Iss e Oms, indicano che non vi sono evidenze di un legame tra vaccino morbillo-parotite-rosolia (Mpr) e disturbi dello spettro autistico. L'ipotesi che la vaccinazione possa essere associata ad autismo fu sollevata da uno studio inglese nel 1998 su The Lancet. L'ipotesi è stata poi valutata da numerosi studi, ma nessuno ha confermato una relazione causale. Gli autori dello studio hanno successivamente ritirato le loro conclusioni e nel 2010 la rivista ha ritirato l'articolo. In Italia, nel 2015, è entrata in vigore la prima legge sull'autismo, per un maggior inserimento nella vita sociale e lavorativa. L'autismo è stato inoltre inserito nei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, per garantire diagnosi precoce e cure individualizzate in tutte le Regioni. (ANSA)

«Le competenze sui Santuari al dicastero per la nuova evangelizzazione»

I Santuari di Lourdes, Fatima, Guadalupe per citare solo alcuni dei più antichi e celebri luoghi di culto e di devozione mariana sono riconosciuti come genuini luoghi di evangelizzazione, luoghi dove la fede si può toccare con mano. E proprio per questo motivo, con la Lettera apostolica in forma di Motu Proprio, “Sanctuarium in Ecclesia”, resa nota oggi, ma che porta la data dell’11 febbraio 2017, memoria liturgica di Nostra Signora di Lourdes, papa Francesco ha deciso di trasferire al Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, guidato dall’arcivescovo Rino Fisichella, le competenze sui santuari che erano finora attribuite alla Congregazione per il clero.

Il ruolo dei Santuari nella nuova evangelizzazione

«I Santuari - scrive papa Francesco nel documento - sono chiamati a svolgere un ruolo nella nuova evangelizzazione della società di oggi» e «la Chiesa è chiamata a valorizzare pastoralmente le mozioni del cuore che si esprimono attraverso le peregrinazioni ai Santuari e ai luoghi di devozione». 
E ancora, «il Santuario è un luogo sacro dove la proclamazione della Parola di Dio, la celebrazione dei Sacramenti, in particolare della Riconciliazione e dell’Eucaristia, e la testimonianza della carità esprimono il grande impegno della Chiesa per l’evangelizzazione; e perciò si caratterizza come genuino luogo di evangelizzazione, dove dal primo annuncio fino alla celebrazione dei sacri misteri si rende manifesta la potente azione con cui opera la misericordia di Dio nella vita delle persone».

I Santuari luoghi di pellegrinaggio e di conversione

I Santuari sono «spazi sacri verso cui andare pellegrini per trovare un momento di sosta, di silenzio e di contemplazione nella vita spesso frenetica dei nostri giorni. Un desiderio nascosto fa sorgere in molti la nostalgia di Dio; e i Santuari possono essere un vero rifugio per riscoprire sé stessi e ritrovare la necessaria forza per la propria conversione». Alla vita spirituale alimentata dalla frequentazione di un Santuario è poi generalmente connessa l’esperienza del pellegrinaggio. «Il grande afflusso di pellegrini, la preghiera umile e semplice del popolo di Dio alternata alle celebrazioni liturgiche, il compiersi di tante grazie che molti credenti attestano di aver ricevuto e la bellezza naturale di questi luoghi permettono – scrive Francesco – di verificare come i Santuari, nella varietà delle loro forme, esprimono un’opportunità insostituibile per l’evangelizzazione nel nostro tempo».

Come cambiano le competenze sui Santuari trasferite al Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione

Francesco stabilisce nella “Sanctuarium in Ecclesia” che d’ora in poi il dicastero della Nuova Evangelizzazione dovrà occuparsi di una serie di questioni riassunte in sette punti: la creazione di Santuari internazionali e l’approvazione dei rispettivi statuti, lo studio e l’attuazione di provvedimenti che favoriscano il ruolo evangelizzatore dei Santuari e la coltivazione in essi della religiosità popolare, la promozione di una pastorale organica dei Santuari come “centri propulsori della nuova evangelizzazione”, la promozione di incontri nazionali e internazionali mirati al “rinnovamento della pastorale della pietà popolare e del pellegrinaggio verso luoghi di devozione”, la promozione della “specifica formazione degli operatori dei Santuari e dei luoghi di pietà e devozione”, la “vigilanza” perché ai pellegrini sia offerta “una coerente e sostenuta assistenza spirituale ed ecclesiale” e infine la “valorizzazione culturale e artistica dei Santuari secondo la via pulchritudinis quale modalità peculiare dell’evangelizzazione della Chiesa”.
avvenire

I terremotati bloccano la Salaria. Protesta anche davanti a Montecitorio

Manifestazioni dei terremotati del Centro Italia oggi in varie zone: la Salaria è stata bloccata con i trattori all'altezza di Amatrice, Norcia e Arquata del Tronto. I terremotati chiedono un confronto con il governo, la Protezione civile e i capigruppo dei partiti entro una settimana, altrimenti, «ci saranno nuove proteste in tutta Italia». La protesta si chiama "La ri-scossa deiterremotati" e si svolge contemporaneamente a Roma, con un presidio a Montecitorio, e nei vari luoghi colpiti dal sisma.
«Il reale problema - spiega una coltivatrice di Torrita di Amatrice alle telecamere di Rainews24 - è che le nostre terre sono abbandonate dal 24 agosto. Si sta pensando a ricostruire scuole, cinema, ospedali. Ma il problema vero è lo spopolamento. Era importante far rimanere la nostra gente sul proprio territorio, perché sarebbe significato far ripartire il territorio". "Non si parla più di viabilità - aggiunge una manifestante - Dobbiamo fare le strade altrimenti restiamo isolati. La gente non può raggiungere Amatrice, come facciamo a far ripartire il territorio?".
A Trisungo, sotto le rovine di Arquata, ci sono circa 200 persone, ma la gente continua ad arrivare: oltre alla gente del posto e di Acquasanta Terme, ci sono delegazioni di Castelluccio, Cascia, Samugheo.

La protesta davanti a Montecitorio

Oltre un centinaio di persone protestano anche in piazza di Montecitorio, davanti alla Camera, chiedendo più risorse e risposte più concrete da parte del governo per quanto riguarda la ricostruzione nelle zone del Centro Italia colpite dal terremoto negli ultimi mesi. A scendere in piazza sono, prevalentemente, abitanti di Amatrice e di paesi dell'alto maceratese, come Camerino e Castelsantangelo, coordinati da due comitati: La terra trema,Noi no e Quelli che il terremoto. Chiedono un incontro con il governo entro la settimana prossima, altrimenti si sono detti pronti a "bloccare l'Italia". Molti di loro indossano una maglietta sulla quale si legge Sisma Centro Italia. Noi con voi.
da Avvenire

Italia Card. Bagnasco sui giovani: “Una dissidenza positiva e santa per l’Europa”


SIR 

(M. Chiara Biagioni) I giovani e l'Europa? "Possono dare dissidenza. Una dissidenza positiva e santa, non certo di altro tipo. E cioè un andare controcorrente e poter dire con amore, passione ed entusiasmo, 'Il Re è nudo', vale a dire che l’Europa così rischia di essere nuda, di non avere più niente della sua ricchezza, della sua bellezza".

Cile Wojtyla e Pinochet, la verità su quella foto frutto di un inganno

Vatican Insider
(Luis BadillaLo scatto 30 anni fa. La manovra politica del dittatore cileno inizio della sua fine. La storia e il tempo fanno giustizia a san Giovanni Paolo II. Trenta ani fa, il 1° aprile 1987, san Giovanni Paolo II, subito dopo l’arrivo all’«Aeroporto internazionale» di Santiago del Cile, nella cerimonia di benvenuto, con fermezza e chiarezza per chi voleva capire - e tra i presenti c’era il dittatore generale Augusto Pinochet con i suoi generali - pronunciò queste parole: «Come araldo di Cristo, portavoce del suo messaggio al servizio dell’uomo, insieme a tutti i pastori della Chiesa, proclamo la inalienabile dignità della persona umana creata da Dio a sua immagine e somiglianza e destinata alla salvezza eterna. 

Italia Papa Francesco a Carpi. Il vescovo Cavina, visita “familiare” con un’attenzione particolare alle ferite del terremoto


SIR 
(Francesco Rossi) Dopo la riapertura della cattedrale, il 25 marzo, papa Francesco domenica 2 aprile sarà in vista pastorale a Carpi. "È stata proprio una sorpresa, inattesa", confida il vescovo, mons. Francesco Cavina, parlando della cattedrale riaperta ma anche delle chiese ancora chiuse. E della difficoltà di guidare una comunità sconvolta dal sisma, dove la priorità, e al tempo stesso la maggiore criticità, è "mantenere la speranza"

Vaticano Lettera Apostolica del Santo Padre in forma di Motu proprio “Sanctuarium in Ecclesia” con la quale si trasferiscono le competenze sui santuari al Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione


Sala stampa della Santa Sede
 Il Santuario possiede nella Chiesa una «grande valenza simbolica»[1] e farsi pellegrini è una genuina professione di fede. Attraverso la contemplazione dell’immagine sacra, infatti, si attesta la speranza di sentire più forte la vicinanza di Dio che apre il cuore alla fiducia di essere ascoltati ed esauditi nei desideri più profondi.[2] La pietà popolare, che è una «autentica espressione dell’azione missionaria spontanea del Popolo di Dio»,[3] trova nel Santuario un luogo privilegiato dove poter esprimere la bella tradizione di preghiera, di devozione e di affidamento alla misericordia di Dio inculturati nella vita di ogni popolo.
Fin dai primi secoli, infatti, si pensò al pellegrinaggio anzitutto verso i luoghi dove Gesù Cristo aveva vissuto, annunciato il mistero dell’amore del Padre e, soprattutto, dove si trovava un segno tangibile della sua risurrezione: la tomba vuota. I pellegrini, successivamente, si misero in cammino verso i luoghi dove, secondo le diverse tradizioni, si trovavano le tombe degli Apostoli. Nel corso dei secoli, infine, il pellegrinaggio si estese anche a quei luoghi, diventati ormai la maggioranza, dove la pietà popolare ha toccato con mano la misteriosa presenza della Madre di Dio, dei Santi e dei Beati

Vaticano Pope Francis Wants to Overcome Division with SSPX: Status from Abp. Guido Pozzo

SSPX 
In an interview with Regina Einig for the German Catholic newspaper Die Tagespost(March 17, 2017), Archbishop Guido Pozzo, Secretary of the Pontifical Commission Ecclesia Dei, reviewed the progress made by the Society of Saint Pius X (SSPX) toward reaching a reconciliation with Rome since Pope Benedict XVI issued the motu proprio Summorum Pontificum in July 2007, almost ten years ago.

Vaticano Cardenal Arinze publica libro sobre devoción a la Santísima Virgen en centenario de Fátima


es.gaudiumpress.org 
El Card. Francis Arinze, Prefecto emérito de la Congregación para el Culto Divino y la Disciplina de los Sacramentos, publicó un nuevo libro dedicado a la Santísima Virgen: "Marian Veneration: Firm Foundations" (Veneración Mariana: Firmes Fundamentos), el cual busca, según explicó a National Catholic Register, explicar a creyentes y no creyentes la importancia de la devoción a la Santísima Virgen y el significado de las apariciones marianas en la vida de la Iglesia

Vaticano La pastorale mariana via per l'Evangelizzazione. A dieci anni dalla Conferenza di Aparecida (Brasile)

(a cura Redazione "Il sismografo")
Madonna Odigitria: Colei che indica la strada ...
(Luis Badilla - ©copyright) Nel Motu proprio di Papa Francesco pubblicato oggi («Sanctuarium in Ecclesia», firmato l’11 febbraio) che trasferisce dalla Congregazione per il Clero al Pontificio Consiglio per la nuova Evangelizzazione le competenze sui santuari mariani si legge: "In avvenire sarà compito del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione», attualmente presieduto dall’arcivescovo monsignor Salvatore (Rino) Fisichella, «l’erezione di Santuari internazionali e l’approvazione dei rispettivi statuti, lo studio e l’attuazione di provvedimenti che favoriscano il ruolo evangelizzatore dei Santuari e la coltivazione in essi della religiosità popolare, la promozione di una pastorale organica dei Santuari come centri propulsori della nuova evangelizzazione, la promozione di incontri nazionali e internazionali per favorire un’opera comune di rinnovamento della pastorale della pietà popolare e del pellegrinaggio verso luoghi di devozione». Questi luoghi, in particolare quelli mariani, sono centrali nella vita della pieta religiosita di milioni e milioni di credenti. Anzi, nell'immaginario dei popoli quasi sempre "santuario" è sinonimo di Maria.

Australia 'They had nowhere to hide': abuse survivors praise commission for shaking institutions

 The Guardian 
(Melissa Davey) Anthony Foster, an outspoken advocate for child sexual abuse victims and survivors, noticed a glaring absence from the hearing rooms during the final week of the child sexual abuse royal commission. “There has not been one representative from one religious institution present,” says Foster, whose daughters Emma and Katie were sexually abused by a Catholic priest.

Un protestante al servizio del Papa. Dialogando con Marcelo Figueroa, ideatore e responsabile dell’edizione argentina dell’Osservatore Romano


Terre d'America 

(Alver Metalli) Quattro mesi, come quattro sono gli anni di pontificato di Bergoglio. L’edizione argentina dell’Osservatore Romano, la prima al mondo nel suo genere, è arrivata al quarto numero. Un numero anch’esso speciale, come i precedenti, dedicato al quarto anniversario del papa argentino. 

Catholic University of Eastern Africa responds to a Call to feed hungry Kenyans

Amecea 
(Pamela Adinda) The Catholic University of Eastern Africa (CUEA) has responded to the call by both the Kenya Conference of Catholic Bishops (KCCB) as well as the president of Kenya to support fellow Kenyans affected by drought and famine by asking the university community, staff and students as well as partners and neighbors to contribute food and non food items towards this cause.

USA:MUORE GILBERT BAKER,CREÒ BANDIERA SIMBOLO COMUNITÀ GAY

ARTISTA AVEVA 65 ANNI. E' AL MOMA DAL 2015: 'PIETRA MILIARE' Gilbert Baker, l'artista di San Francisco che creò la bandiera con i colori dell'arcobaleno, simbolo della comunità gay, è morto all'età di 65 anni. Lo riferisce il San Francisco Chronicle. L'artista disse di aver voluto trasmettere l'idea della diversità e dell'inclusione, utilizzando "qualcosa dalla natura per rappresentare che la nostra sessualità è un diritto umano". Nel 2015, il Museum of Modern Art di New York acquistò la bandiera per la sua collezione di design, definendola una "potente pietra miliare".(ANSA).

CGIA: TASSE GIÙ A DIPENDENTI E IMPRESE, MA NON PARTITE IVA

NO BENEFICI A 3 MLN SOGGETTI DA NOVITÀ BONUS,IRAP,TASI,IRES I mille giorni del governo Renzi hanno portato ad un abbassamento delle tasse in misura strutturale per oltre 21mld, ma i benefici arrivati dalle novità - che hanno riguardato soprattutto i bonus, Irap, Tasi, Ires - hanno interessato solo alcune categorie. Lo sostiene l'ufficio studi della Cgia di Mestre, che enumera lavoratori dipendenti e imprese, soprattutto di medio-grande, sostenendo che invece, per poco meno di 3mln di partite Iva - da artigiani, commercianti e lavoratori autonomi senza dipendenti - "i benefici sono stati pressoché nulli". 
ansa

UN BASE JUMPER MUORE IN TRENTINO

LANCIANDOSI DALLE PLACCHE ZEBRATE Ancora una vittima sulle Pareti Zebrate di Pietramurata, in Trentino, dove un base jumper ha perso la vita durante un lancio. E' successo poco dopo le 9. Sono intervenuti gli uomini del soccorso alpino e l'elicottero del nucleo provinciale, come riporta il giornale Trentino online. Nulla da fare per l'uomo: i soccorritori hanno potuto solamente organizzare il recupero della salma. Accertamenti sono in corso sulla dinamica dell'incidente. 
ansa

NEL 2016 IN ITALIA 56MLN TURISTI STRANIERI +1%,ITALIANI -2%


CONFCOMMERCIO:MA SI RESTA E SPENDE MENO,PERSI 45MLD DA 2001 Nel 2016 in Italia sono arrivati quasi 56mln di visitatori stranieri, cioè l'1% in più dell'anno prima. Il dato, di per sé positivo, si scontra però con con il calo dei turisti italiani (-2%) e con il fatto che rispetto al passato gli stranieri si fermano meno tempo e quindi spendono meno. Secondo Confcommercio Confturismo, dal 2001 c'è stato un mancato guadagno di 45 miliardi di euro: nel 2001 un turista spendeva in media 1.034 euro, mentre ora ne spende 661, il 36% in meno. 

IN PARAGUAY ASSALTO AL PARLAMENTO, PROTESTE CONTRO PRESIDENTE


VENEZUELA, MADURO CI RIPENSA SU POTERI TOLTI ALL'ASSEMBLEA Scontri in Paraguay dopo che manifestanti hanno assaltato il Parlamento contro una legge approvata per ora dal Senato che facilita la ricandidabilità dei presidenti dello Stato. Intanto, in Venezuela Maduro fa dietrofront sulla sentenza dell'Alta corte che ha esautorato il Parlamento, e chiede ai giudici di rivedere la loro decisione, aspramente criticata dall'opposizione e dai governi stranieri. L'annuncio arriva poche ore prima di una serie di grandi manifestazioni convocate dall'opposizione contro il governo. 

ansa

TAP: RIPRESI I LAVORI DI ESPIANTO DEGLI ULIVI

ERA SOSPESO DOPO GLI SCONTRI CON I DIMOSTRANTI Dopo due giorni di stop ripresi a sorpresa all'alba nel cantiere Tap a San Foca di Melendugno i lavori di eradicazione degli ulivi lungo il tracciato dove dovrebbe essere installato il microtunnel del gasdotto. La ripresa degli espianti, dopo la sospensione dopo gli scontri dei giorni scorsi tra dimostranti no Tap e forze di polizia, era stata annunciata per lunedì. Il via libera comunicato nella tarda serata di ieri a Tap dalla Questura di Lecce. Dall'area già portati via venti ulivi. Sul posto stanno arrivando alla spicciolata dei manifestanti. 
ansa

Save Children, triplicati in 10 anni minori poveri in Italia

 Nonostante alcuni miglioramenti negli ultimi anni, l'Italia stenta a far decollare il futuro dei suoi ragazzi e risulta ancora lontana dal resto dell'Europa. E ancora una volta le maggiori privazioni educative per i minori si registrano al Sud. E' il quadro che emerge dal nuovo rapporto sulla povertà educativa in Italia di Save the Children, presentato oggi in occasione del rilancio della campagna per il contrasto alla povertà educativa. 

Dal dossier emerge che negli ultimi 10 anni è triplicata la percentuale di minori in povertà assoluta e raddoppiata quella di minori in povertà relativa (parametro che esprime le difficoltà economiche nella fruizione di beni e servizi). La metà degli alunni è senza mensa a scuola, solo 1 bambino su 10 può andare all'asilo nido e il tempo pieno è assente in 7 scuole primarie su 10. Più di 1 ragazzo su 10 abbandona gli studi prima del tempo, 1 su 5 non raggiunge le competenze minime in matematica e in lettura e 3 su 5 non partecipano ad attività culturali e ricreative. (ANSA).

Cultura: domani gratis musei e aree archeologiche

Domani, domenica 2 aprile, torna la domenica gratuita nei musei e nei siti archeologici statali. Una giornata di festa promossa dal ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo guidato da Dario Franceschini a cui stanno aderendo molti musei comunali. 

In vigore da luglio 2014, questa iniziativa ha visto la partecipazione in tutte le sue edizioni di circa 8 milioni di visitatori nei soli musei statali. Su www.beniculturali.it tutte le informazioni su orari e luoghi aperti gratuitamente. (ANSA).

Rifiuta il velo e viene rasata, adolescente tolta ai genitori

I servizi sociali d'intesa con la Procura per i minorenni di Bologna sono intervenuti con l'atto urgente di messa in protezione per la ragazzina di 14 anni rasata a zero dalla madre, perché rifiutava il velo. La minore, originaria del Bangladesh, è cioè stata collocata al di fuori dalla famiglia d'origine, così come le sorelle. La denuncia ai Carabinieri era stata fatta dalla scuola frequentata dalla ragazzina.
I genitori della ragazzina di 14 anni rasata a zero perché non voleva portare il velo sono stati denunciati dai Carabinieri per maltrattamenti in famiglia. La segnalazione è stata fatta dai militari, dopo aver approfondito l'esposto ricevuto ieri dalla scuola media frequentata dalla ragazzina. Nel frattempo la 14enne, che non avrebbe subito violenze fisiche, è stata allontanata dalla famiglia, così come le sorelle, e affidata ad una comunità protetta. Nei prossimi giorni le indagini andranno avanti e proseguiranno anche gli accertamenti dei servizi sociali. Sono al lavoro sia la Procura per i Minorenni diretta Silvia Marzocchi che quella ordinaria.
Comunità islamica, 'non si tratta di un gesto religioso' - Non c'è nulla di religioso nel gesto della madre che ha rasato a zero la figlia 14enne per essersi opposta al velo. Lo spiega Yassine Lafram, coordinatore della comunità islamica di Bologna, commentando la notizia: "Per la tradizione islamica - dice all'ANSA - qualsiasi forma di imposizione rende l'atto stesso invalido". Tutte le prescrizioni dell'Islam, dal digiuno del Ramadan all'andare in pellegrinaggio alla Mecca, "rientrano in una libera scelta della persona: nessuno può imporle, religiosamente parlando. Qui siamo al di fuori del religioso: è un fatto che va inquadrato in un codice culturale particolare ed errato". Secondo Lafram è necessario "aiutare i familiari, anche la madre stessa, e capire che cosa l'ha spinta a compiere questo gesto. E' troppo facile condannare e consegnarla al macello mediatico". Quello che il coordinatore della comunità sottolinea è che l'Islam prescrive "è di preservare la dignità delle persone, non certo di umiliarle". Come musulmano, prosegue, "ho il dovere di educare i miei figli ad un buon comportamento, ho il dovere di orientarli, ma non ho il dovere di obbligarli. Quando raggiungono la pubertà possono decidere" di non seguire più le tradizioni della famiglia.
Merola, caso di autoritarismo familiare - "La preside ha fatto bene a fare denuncia in Procura. Questo è un tema di maternità e paternità responsabile, ma se si vuole essere italiani bisogna adattarsi alle nostre leggi e alla nostra Costituzione, non è possibile avere atteggiamenti diversi. Mi sembra una questione familiare, c'è una responsabilità genitoriale. E' un caso simbolico e concreto". Lo ha detto il sindaco di Bologna Virginio Merola, commentando il caso della ragazzina 14enne rasata a zero perché non voleva indossare il velo. La famiglia è originaria del Bangladesh. "Dobbiamo spiegare a questi genitori che vengono in Italia - ha proseguito Merola - che devono educare i loro figli non solo in base alle loro convenzioni più o meno religiose, anche se questo caso mi sembra proprio di un tipo di autoritarismo che noi negli anni '70 chiamavamo 'autoritarismo familiare'".
Il presidente del tribunale per i Minorenni di Bologna - "Prima di tutto dobbiamo impegnarci a proteggere il minore", sottolinea Giuseppe Spadaro, che si occuperà del caso. "Stiamo attenti - aggiunge però Spadaro - ad evitare qualsiasi strumentalizzazione. Anche tra i genitori italiani c'è chi maltratta i figli". 
La vicenda - Si è opposta all'imposizione del velo da parte della famiglia e, come punizione, è stata rasata a zero. E' successo, in una scuola di Bologna, a una ragazza di 14 anni, originaria del Bangladesh, ma da anni in Italia dove frequenta, con ottimo profitto, una scuola media. Gli insegnanti della ragazzina hanno raccolto il suo sfogo, soprattutto dopo quel taglio di capelli. La preside dell'istituto ha informato i carabinieri che approfondiranno la questione della quale si occuperanno anche la procura dei minori e i servizi sociali. La ragazzina ha raccontato di non voler accettare l'imposizione del velo. Pur portandolo fra le mura di casa aveva cominciato, una vota uscita per andare a scuola, a toglierselo. Di questo comportamento è stata informata la madre che ha deciso di punirla rasandola a zero. Così la ragazza ha deciso di sfogarsi con i suoi insegnanti.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

VENEZUELA, MADURO: NON SAPEVO DI SENTENZA ALTA CORTE

PARAGUAY: MANIFESTANTI INVADONO PARLAMENTO, SCONTRI Maduro nega responsabilità dopo che il Tribunale supremo di giustizia venezuelano si è attribuito i poteri dell'Assemblea nazionale: non sapevo nulla della sentenza, dice il presidente. In Paraguay scontri dopo che manifestanti hanno invaso il Parlamento contro una legge approvata dal Senato che facilita la ricandidabilità dei presidenti dello Stato. 
ansa

TERRORISMO, 'NUOVI PC-BOMBA NON RILEVABILI A CONTROLLI SCALI'

LO RIPORTA LA CNN, LO DIMOSTREREBBERO TEST ESEGUITI DALL'FBI Le agenzie d'intelligence Usa ritengono che l'Isis abbia sviluppato nuovi metodi per inserire esplosivi nei dispositivi elettronici, che secondo test dell'Fbi sarebbero in grado di eludere i controlli di sicurezza aeroportuale di uso comune: è quanto riporta la Cnn. 
ansa

Un 2017 all'insegna di emissioni celebrative di 2 euro dal forte valore spirituale


(a cura redazione "Il sismografo") 

(Francesco Gagliano - ©copyright) La prima 2 euro celebrativa d’Italia del 2017 è stata emessa da pochi giorni e commemora il quartocentenario di uno deicomplessi architettonici sacripiù famosi al mondo: la basilica di San Marco a Venezia. Sabato scorso la moneta è stata presentata nel capoluogo veneto in presenza dello stesso Patriarca Francesco Moraglia che per l'occasione, ricordando un corretto uso del denaro, ha citato Santa Teresa d'Avila che era solita dire «io posso fare poco. Con il denaro posso dare molto: io, il denaro e la grazia di Dio possiamo fare tutto». Unchiaro esempio - ha continuato il Patriarca - che Europa, spiritualità e denaro possono formare un trinomio virtuoso. 

Italia Abusi: “Le parole del Papa hanno liberato le vittime dalla paura”


Vatican Insider
(Francesco Peloso) Parla Luigi Ippolito, psicologo della polizia di Stato, intervenuto al seminario della Gregoriana sulla protezione dei minori. Il protocollo sulla prevenzione degli abusi con la diocesi di Foggi, il ruolo positivo dei media. La tolleranza zero affermata pubblicamente dal Papa, ha aiutato molte vittime di abusi a liberarsi dalla paura, tante persone sono state spinte anche così a superare la vergogna o il senso di colpa.

Acuerdo con ELN para desminado en Colombia se anunciará el 7 de abril

Afp
El gobierno de Colombia y el ELN, única guerrilla activa del país, anunciarán el próximo 7 de abril un acuerdo para el retiro de minas antipersona, en el marco de los diálogos en Quito para acabar con más de 50 años de guerra interna. “Se trata de (que de) aquí al 7 de abril (…) podamos estar organizando situaciones de desminado humanitario en varias regiones. Ha habido ese clamor y lo vamos a escuchar y eso va a ser un acuerdo de la mesa”