domenica 2 aprile 2017

Pakistan: 20 personnes assassinées dans un sanctuaire soufi

 AFP - La Presse 
(Waqar Hussain) Vingt fidèles d'un sanctuaire soufi du nord-est du Pakistan ont été tués à coups de couteaux et de bâtons après avoir été empoisonnés par le gardien du site et deux complices présumés qui ont été arrêtés, ont indiqué dimanche les autorités locales.

Vaticano Le pape François appelle à la paix en RDC

AFP - VoA 
Le pape François, qui célébrait dimanche une messe dans le nord-est de l'Italie, a lancé un appel à la paix en République démocratique du Congo (RDC), en déplorant "les affrontements sanguinaires" dans les provinces des Kasaï.

La cathédrale bondée pour la messe d'installation du nouvel évêque de Strasbourg

France3 
Plus de 2000 personnes sont présentes pour assister à la messe d'installation de Mgr Luc Ravel, 106ème évêque de Strasbourg. -- C'est debout que certaines personnes ont dû suivre la messe dominicale ce dimanche. Il faut dire que l'office de ce dimanche 2 avril était exceptionnel : il intronisait l'arrivée en la cathédrale de Strasbourg de son nouvel évêque, Mgr Luc Ravel. 

Italia “Sono vicino ai terremotati. Recuperare presto i centri storici”


Vatican Insider
(NdR. L'elicottero che portava Papa Francesco da Mirandola in Vaticano è atterrato alle 19.17)
(Domenico Agasso jr) Il Papa a Mirandola: sono «luoghi indispensabili della vita sociale ed ecclesiale». «Crescete i figli con il coraggio che avete avuto». «Grazie per l’esempio che avete dato all’umanità». Prima un incoraggiamento alle vittime del sisma del 2012: «Non cedere allo scoraggiamento per le difficoltà che permangono». Poi un appello a chi di dovere: bisogna «recuperare presto i centri storici», perché sono «luoghi di memoria e indispensabili della vita sociale ed ecclesiale». Papa Francesco lo afferma durante la sua visita al duomo Mirandola, nel pomeriggio della sua giornata odierna - 2 aprile 2017 - in Emilia Romagna nelle zone colpite dal terremoto di cinque anni fa.

Italia Rimosso dalla parrocchia don Minutella, che contrappone la sua “vera chiesa” a quella di Roma

Vatican Insider
(Giacomo Galeazzi) Il Prete siciliano che si dichiara veggente è stato richiamato al silenzio e all’obbedienza da monsignor Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo. Don Alessandro Minutella deve lasciare a Palermo la sua parrocchia di san Giovanni Bosco, nel quartiere Romagnolo, per pratiche ritenute dannose per i fedeli, ma sostiene di voler «resistere», annuncia iniziative di protesta e prepara incontri in altre diocesi. 

Bosnia Erzegovina Presence of Blessed Virgin is an initiative from God says papal envoy

The Medjugorje Witness 
Archbishop Henryk Hoser, appointed as special envoy to Medjugorje by Pope Francis, celebrated his first Mass in St James church on Saturday evening.
In his homily, spoken in French, the traditional diplomatic language of the Church, the Polish prelate said, “Let us pray for peace because the destructive forces are immense, the arms race is on the rise, people are torn apart, families are torn apart, societies are torn apart. We need an intervention from heaven! And the presence of the Blessed Virgin is this type of intervention. It is an initiative of God. And so, I would like to encourage and comfort you as a special envoy of the Pope.

Papa pede fim da violência na Venezuela e Paraguai

Agência Ecclesia
O Papa apelou hoje ao diálogo na Venezuela e no Paraguai, após manifestações de violência nos dois países em contestação de medida que os setores da oposição consideram inconstitucionais. “Sigo com muita preocupação o que está a acontecer na Venezuela e no Paraguai. Rezo por que estas populações, que me são muito queridas, e convido todos a perseverar sem parar, evitando qualquer violência, na busca de soluções políticas”, disse, antes da recitação da oração do ângelus, na Diocese italiana de Carpi, onde se encontra em viagem.

Catholic Women Preach: Raising female voices to renew Church



(Vatican Radio) Looking for inspiration for a Holy Week or Easter homily? Searching for a woman’s perspective on these central events of our Christian faith?

Look no further, as a group of Catholic women has launched an innovative website offering regular theological reflections on the readings of the day by leading female scholars and others engaged in many different ministries in countries around the world.

The project is designed to address some of the pressing challenges facing the Church today by responding to Pope Francis’ call for broader and more active engagement of all the baptized in the preaching mission of the Church.

The organisers say the reflections highlight “women traditionally omitted or misrepresented” in the lectionary and “open the Scripture texts to deepen our understanding of God’s saving presence in the world”.

Elizabeth Donnelly is preacher coordinator of the website www.catholicwomenpreach.org As a trustee of a U.S. based Catholic family foundation, she’s also part of a group of female leaders who have met frequently with top Vatican officials to discuss the role of women in the Church.

AccordiAbili, dove la musica supera la disabilità

Le grandi passioni possono salvare la vita. Anzi possono farla rinascere. Come è accaduto a Vincenzo Deluci, musicista jazz rimasto disabile per un grave incidente stradale, che alla sua tromba non ha voluto né dovuto rinunciare. Ora continua a suonarla, ma riadattata per le sue nuove necessità. Un’ esperienza che lo ha portato a fondare AccordiAbili, associazione che permette a tutti coloro che hanno esigenze speciali di dare spazio al loro amore per la musica progettando per gli strumenti accorgimenti personalizzati

La tromba ha solleticato le sue dita già da ragazzino, quando a 3 anni, dovendo scegliere un giocattolo preferì una trombetta di plastica. Vincenzo Deluci, pugliese di Fasano, in provincia di Bari, concertista jazz, la musica se la porta dentro come una potente forza motrice che lo ha trasportato oltre la disperazione nel momento più buio della sua vita. E' stata infatti proprio la musica, a non fargli sentire l’esistenza conclusa quando un incidente di macchina, 13 anni fa, lo ha reso tetraplegico, lasciandogli il solo movimento residuo dell'avanbraccio sinistro. Sul quel miracoloso movimento Vincenzo ha ridato fiato ad una incrollabile passione, ricostruendo tutta la sua vita artistica, con qualcosa in più: un adattamento del suo strumento alle sue nuove necessità, mettendo in campo soluzioni tecnologiche ma anche ingegnose: una tromba elettromeccanica i cui pistoni sono azionati da un joy-stick, come quello di alcuni videogiochi, che gli consente, ormai da anni, di continuare ad esibirsi in concerti pubblici. Un percorso non facile, ma inarrestabile, come racconta lui stesso:

“Quando è accaduto l’incidente, fu mio padre a dirmi: “Guarda che i dottori mi hanno detto che non muoverai più nulla, tanto meno le dita per suonare la tromba”. E purtroppo ci vogliono le dita. Ho avuto una trentina di secondi di smarrimento totale, però poi mi sono detto: “Va bè, fischierò o canterò”. Poi quando mi è stata data la possibilità di ritornare a suonare con lo strumento è stato come riprendere fiato. Diciamo che sono stato in apnea fino a quando non ho avuto il mio strumento”.

Ma la rinascita di Vincenzo Deluci, che dice di aver avuto due vite, due prospettive, non poteva rimanere nel solo cerchio personale: ha sentito l'esigenza di condividerla fondando “AccordiAbili”, organizzazione che riadatta strumenti musicali sulle diverse abilità di chi ne fa richiesta. Un sostegno possibile grazie alla collaborazione di diverse altre associazioni attive nell’ambito dell’informatica e della domotica, non senza uno staff di esperti, come spiega ancora Deluci:

“Il procedimento è abbastanza lungo. Noi facciamo comunque delle prove attitudinali che vanno dal fiato, se muove le dita o non muove le dita, se quel movimento su uno strumento a lungo andare può fare danno. Quindi c’è un fisioterapista, un fisiatra che vede questi movimenti”.

Ed ecco che per Francesco è stato progettato un clarinetto particolare, il Nurrinetto, ed una batteria unica per Raffaele, la RaffDrum. Ma sono mille le direzioni in cui AccordiAbili spende la sua attività: con il patrocinio e il finanziamento della Regione Puglia mette in campo corsi di musica, ma anche operazione di divulgazione della cultura musicale fra i giovani disabili con il progetto MusicALL, anche se per Vincenzo Deluci i sogni non sono ancora finiti:

“Sono un musicista. Di sogni ne ho tantissimi, però quello più importante per me è realizzare sogni per gli altri, quindi avere organizzazioni “AccordiAbili” per ogni regione di Italia. L’altro sogno che ho da prima dell’incidente è suonare davanti al Santo Padre”.
radio vaticana

Al Maxxi di Roma: "Lo Spiraglio", Filmfestival della salute mentale

Fino a domenica 2 aprile, al Maxxi di Roma, la 7ma edizione del Filmfestival della salute mentale “Lo Spiraglio”, evento di corti e lungometraggi organizzato da Asl Roma 1 – Dipartimento Salute Mentale e Roma Capitale
Raccontare il mondo della salute mentale attraverso le immagini, questo fa “Lo Spiraglio”, che da sette edizioni porta il disagio psichico sul grande schermo. Lungometraggi e cortometraggi per suscitare riflessioni su patologie che toccano ogni età e strato sociale. A narrare la storia degli infermieri che negli anni ’70, al Santa Maria della Pietà di Roma, ispirati da Franco Basaglia si opposero ai manicomi è ‘Padiglione 25 – Il diario degli infermieri in un reparto autogestito’. Un altro documentario è ‘Crazy for football’ storia della prima nazionale italiana di calcio a 5 che partecipa ai Mondiali per pazienti psichiatrici a Osaka. Tra i corti ‘Senza occhi, mani e bocca’ storia di Bianca, ragazza senza fissa dimora e poi ‘Il profumo delle stelle’, storia di un pittore e poeta ispirato a Nicola Fanizzi e alla sua incapacità di vivere fuori dal Santa Maria della Pietà, perché non in grado di accettare che il mondo sia cambiato e "non l'abbia aspettato”. Domani, serata finale, il Festival premierà Paolo Virzì, trionfatore ai David di Donatello con “La pazza gioia”. A dirigere Lo Spiraglio sono Federico Russo, per la parte scientifica e Franco Montini, per la parte artistica:
R. - L’ultimo film di Virzì “La pazza gioia” affronta in maniera molto diretta il tema del disagio e della salute mentale ma devo dire che anche prima, nei film di Virzì, questo argomento era emerso, anche se non così chiaramente però in maniera regolare e ripetuta. Penso alla professoressa di “Ovo sodo”, penso a Daniela di “Tutta la vita davanti”, penso al protagonista di “N - Io e Napoleone”. Insomma il tema della salute mentale e del disagio Virzì lo ha toccato molte volte e quindi ci sembrava doveroso assegnare a Virzì questo premio speciale alla carriera.
D.  - Tra l’altro tra ciò che si vedrà al Maxxi c’è anche  “Le ragazze di Villa Biondi” diretto da Melania Cacucci, documentario realizzato con il materiale di backstage proprio della pazza gioia…
R. - Esattamente. E’ un film in concorso, racconta la lavorazione del film e soprattutto le presenze secondarie di questo film che, in alcuni casi, sono anche i veri pazienti di questa struttura.
D. - Quanto è difficile raccontare la malattia mentale, raccontare le patologie psichiatriche nel cinema?
R. - Credo che in realtà la malattia mentale, il disagio, le ossessioni, le fobie, si raccontino molto più facilmente attraverso il linguaggio delle immagini che attraverso altri tipi di linguaggio, come il linguaggio scritto, il linguaggio verbale. Proprio perché sono argomenti a volte sfuggenti, sono argomenti di difficile definizione, le immagini, proprio per la complessità e la libertà che hanno, spesso colgono anche questi aspetti in maniera molto precisa. Nel corso degli anni ci siamo accorti che di film, di cortometraggi, di documentari, di lungometraggi che raccontano questi argomenti in realtà ce ne sono molti. La prima volta che ho diretto questo festival temevo: “Be’, quest’anno abbiamo trovato i film, ma il prossimo anno?”. Invece poi, in realtà, di anno in anno, le proposte che ci arrivano e che si iscrivono al nostro film stanno aumentando. Evidentemente è un argomento che si sposa e si armonizza bene con il cinema e con il linguaggio audiovisivo.
D.  – Evidentemente è anche un argomento che interessa, cioè che richiama pubblico sebbene, non nascondiamolo, sia un argomento che fa paura…
R. – Sì, è un argomento che certamente fa paura, però credo che uno dei meriti del nostro festival sia stato quello di abbattere quella sorta di aprioristica diffidenza che c’è nei confronti della parola “disagio”, della malattia mentale, della salute mentale. In realtà abbiamo dimostrato, quest’anno come in passato, che questo argomento si può raccontare in vari modi, certamente in modo drammatico e riflessivo ma, a volte, anche in maniera ironica, divertente, leggera, senza che per questo i film risultino superficiali.
D. - Che cosa ci presenta quest’anno il festival?
R. - Anche quest’anno abbiamo una scelta di film molto varia, anche per generi. Ci sono film che affrontano il tema degli ospedali psichiatrici criminali che, nonostante tutto, ancora esistono nel nostro Paese. Ci sono film che raccontano le difficoltà e il disagio delle persone che lavorano in questo settore e ci sono film su personaggi un po’ ai limiti, personaggi certamente inconsueti, che non appartengono alla norma ma che hanno una loro ricchezza e che, spesso, ci indicano dei modelli di vita che possono essere assolutamente alternativi ma anche dei modelli di vita che si possono condividere, che forse ci aprono delle prospettive assolutamente inedite nei nostri progetti di vita.
radio vaticana

IL MILAN SOLO PARI A PESCARA, PAPERA DI DONNARUMMA

ATALANTA POKERISSIMO SUL GENOA, FIORENTINA SUL BOLOGNA Una papera clamorosa del portiere Donnarumma, che si è scusato, fa correre rischi al Milan, che ha giocato in trasferta a Pescara. Bene l'Atalanta contro il Genoa e la Fiorentina contro il Bologna. Attesa per la sfida Napoli-Juventus. (ANSA).

MORTO IL GIOVANE ACCOLTELLATO DOPO LA DISCOTECA A BRESCIA

E' UN SUDAMERICANO DI 21 ANNI COLPITO PIU' VOLTE ALL'ADDOME Un 21enne di origine colombiana è stato accoltellato stamattina attorno alle 6 a Brescia, all'uscita di una discoteca vicina in via Corsica. Al momento dell'aggressione il giovane era in compagnia della fidanzata, ora sotto choc, ascoltata a lungo dalla polizia che sta indagando sull'omicidio. Il giovane è stato raggiunto da alcuni fendenti all'addome e trasportato all'ospedale Poliambulanza dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, ma è morto nel pomeriggio. Intanto, è caccia all'aggressore. Il 21enne aveva trascorso la nottata nel locale 'Disco Volante' con la fidanzata, la lite sarebbe cominciata all'interno. 
ansa

IN 70MILA PER IL PAPA A CARPI, 'RECUPERARE CENTRI STORICI'

LA VISITA DI FRANCESCO A CINQUE ANNI DAL SISMA DELL'EMILIA In 70mila a Carpi per la Messa del Papa, durante la visita a 5 anni dal terremoto dell'Emilia. Una folla grandissima in piazza dei Martiri, la spianata davanti alla Cattedrale. Molti si sono accampati nella notte per aspettare Francesco e hanno portato striscioni per salutare il Pontefice: "We love Francesco", è scritto su uno. Durante la Messa, il Papa li ha invitati a "non lasciarsi intrappolare dal pessimismo e dalle macerie della vita", a non piangersi addosso pur nella sofferenza. Poi, a Mirandola, ha invitato a recuperare i centri storici. "Molto è stato fatto nell'opera della ricostruzione, ma è quanto mai importante un deciso impegno per recuperare anche i centri storici: essi sono i luoghi della memoria storica e sono spazi indispensabili della vita sociale ed ecclesiale." 
ansa

I CIRCOLI DEL PD INCORONANO RENZI, EMILIANO AL FOTOFINISH

CALA L'AFFLUENZA, ORLANDO STACCATO. RESTA BALLETTO DI CIFRE Alla fine delle votazioni dei circoli Pd il risultato è netto: Renzi rispetta le previsioni e conquista la maglia rosa, mentre Orlando non riesce a metterne in discussione la leadership. L'ex premier vince un po' ovunque e rilancia sulla legge elettorale. La mozione Orlando denuncia 'anomalie' nel voto in varie Regioni: a Catania in 400 avrebbero votato senza tessera. 'Nessun broglio', replica la ministra Boschi. Sulla legge elettorale Renzi rilancia sulle Camere; "Facciano una proposta". E la Boschi: "Hanno bocciato tutto, tocca a loro". Anche Berlusconi in campo: 'Mattarellum inaccettabile'. 
ansa

Calcio: Serie A; marcatori


(ANSA) - ROMA, 2 APR - Classifica marcatori del campionato di calcio di Serie A dopo gli incontri della 30/a giornata (Napoli-Juventus alle 20.45). 

- 23 reti: Dzeko (Roma) e Belotti (1-Torino). 

- 20 reti: Icardi (2-Inter); Mertens (1 rigore-Napoli). 

- 19 reti: Higuain (Juventus). 

- 18 reti: Immobile (4-Lazio). 

- 14 reti: Gomez (1-Atalanta); Kalinic (1-Fiorentina). 

- 13 reti: Borriello (Cagliari). 

- 12 reti: Bacca (3-Milan); Insigne (1-Napoli). 

- 11 reti: Iago Falque (2-Torino). 

- 10 reti: Bernardeschi (3-Fiorentina); Simeone (1-Genoa); Hamsik (Napoli): Nestorovski (1-Palermo); Salah (Roma); Muriel (3-Sampdoria); Thereau (Udinese). 

- 9 reti: Falcinelli (1-Crotone); Perisic (Inter); Defrel (Sassuolo). 

- 8 reti: Dzemaili (Bologna); Dybala (3-Juventus); Keita (Lazio); Callejon (Napoli); Caprari (1-Pescara); Nainggolan (Roma); D.Zapata (1-Udinese). 

- 7 reti: Inglese e Pellissier (1-Chievo); Quagliarella (1) e Schick (Sampdoria); Perotti (7-Roma); Matri (Sassuolo). 

- 6 reti: Caldara e Kessie (2-Atalanta); Destro (Bologna); Birsa (Chievo); Babacar (1-Fiorentina); Banega (Inter). 

- 5 reti: Conti, Kurtic, Petagna (Atalanta); (Verdi (Bologna); Mchedlidze (Empoli); Candreva (Inter); Mandzukic e Pjanic (Juventus); Parolo (Lazio); Lapadula (1) e Suso (1-Milan); Benali (Pescara); Pellegrini (1-Sassuolo); Ljajic (1), Baselli e Benassi (Torino); Fofana e Jankto (Udinese). 

- 4 reti: Sau (Cagliari); Castro e Meggiorini (Chievo); Maccarone (2-Empoli); Ilicic (1-Fiorentina); Khedira (Juventus); Milik (Napoli); Quaison (Palermo); El Shaarawy (Roma): Bruno Fernandes (Sampdoria); Perica (1-Udinese) 

- 3 reti: Melchiorri e Farias (1-Cagliari); Freuler (Chievo); Ferrari e Stoian (Crotone); Tello (Fiorentina); Ntcham, Ocampos (1) e Pavoletti (Genoa); Banega, Eder, Brozovic, e Joao Mario (Inter); F. Anderson, Milinkovic-Savic e Biglia (3-Lazio); Bonaventura, Kucka, Niang e Pasalic (Milan); Gabbiadini (1) e Zielinski (Napoli); Chochev e Rispoli (Palermo); Paredes e Strootman (Roma); Berardi (2-Sassuolo), Politano e Ragusa (1); Saponara (Torino/Empoli). 

- 2 reti: Masiello (Atalanta); Di Francesco, Viviani (Bologna); Capuano, Dessena, Ionita, Di Gennaro (Cagliari); De Guzman (Chievo); Trotta (1) e Palladino (1-Crotone); Pucciarelli (Empoli); Badelj, Chiesa e Zarate (Fiorentina); Hijemark, Ninkovic e Rigoni (Genoa); Gagliardini (Inter); Bonucci, A.Sandro, Cuadrado, Chiellini e Rugani (Juventus); Radu, Lulic (Lazio); Locatelli (Milan); Chiriches e Tonelli (Napoli); Bahebeck, Cerri, Campagnaro e Manaj (Pescara); Peres e Totti (2-Roma); Barreto (Sampdoria); Acerbi e Ricci (1-Sassuolo); Maxi Lopez (Torino); Danilo, De Paul (Udinese). 

- 1 rete: Cristante, D'Alessandro, Grassi e Pinilla (1-Atalanta); Helander, Krejci, Masina, Pulgar, Taider e Torosidis, (Bologna); Isla, Bruno Alves, Joao Pedro, Padoin (Cagliari); Cacciatore, Cesar, Gamberini, Gobbi e N. Rigoni (Chievo); Ceccherini, Rosi, Sampirisi, Simy (Crotone); Bellusci, Costa, El Kadduri, Krunic (Empoli); Astori, Borja Valero e Sanchez (Fiorentina); Gakpe', Laxalt e Lazovic (Genoa); D'Ambrosio, Gabigol e Kondogbia (Inter); Benatia, D. Alves, Hernanes, Lichtsteiner, Marchisio (Juventus); Cataldi, De Vrij, Hoedt, Lombardi, Murgia, Wallace (Lazio); Bertolacci, Deulofeu, Mati Fernandez e Paletta (Milan); Giaccherini, Koulibaly, Maksimovic (Napoli); Goldaniga, Gonzales, Jajalo, Sallai, Trajkovski (Palermo); Aquilani, Biraghi (1), Brugman, Memushaj e Muntari (Pescara); Fazio (Roma); Praet (Sampdoria); Acerbi (1), Adjapong, Antei, P. Cannavaro, Iemmello e Sensi (Sassuolo); Acquah, Ajeti, Martinez, Moretti e Rossettini (Torino); Felipe (Udinese). 

Autoreti: 

- 2: Mbaye (Bologna); Izzo (Genoa). 

- 1: Ceppitelli (Cagliari); Dainelli (Chievo); Costa e Skorupski (Empoli); Organ (Genoa); Handanovic, Icardi (Inter); Alex Sandro (Juventus); Kucka e Paletta (Milan); Hysaj (Napoli); Goldaniga (Palermo); Campagnaro (Pescara); Terranova e Acerbi (Sassuolo); Ajeti (Torino).

Calcio: Serie A; classifica

(ANSA) - ROMA, 2 APR - Classifica del campionato di calcio di Serie A dopo gli incontri della 30/a giornata (Napoli-Juventus alle 20.45): 

P G V N P GF GS 

Juventus 73 29 24 1 4 59 19 

Roma 68 30 22 2 6 66 26 

Napoli 63 29 19 6 4 68 32 

Lazio 60 30 18 6 6 52 31 

Atalanta 58 30 18 4 8 51 33 

Inter 55 29 17 4 8 55 31 

Milan 54 30 16 6 8 43 33 

Fiorentina 51 30 14 9 7 47 37 

Sampdoria 41 29 11 8 10 35 34 

Torino 41 30 10 11 9 56 50 

Chievo 38 30 11 5 14 35 43 

Udinese 37 30 10 7 13 38 40 

Cagliari 35 30 10 5 15 39 59 

Bologna 34 30 9 7 14 29 43 

Sassuolo 31 30 9 4 17 37 48 

Genoa 29 30 7 8 14 30 48 

Empoli 22 30 5 7 18 17 48 

Crotone 17 30 4 5 21 23 50 

Palermo 15 30 3 6 21 24 62 Pescara 13 30 2 7 21 30 67. (ANSA).

Maltempo: continuano temporali al Centro-Sud

 La perturbazione di origine atlantica che sta interessando in queste ore l'Italia continuerà a causare precipitazioni, anche temporalesche, sulle regioni centro-meridionali fino a domani. Lo rende noto la Protezione civile, che ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. 

L'avviso prevede, dalle prime ore di domani, lunedì 3 aprile, precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Puglia e Molise, precipitazioni che persisteranno anche su Basilicata, Calabria e Sicilia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. 

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per oggi e domani allerta arancione sui versanti tirrenici della Calabria, mentre domani l'allerta è gialla sulle restanti zone calabresi, sulla Sicilia settentrionale, su Basilicata, Puglia, Molise, Abruzzo e sulla Campania tirrenica.(ANSA).

Tre ipotesi riforma ticket, il 5 incontro Lorenzin-Regioni


(di Manuela Correra) (ANSA) - ROMA, 2 APR - L'obiettivo è, in ogni caso, una maggiore attenzione alle fasce più deboli della popolazione. Si fonda anche su questa premessa la partita che il 5 aprile si aprirà al ministero della Salute, con il primo incontro tra il ministro Beatrice Lorenzin e le Regioni, per arrivare ad una revisione del sistema dei ticket sanitari, già prevista nel Patto per la Salute 2014. Tre sono, al momento, le ipotesi sul tavolo, sulle quali ministro e Regioni avvieranno il confronto. 

I ticket incidono per 3 miliardi di euro sui 113 del Fondo Sanitario Nazionale e, come ha già ipotizzato di recente la stessa Lorenzin, potrebbero essere aboliti agendo ad esempio sulla Spending review. Ma se in generale la cifra che si ricava è bassa, per alcuni territori potrebbe essere difficile sopperire a un taglio netto. Tre dunque, al momento, le possibili strade percorribili già indicate da Lorenzin: una revisione della compartecipazione alla spesa, ovvero i ticket, sulla base dei componenti familiari o della perdita del lavoro, ma a parità di gettito; un recupero di risorse attraverso la Spending review che consenta, eliminando gli sprechi, di immettere più fondi nel sistema, con il risultato di arrivare all'abolizione dei ticket; una revisione delle modalità di raccolta dei ticket con una formula più proporzionale al reddito, vincolando le risorse alle fasce fragili e in difficoltà. L'ipotesi della totale abolizione dei ticket, tuttavia, suscita perplessità sul fronte delle Regioni: "Sottrarre 3 mld al Fondo sanitario, ovvero l'importo derivato dai ticket - afferma all'ANSA il coordinatore degli assessori regionali alla Sanità, Antonio Saitta - per le Regioni rappresenterebbe un problema, perchè vorrebbe dire dover ridurre l'attività nell'ambito dello stesso Fondo per la Sanità". Ad ogni modo, sottolinea, "la priorità è anche approfondire il tema partendo dalla necessità di arrivare ad una omogeneizzazione del sistema su tutto il territorio nazionale. Certamente - aggiunge  - l'attuale crisi economica ed i problemi legati alla povertà  impongono oggi di porre l'attenzione sulle fasce più deboli della popolazione, e su questo concordiamo con il ministro". 



Altro nodo è quello dei ticket sugli esami diagnostici: "Sono alti e ciò porta ad una concorrenza del privato che offre prezzi più bassi. E' un punto - conclude Saitta - su cui intervenire". (ANSA).

Ticket, nel 2015 spesi 1,4 mld euro da italiani


 Circa 1,4 miliardi di euro sborsati dagli italiani nel 2015 per i ticket, a cui si aggiungono 1,1 miliardi per l'intramoenia. Questa la spesa per le prestazioni sanitarie registrata dal rapporto Agenas, con degli squilibri regionali molto ampi, che hanno portato il ministro Lorenzin a ribadire la necessita' di rivedere il sistema. 

La cifra complessiva dei ticket, rileva l'agenzia, e' diminuita del 9,4% nell'intero periodo 2012-2015. 

"A livello regionale - si legge - si riscontrano solo 4 casi in controtendenza rispetto all'andamento nazionale nel 2015 rispetto al 2012. Nel dettaglio si riscontra un aumento della relativa entrata nella Valle d'Aosta (8,0%), nelle Province Autonome di Bolzano (9,9%) e di Trento (19,2%) e nella Regione Emilia Romagna (4,8%)". 

Per quanto riguarda le differenze regionali, la Valle d'Aosta, i cui cittadini hanno speso in media circa 50 euro a testa nel 2015, e' quella con i valori piu' alti, seguita da Friuli Venezia Giulia (37 euro pro capite), Toscana (36,7) ed Emilia Romagna (36). Dall'altro lato della classifica ci sono le regioni del Sud, con la Sicilia a 9 euro pro capite, la Campania a 10 e la Puglia a 12, mentre la media nazionale e' circa 23. 

Anche per l'attività intramoenia dei medici - ovvero l'attività privata nelle strutture sanitarie pubbliche - scrive l'Agenas, c'e' un calo nella spesa negli ultimi anni del 9%. 

"A livello regionale si riscontrano solo 5 casi in controtendenza rispetto all'andamento nazionale nel 2015 rispetto al 2012. Si tratta della Provincia autonoma di Bolzano (+57,3%), quella di Trento (+12,4%), della Regione Molise (+9,7%), Marche (+3,7%) e Umbria (+0,8%)". 

In aumento invece i ticket pagati sul pronto soccorso. La voce e' in aumento, a livello nazionale, in ogni annualita' considerata. Questo ha portato ad un aumento percentuale del 25,8% nell'intero periodo 2012-2015. A livello regionale si riscontrano 7 casi in controtendenza rispetto all'andamento nazionale nel 2015 rispetto al 2012. Si registrano, infatti, cali nella Regione Calabria (-55,4%), Campania (-49,1%), Sicilia (-20,5 %), Friuli (-16,3 %), Umbria (-8,9 %), Liguria (-5,1 %), e Lombardia (-2,4 %).(ANSA).

Kate Upton hot in costume da bagno: nuovo scatto social


L’acqua il nuovo petrolio «Rischio siccità per 4 miliardi»

Avvenire
(Federica Zoja) Mentre in 41 nazioni del mondo l’acqua continua a rappresentare un desiderio – se non una chimera – per uomini, donne e bambini, l’Unione Europea conserva come criterio discriminante delle  proprie politiche di accoglienza la distinzione fra rifugiati e migranti economici. Eppure, coloro che vengono definiti «migranti economici» sono spesso costretti ad abbandonare i  Paesi di origine a causa di siccità, carestie e disastri ambientali che impoveriscono aree  tradizionalmente fertili e favorevoli alla vita umana, e talvolta innescano spirali di violenza e odio.

La missione di Gentiloni e la divina modernità di Francesco

La Repubblica 
(L'editoriale di Eugenio Scalfari) Il pontefice non cessa di stupirci. Con le sue parole che confermano, insieme all'immutabile ed anzi crescente fede in Dio, il suo approccio ad un Dio unico che è il tutto -- Non ci sono molte novità nella politica italiana ed europea rispetto alla scorsa settimana. Resta una gran confusione e una rabbia sociale profonda

Venerdì santo. Anne-Marie Pelletier: nella mia Via Crucis risuona il dolore del mondo


Avvenire 

(Laura Badaracchi) Le meditazioni del Venerdì Santo affidate alla biblista francese: la scelta conferma l'attenzione di papa Francesco verso l'universo femminile. «Dare spazio alle donne fa bene alla Chiesa» -- Sono state preparate dalla biblista francese Anne-Marie Pelletier, docente di Sacra Scrittura ed Ermeneutica biblica, le meditazioni che saranno lette il prossimo 14 aprile, Venerdì Santo, durante il rito della Via Crucis presieduto da Papa Francesco al Colosseo. 

“La mia lotta per le donne dentro al mondo islamico” intervista a Sherin Khankan

La Stampa
(a cura di Raffaella Silipo) «È un lungo viaggio e siamo solo all’inizio, non sappiamo ancora dove ci condurrà». Vive da  sempre tra due mondi, la giornalista e scrittrice danese Sherin Khankan, una delle pochissime imam donne dell’Occidente, che oggi a Torino per Biennale Democrazia parla di «Donne e religioni:  emancipazione e oppressione». Figlia di un’infermiera cattolica finlandese e di un rifugiato siriano  torturato e imprigionato per opposizione al regime, ha una laurea in Sociologia delle religioni e  Filosofia a Copenaghen e un master a Damasco.

Italia Visita pastorale del Santo Padre Francesco a Carpi. Omaggio floreale al Monumento che ricorda le vittime del terremoto. Il ritorno in Vaticano

a cura Redazione "Il sismografo") 
Al termine dell’incontro, verso le 17.12, svoltosi nella Piazza antistante il Duomo di Mirandola, con le popolazioni colpite dal terremoto. Sulla piaza il Santo Padre salutò e dialogò con numerose persone, in particolare bambini giovani e anziani. Il Santo Padre Francesco poi si è trasferito, alle 17.25, nella papamobile alla Parrocchia di San Giacomo in Roncole per l’omaggio floreale al Monumento commemorativo delle vittime del sisma, situato nella zona adiacente alla Parrocchia.
Quindi, dopo essersi congedato dalle Autorità che lo hanno accolto al mattino, dopo alle ore 178.50 ca. dovrebbe decollarel'elicottero dell'Aeronautica Militare Italiana, dal campo sportivo adiacente alla Parrocchia, per portare Papa Francesco di ritorno a Roma (Vaticano). L’atterraggio sull’eliporto Vaticano è previsto dopo 90 minuti ca. 

TENTA DI UCCIDERE IL FIGLIO E SI SUICIDA, BAMBINO E' SALVO

UOMO MORTO IN AUTO NEL PISANO, PICCOLO APRE PORTIERA E FUGGE Un uomo di 43 anni, della provincia di Firenze, è stato trovato morto nella sua auto a Montecatini Val di Cecina, vicino Volterra, in provincia di Pisa. In salvo il figlio di 9 anni. L'ipotesi degli inquirenti è che l'uomo si sia suicidato, dopo aver tentato di togliere la vita al figlio. Per farlo, avrebbe usato il gas di una bombola trovata nella macchina. Ma il bambino, quando l'auto era già satura di gas, sarebbe riuscito ad aprire la portiera e ad allontanarsi. 
ansa

GB ALZA SICUREZZA ANTI-TERRORISMO IN AEROPORTI E CENTRALI

DECISIONE DOPO ALLARME NUOVE MINACCE TECNOLOGICHE DALL'ISIS Misure di sicurezza ulteriormente rafforzate in Gran Bretagna, per aeroporti e centrali nucleari, sulla scia degli allarmi su possibili nuove minacce tecnologiche dall'Isis, che potrebbe aver già sviluppato sistemi per imbottire di esplosivo laptop, tablet o telefoni cellulari in grado di sfuggire agli attuali controlli. L'avvertimento ha effetto immediato, scrive il Sunday Telegraph, citando fonti dell'intelligence. E si aggiunge alle misure restrittive imposte da Londra, dopo il bando deciso dagli Usa, per vietare l'imbarco di pc e tablet sugli aerei in arrivo da alcuni Paesi islamici. Al timore per i voli si unisce ora quello per gli impianti nucleari: a rischio, secondo il governo britannico, di attacchi da parte di "terroristi, spie straniere o hacker" capaci di bucarne le difese elettroniche. 
ansa

L'IMPEGNO DEL PRINCIPE CARLO PER AMATRICE, 'FAREMO QUALCOSA'

MEZZ'ORA TRA LE MACERIE DELLA ZONA ROSSA, POI DAI VOLONTARI 'Faremo qualcosa per Amatrice', è l'impegno preso dal principe Carlo d'Inghilterra con il sindaco della cittadina distrutta dal terremoto del 24 agosto, Pirozzi, dopo una visita tra le macerie della zona rossa. Carlo, con il capo della Protezione civile Curcio, ha camminato per circa mezz'ora fino alla torre civica. Poi ha incontrato i volontari e visitato il Centro operativo intercomunale allestito dopo il sisma. Non è andato invece il primo cittadini, che ha confermato la volontà di tornare nel centro storico 'solo quando sarà ricostruito'. 
ansa

NUOVI CORTEI DI PROTESTA A MOSCA, ALMENO 29 ARRESTI

TANTA POLIZIA UNA SETTIMANA DOPO IL FERMO DI NAVALNI Decine di persone, almeno 29 secondo l'Interfax, sono state arrestate a Mosca durante manifestazioni non autorizzate una settimana dopo le proteste anti-governative scoppiate in tutta la Russia che hanno condotto all'arresto di Alexei Navalni. Massiccia la presenza della Polizia: l'accesso alla Piazza Rossa è possibile solo passando dal metal-detector. Bloccata piazza Pushkin, tradizionale punto di incontro dei manifestanti. Gli arrestati sono accusati di aver violato l'ordine pubblico. 
ansa

Cardinale Scola smentisce Papa Francesco sui preti sposati

Aldo Cazzullo su "Il Corriere della Sera" ha intervistato il Cardinale Scola di Milano che sui preti sposati afferma che non gli risulta che Papa Francesco stia pensando a consentire ai preti di sposarsi (ndr)
Di seguito uno stralcio dell'intervista:

Non crede che servirebbe anche consentire ai preti di sposarsi? Pare che Bergoglio ci stia pensando.

«Non mi risulta. È giusto che approfondiamo sempre le ragioni della scelta del celibato; ma nella Chiesa esiste un magistero, e il magistero dà indicazioni. Paolo VI e i suoi successori hanno riflettuto in profondità su questo tema».


Qual è la sua opinione?



«Il celibato non è una regola estrinseca. Affonda le sue radici nello stile di vita di Gesù, nell’opzione della verginità, che con l’obbedienza, la povertà e la castità è sempre stata sentita dalla Chiesa latina come un alimento sorgivo e potente del sacerdozio. Non è solo il “cuore indiviso” di cui parla Paolo. È la scelta di offrire la rinuncia alla dimensione “genitale” della sessualità per nulla anteporre all’amore di Cristo, che il celibe intende imitare “sine glossa”, “senza aggiunta”».


Non è una rinuncia crudele?



«Al di là delle fragilità, trovo nei sacerdoti molta gioia e molta serenità di fronte a questa vocazione che si lascia prendere a servizio della domanda di senso degli uomini. In particolare, gli sposi sentono i preti come accompagnatori spirituali di una vita. Uomini capaci di rispettare una cosa che vedo poco rispettata: l’autentica dimensione sessuale dell’io. Tutti dobbiamo fare i conti, dalla nascita alla morte, con questa dimensione della nostra personalità. Un accompagnamento spirituale personalizzato risulta un grande dono offerto alla società. Anche molte persone che dicono di non credere si rivolgono ai sacerdoti per un aiuto».

Calcio: pugno ad avversario, 3 giornate a Barbosa del Vicenza


Tre turni di squalifica sono stati inflitti dal giudice sportivo di serie B al giocatore del Vicenza Renato Barbosa Vischi, espulso al termine della gara col Perugia "per avere colpito un avversario con un pugno al volto. L'infrazione è stata rilevata da un'assistente dell'arbitro". Sono stati invece fermati per una giornata 13 giocatori, due dei quali, Adejo del Vicenza e Almici dell'Ascoli, espulsi nel corso delle rispettive gare per doppia ammonizione. 

Gli altri squalificati per un turno sono Adorjan (Novara), Ardemagni (Avellino), Benedetti (Cittadella), Cisse (Benevento), Cremonesi (Spal), Crimi (Cesena), Lollo (Carpi), Moras (Bari), Paghera (Avellino), Pulzetti (Spezia) e Soddimo (Frosinone). 

Una giornata di stop dovrà osservare anche l'allenatore del Bari, Stefano Colantuono, espulso durante la partita con la Pro Vercelli "per avere, al 40' pt, contestato una decisione arbitrale e rivolto al direttore di gara un epiteto insultante". (ANSA).

Il Vangelo della domenica. Io sono la risurrezione e la vita (Gv 11, 3-7.17.20-27.33b-45)

(a cura Redazione "Il sismografo")
"In quel tempo, le sorelle di Lazzaro mandarono a dire a Gesù: «Signore, ecco, colui che tu ami è malato». All’udire questo, Gesù disse: «Questa malattia non porterà alla morte, ma è per la gloria di Dio, affinché per mezzo di essa il Figlio di Dio venga glorificato». Gesù amava Marta e sua sorella e Lazzaro. Quando sentì che era malato, rimase per due giorni nel luogo dove si trovava. Poi disse ai discepoli: «Andiamo di nuovo in Giudea!».
Quando Gesù arrivò, trovò Lazzaro che già da quattro giorni era nel sepolcro. Marta, come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa. Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà». Gesù le disse: «Tuo fratello risorgerà».

Nel 2016 oltre 108 milioni di persone hanno sofferto di malnutrizione. La piaga della fame

L'Osservatore Romano
La piaga della fame nel mondo è tutt’altro che estirpata e lo spettro della malnutrizione continua ad affliggere il pianeta, con 108 milioni di affamati nel 2016. È quanto denunciano l’Onu e l’Unione europea in un rapporto diffuso ieri, che indica come principale responsabile di questa immensa tragedia senza fine un mix letale di conflitti, aumento record dei prezzi delle derrate alimentari e condizioni climatiche estreme.

Jóvenes de América Central y México recibirán en el Vaticano icono de la JMJ


EFE - Terra 

Una misión de la diócesis de Panamá, junto a un delegado de los países centroamericanos y de México, recibirán el próximo 9 de abril en la Plaza de San Pedro, en el Vaticano, la Cruz Peregrina y el icono de la Virgen María de la Jornada Mundial de la Juventud (JMJ). 

Stati Uniti USA in direzione opposta alla Laudato si’

SettimanaNews 
(Maria Teresa Pontara Pederiva) Con un ordine esecutivo presidenziale, dal titolo significativo di Energy Independence, il 28 marzo negli Stati Uniti sono state annullate o quantomeno fortemente indebolite (il termine inglese recita «vanificate») le numerose misure di salvaguardia ambientale che erano state messe a punto nei due mandati dell’amministrazione Obama. 

A Barcellona il cardinale Baldisseri parla del prossimo sinodo. In ascolto dei giovani

L'Osservatore Romano
Con il prossimo sinodo dei vescovi è tutta la Chiesa che si mette alla scuola dei giovani, per “imparare” da loro, facendosi attenta «alle persone concrete, che non sono automi replicanti a cui si chiede sottomissione», così come «la pastorale non è una semplice applicazione di regolamenti o prassi fredde e burocratiche, ma è ascolto, dialogo, confronto, progetto, verifica e rilancio». Lo ha sottolineato il cardinale Lorenzo Baldisseri intervenendo a un simposio svoltosi a Barcellona dal 28 al 31 marzo per iniziativa del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee).

Europa Laico o religioso, il messaggio sul Trattato di Roma resta lo stesso

Vatican Insider 
(Lisa Palmieri-Billig) La firma del Trattato di Roma è stata al centro di una settimana di attività religiose a Roma, che hanno avuto come tema il futuro dell’Europa. Ogni genere di gruppo, dal laico al religioso, ha preso parte alle celebrazioni, e alle interpretazioni del significato del 60esimo anniversario del Trattato di Roma.

Italia Francesco in Emilia per dare speranza ai terremotati


Vatican Insider
(Domenico Agasso jr) Il Papa nella terra colpita dal sisma del 2012. La Messa a Carpi e l’incontro con la gente a Mirandola. Era già venuto il suo predecessore, il papa emerito Benedetto XVI. Oggi tocca a papa Francesco essere in Emilia Romagna, per la visita alle zone colpite nel 2012 dal terremoto. L’elicottero del Pontefice atterra al campo di rugby e pista di atletica «Dorando Pietri» della cittadina emiliana. Due saranno i momenti centrali della visita: la Messa di questa mattina in piazza Martiri a Carpi e l’incontro con le popolazioni terremotate questo pomeriggio a Mirandola. Come ha detto a Vatican Insider

Europa Incontro Comece-Cec. Chiese e progetto europeo

L'Osservatore Romano
«Le sfide inedite di oggi esigono che si operi ancor di più per la pace, la giustizia e la solidarietà. Crediamo più che mai nel progetto europeo e che un cammino comune fondato su valori condivisi sia la migliore delle strade». È quanto si legge nella dichiarazione diffusa ieri a Bruxelles al termine dell’incontro fra il cardinale Reinhard Marx, presidente della Commissione degli episcopati della Comunità europea (Comece), e il reverendo anglicano Christopher Hill, presidente della Conferenza delle Chiese europee (Cec).

Terrorismo: due anni fa la strage di Garissa in Kenya. 148 le vittime


SIR 

“L’educazione è l’arma più potente che esista per superare conflitti religiosi, tribalismo, ignoranza e povertà. Chi studia potrà costruirsi una vita e non sarà attratto da chi offre una paga in cambio dell’arruolamento in un movimento radicale”. Lo raccontava in un’intervista al Sir il vescovo di Garissa (Kenya), monsignor Joseph Alessandro, ricordando la strage compiuta

Vaticano The three keys of Pope Francis’ policy to combat Jihadist terrorism

Rome Reports
For Pope Francis it is crucial that the first to condemn jihadist terrorism are Muslim religious leaders. It is vital to clarify that fundamentalists manipulate Islam. Pope Francis - September 20, 2016 - "Only peace is holy and not war." - July 27, 2016. "All religions want peace. The others want war. It is understood?". It is a constant theme that he has repeated on his travels to Muslim

Italia Il Papa prega per Colombia, Congo, Venezuela e Paraguay

Vatican Insider
(Andrea Tornielli) L’appello di Francesco all’Angelus dalla piazza di Carpi: il pensiero per le vittime degli scontri in Africa e in America Latina, e per gli alluvionati colombiani. Una preghiera per le vittime dell’alluvione in Colombia. Una preghiera perché cessino i «sanguinosi scontri armati» in Congo, attenzione e vicinanza alle popolazioni di Venezuela e Paraguay, due Paesi latinoamericani che vivono momenti di difficili di instabilità politica e rivolte. Sono gli appelli di Papa Francesco prima della recita della preghiera dell’Angelus dalla piazza dei Martiri di Carpi, dove ha incontrato le popolazioni terremotate dell’Emilia.

Italia Papa, Liliana Cavani: “Io a Tv2000 ? Mio nonno ateo avrebbe detto ‘caspita’”


TV2000 

La regista nata a Carpi cresciuta in una famiglia atea ha commentato negli studi di Tv2000 la visita di Francesco: “E’ la festa della cooperazione tra credenti e non credenti”
“Mio nonno che era ateo avrebbe detto ‘caspita’” della mia presenza oggi alla televisione dei vescovi italiani per commentare la visita del Papa a Carpi. Lo ha detto la regista Liliana Cavani, nata proprio a Carpi e vissuta in una famiglia atea, ospite oggi del programma ‘Il Diario di Papa Francesco’ su Tv2000. Tra i film diretti dalla Cavani c’è anche ‘Francesco’, pellicola del 1989 sul ‘poverello d’Assisi’.

Vaticano Papa a Carpi (Osservatore Romano)


(a cura Redazione "Il sismografo")

Italia Il futuro del Sud è nella sua terra

Sole 24 Ore 
(Nunzio Galantino) Senza agricoltura non ci sono né turismo, né tutela dell’ambiente Attraversare la distesa di campi coltivati della mia terra di origine continua a provocare in me  riflessioni sempre meno pacificate. Forse quella dei campi coltivati e delle persone che li lavorano  sta diventando una delle realtà più contraddittorie di questo tornante della nostra storia. Di quella  economica, civile, sociale e politica. Da una parte, infatti, non si ferma il lamento – talvolta un vero  e proprio grido – che denunzia la condizione di precarietà e la evidente non remuneratività del  lavoro dei campi; dall’altra, vi sono dati che continuano a presentare il comparto agricolo come  spazio dalle performance certamente positive.

Vaticano Is it time for a dramatic flourish from US bishops on immigration?

Crux
(John Allen) A few days ago, I found myself in Rome sitting with Cardinal Peter Turkson of Ghana, head of the Vatican’s new Dicastery for Promoting Integral Human Development, and thus in some ways Pope Francis’s point man on peace-and-justice issues. Inevitably, I asked Turkson what he makes of Donald Trump so far. He answered, saying he worries that what he sees as Trump’s “insular” approach to keeping America safe may imperil global security.

Europa Di prudenza si muore

Corriere della Sera
(Claudio Magris) «Presidente Erdogan, La smetta con gli innominabili paragoni col nazismo! Lei mette in pericolo  ciò che Lei stesso ha costruito insieme agli altri! Non recida il legame con coloro che vogliono  l’associazione della Turchia! Rispetti lo Stato di diritto e la libertà dei media e dei giornalisti!  Restituisca la libertà a Deniz Yücel!».  Frasi nette e decise come i loro punti esclamativi, che si sentono troppo di rado nell’Unione  Europea. A dirle con schietta e ferma durezza è stato, pochi giorni fa, il nuovo Presidente della  Repubblica Federale di Germania, Frank-Walter Steinmeier, nei suoi due discorsi al Parlamento  tedesco.

BIMBO DI DUE ANNI CADE IN UN POZZO, E' GRAVISSIMO

IL NONNO SI E' CALATO PER SALVARLO, MA E' IN COMA Sono gravissime le condizioni del bimbo di due anni caduto in un pozzo di 8 metri ieri sera a Velletri, vicino Roma. Il piccolo è ricoverato all'ospedale Bambino Gesù di Roma. Secondo una prima ricostruzione, il bimbo stava giocando in giardino quando, approfittando di un attimo di distrazione della mamma e del nonno, si è avvicinato al pozzo recintato ed è caduto all'interno. Il nonno si è calato per salvarlo e poco dopo, all'arrivo dei Vigili del fuoco, il bimbo è stato portato in superficie. Rianimato dagli operatori del 118 è stato trasportato in ospedale dove è giunto in coma. (ANSA).

GIOVANE ACCOLTELLATO DOPO LA DISCOTECA A BRESCIA, È GRAVE

UN SUDAMERICANO DI 21 ANNI COLPITO PIU' VOLTE ALL'ADDOME Un 21enne di origine colombiana è stato accoltellato stamattina attorno alle 6 a Brescia, all'uscita di una discoteca vicina in via Corsica. Al momento dell'aggressione il giovane era in compagnia della fidanzata, ora sotto choc, ascoltata a lungo dalla polizia che sta indagando sul tentato omicidio. Il giovane è stato raggiunto da alcuni fendenti all'addome e trasportato all'ospedale Poliambulanza dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Le sue condizioni sono gravissime. Intanto, è caccia all'aggressore. Il 21enne aveva trascorso la nottata nel locale 'Disco Volante' con la fidanzata, la lite sarebbe cominciata all'interno, secondo le testimonianze degli amici del giovane raccolte dalla Polizia. 
ansa

OLTRE 250 MORTI SOTTO LA FRANA IN COLOMBIA, 200 DISPERSI

UNA ECATOMBE A MOCOA, MOLTI SORPRESI NEL SONNO DAL FANGO E' salito a 254 il numero dei morti sotto l'enorme valanga di fango che si è abbattuta nella notte tra venerdì e sabato nella cittadina colombiana di Mocoa, 40mila abitanti, nel sudovest del paese. Una vera ecatombe, visto che i dispersi sarebbero più di 200. Il presidente della Repubblica Santos ha dichiarato lo stato di calamità. Molte delle vittime sono state sorprese nel sonno dalla frana di acqua e fango che ha travolto tutto. 
ansa

IL PRINCIPE CARLO NELLA ZONA ROSSA DI AMATRICE

SINDACO, TORNERO' SOLO QUANDO SARA' RICOSTRUITO Il principe Carlo d'Inghilterra ha visitato per circa mezz'ora la zona rossa del centro di Amatrice distrutta dal terremoto del 24 agosto, arrivando fino alla torre civica. Con lui il capo della Protezione civile Curcio, non il sindaco Pirozzi, che pure ha accolto Carlo nella cittadina. 'Dal 24 agosto non sono più entrato nella zona rossa, perché guardo al futuro. Tornerò in centro storico quando sarà ricostruito', ha detto. 
ansa