martedì 4 aprile 2017

Papa: con misericordia e perdono, Gesù è pienezza della legge

Gesù, che giudica “con misericordia”, è la “pienezza” della legge. Così Papa Francesco nella consueta Messa mattutina a Casa Santa Marta, invitando a non giudicare “nel cuore gli altri” ma a perdonare. Il servizio di Giada Aquilin
Di fronte a peccati e corruzione, è Gesù la sola “pienezza della legge”. Papa Francesco nell’omelia della Messa a Casa Santa Marta riflette sull’odierno Vangelo di Giovanni che propone il brano in cui Cristo, a proposito della donna sorpresa in adulterio, dice a chi l’accusa: “Chi di voi è senza peccato, getti per primo la pietra contro di lei”. Il Pontefice si sofferma anche sulla Lettura, tratta dal libro del profeta Daniele, dedicata a Susanna, verso la quale due anziani giudici del popolo avevano orchestrato un “adulterio finto, fittizio”, spiega il Papa. Lei, aggiunge, è costretta a scegliere tra la “fedeltà a Dio e alla legge” e “salvare la vita”: era comunque fedele al marito, osserva Francesco, anche se forse era una donna che aveva altri peccati, “perché tutti siamo peccatori” e “l’unica donna che non ha peccato è la Madonna”. Nei due episodi s’incontrano dunque “innocenza, peccato, corruzione e legge”, perché “in ambedue i casi i giudici erano corrotti”:
“Sempre ci sono stati nel mondo giudici corrotti … Anche oggi in tutte le la parti del mondo ce ne sono. E questi … Perché viene la corruzione in una persona? Perché una cosa è il peccato: “Io ho peccato, scivolo, sono infedele a Dio, ma poi cerco di non fare di più o cerco di sistemarmi con il Signore o almeno so che non sta bene”. Ma la corruzione è quando il peccato entra, entra, entra, entra nella tua coscienza e non ti lascia posto neppure per l’aria”.
Tutto, cioè, “diventa peccato”: questo “è corruzione”. I corrotti, prosegue il Papa, credono “con impunità” di far bene. Nel caso di Susanna, gli anziani giudici “erano corrotti dai vizi della lussuria” minacciando di rendere “falsa testimonianza” contro di lei. Non è, poi, il “primo caso” riflette Francesco, che nelle Scritture appaiano false testimonianze: ricorda proprio Gesù, “condannato a morte con falsa testimonianza”. Nel caso della vera adultera, troviamo ad accusarla altri giudici che, spiega il Pontefice, “avevano perso la testa” facendo crescere in loro un’interpretazione della legge “tanto rigida che non lasciava spazio allo Spirito Santo”: cioè “corruzione di legalità, di legalismo, contro la grazia”. E poi c’è Gesù, vero Maestro della legge di fronte ai giudici falsi, che avevano “pervertito il cuore” o che davano sentenze ingiuste “opprimendo gli innocenti e assolvendo i malvagi”:
“Gesù dice poche cose, poche cose. Dice: ‘Chi di voi è senza peccato, getti per primo la pietra contro di lei’. E alla peccatrice: ‘Io non ti condanno. Non peccare più’. E questa è la pienezza della legge, non quella degli scribi e farisei che avevano corrotto la sua mente facendo tante leggi, tante leggi, senza lasciare spazio alla misericordia. Gesù è la pienezza della legge e Gesù giudica con misericordia”.
Lasciando libera la donna innocente, a cui Gesù dice “Mamma” perché - spiega Francesco - “sua madre è l’unica innocente”, ai giudici corrotti si riservano “parole non belle” per bocca del profeta: “Invecchiati nei vizi”. L’invito del Papa è allora a pensare alla malvagità “con la quale i nostri vizi giudicano la gente”:

“Anche noi giudichiamo nel cuore gli altri, eh? Siamo corrotti? O ancora no? Fermatevi. Fermiamoci. E guardiamo Gesù che sempre giudica con misericordia: ‘Neppure io ti condanno. Va’ in pace e non peccare più’”.
radio vaticana

Mons. Zuppi: una visita importante quella del Papa a Carpi

E’ stata una visita importante, perché Francesco porta le periferie al centro. Così l’arcivescovo di Bologna, mons. Matteo Zuppi commenta la giornata di ieri del Papa a Carpi e Mirandola.
R. – La cittadina di Carpi arriva a 60-70 mila persone in tutto, per cui potrebbe essere considerata minore. In realtà, come tutte le sue scelte, Papa Francesco rende grande quello che sembra piccolo, rende centrale quello che sembra periferico. E’ andato lì perché le conseguenze del terremoto sono ancora così profonde, ma anche per invitare tutti quanti a non restare da soli nelle grotte: c’è speranza per chiunque. Ed è stato un messaggio di intelligente speranza, di una speranza che risponde a quelle domande che tante volte ormai accettiamo con rassegnazione, a cui sembra impossibile trovare una risposta. L’altra annotazione è questa: ieri c’erano moltissimi disabili. Anche questo, credo, ha reso la visita ancora più importante: perché è un messaggio rivolto a tutti, a chi ha subito la forza terribile del terremoto e a tutti quelli che hanno subito un terremoto in altri termini. È per tutti un invito alla speranza, ad alzarci,  a rispondere e fare nostra questa forza di amore che il Signore ci dona.
D. - Il Papa ha poi reso centrale anche l’estrema periferia di Mirandola, l’epicentro del sisma. Lì ha reso omaggio alle vittime del terremoto, ha invitato ad essere solerti nella ricostruzione. Ha indirizzato questo messaggio a tutti gli attori coinvolti, è stato un messaggio non solo un squisitamente spirituale ma proprio di incisività sociale, civile …
R. - Non c’è dubbio. Credo che questo messaggio non va soltanto sentirlo per le zone che sono colpite da fenomeni simili, pensiamo anche oggi alla sofferenza dei terremotati di Amatrice e di tutte quante le zone colpite recentemente. A mio parere è qualcosa che vale per tanti altri aspetti della vita comune, di questa casa comune che dobbiamo curare, tante volte, al contrario, aspettiamo,  rimandiamo, pensiamo che sia sempre compito di altri e quindi ci si richiude. È un messaggio di grande speranza, ma anche di grande responsabilità. Credo che  in questi momenti, in cui è facile piangersi addosso o cercare di conservare il poco che abbiamo, dobbiamo, invece, provare a guardare al futuro con speranza. Credo che siano parole che valgano un po’ per tutti gli aspetti della nostra vita comune.
radio vaticana
ansa

40th clergy sex abuse lawsuit demands $10M

Guam’s clergy sex abuse lawsuits reached 40 on Monday, April 3, when a man alleged former priest Louis Brouillard sexually abused him.
An accuser with the initials J.C.T., represented by attorney David Lujan,  filed suit to demand a jury trial and $10 million in minimum damage, according to court documents. Since last week, some plaintiffs have chosen to use their initials to protect their identity, their lawyers said.
The latest lawsuit, filed in the District Court of Guam, named the Archdiocese of Agana, the Boy Scouts of America and Brouillard as defendants, along with up to 50 others who may have aided, abetted, concealed or covered up the alleged abuse.
Brouillard was also a scout master in the Boy Scouts of America while he was a priest on Guam. Most of the 40 lawsuits filed so far in local and federal courts accuse Brouillard, who has admitted to abusing at least 20 boys on Guam when he was a priest here.
The Boy Scouts of America’s Aloha Council, which has jurisdiction over the Guam chapter, has said it deeply regrets the abuse and extends its deepest apologies to victims and their families.
Pacific Daily News

Mosul, la Chiesa in aiuto di migliaia di profughi musulmani. Mar Sako: uniti contro Daesh

Iraq 

AsiaNews 

Questa mattina il primate caldeo ha visitato due campi profughi alla periferia della metropoli. Ad Hammam al Halil sono ospitate 25mila persone. La delegazione del patriarcato ha consegnato aiuti e denaro. “Non siamo Kuffar, infedeli - ha detto il primate caldeo - vogliamo salvare il mosaico dell’Iraq”.

Vaticano Refugiados: Vaticano recebe três famílias da Síria


Agência Ecclesia 

O Vaticano acolhe mais três famílias de refugiados vindos da Síria, anunciou hoje a Esmolaria Apostólica, organismo para as ações caritativas do Papa. Em abril de 2016, após uma viagem à ilha grega de Lesbos, o próprio Francisco promoveu a ida para Roma de 21 pessoas, refugiados sírios.

Myanmar Organizzazioni cristiane sull’inchiesta dell’Onu. Giustizia per i rohingya

L'Osservatore Romano
Un «messaggio importante»: la Chiesa cattolica in Myanmar e varie organizzazioni della società civile hanno espresso piena soddisfazione per la decisione del consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite di avviare un’inchiesta ufficiale e una missione specifica per indagare sulle violazioni dei diritti umani contro i musulmani rohingya nello stato birmano di Rakhine. La missione d’inchiesta internazionale indipendente dovrà accertare la piena responsabilità e garantire giustizia per le vittime. Contestualmente, si prolunga di un anno il mandato del relatore speciale dell’Onu sulla situazione dei diritti umani in Myanmar.

Iraq Io, cristiana salvata a Mosul da una famiglia musulmana. La storia di Josa

Tv2000
(Reportage di Massimiliano Cochi, con le immagini di Lucio Ciavola, da Erbil). I nostri inviati hanno incontrato una donna, Josa, cristiana, di 83 anni, che a Mosul una famiglia musulmana ha nascosto in casa salvandole la vita. Josa ha vissuto momenti drammatici ed è stato impossibile per lei andare in chiesa. Quando è tornata a fare la comunione, dopo tre anni, è scoppiata a piangere.

Cardinal Sarah's unfortunate speech on liturgy

Germania

 NC Reporter 

(Michael Sean Winters) Cardinal Robert Sarah, Prefect of the Congregation for Divine Worship, sent a text to a colloquium in Germany called to commemorate the 10th anniversary of Pope Benedict XVI’s motu proprio Summorum Pontificum. Much that the cardinal had to say was unexceptional and I found myself in agreement with parts of the text. But, other parts seemed unnecessarily harsh and even foolish. He stated: Certainly, the Second Vatican Sacrosanctum Concilium, n. 1). Certainly, some fine initiatives were taken along these lines. However we cannot close our eyes to the disaster, the devastation and the schism that the modern promoters of a living liturgy caused by remodeling the Church’s liturgy according to their ideas.

Russia Archbishop laments 'curse of terrorism' after St. Petersburg attack

CNA 
Archbishop Paolo Pezzi of Moscow offered his prayers and condolences following a deadly explosion in the St. Petersburg metro on Monday afternoon. “With deep sorrow, I learned about the villainous terrorist act in St. Petersburg, which killed nine people and caused suffering and grief to many people,” the archbishop said in an April 3 statement. 

Vaticano Vivid la memoria

 AlfayOmega 
(José Luis Restán) Si hay algo que rechaza la cultura dominante, especialmente la que se configura en torno al mundo juvenil, es la memoria. Pero sin memoria no existe la fe ni se sostiene la Iglesia. Francisco se lo ha contado a los jóvenes en un mensaje trepidante y lleno de chispa, destinado a alimentar el itinerario hacia la JMJ que tendrá lugar en Panamá, en 2019. Frente a todos los vientos de la época, el Papa sostiene que ser joven no significa estar desconectado del pasado. Al contrario, lo primero que debe entender un joven cristiano es que su historia personal «forma parte de una de una larga estela, de un camino comunitario que nos ha precedido durante siglos». 

Il gesuita e il tema delle dimissioni «Francesco mi disse di prendere in considerazione la sfida di Benedetto»


Corriere della Sera 
(Gian Guido Vecchi) Parole significative quelle che il generale emerito della Compagnia di Gesù riporta in un articolo. Padre Nicolás scrive anche che il pontefice gli disse: «Chiedo al buon Dio che mi porti con sé quando i cambiamenti saranno irreversibili».

Egito: Papa e grande imã de al-Azhar encerram em conjunto conferência sobre a paz


Agência Ecclesia 

O Vaticano anunciou hoje o programa oficial da viagem do Papa ao Egito, de 28 a 29 de abril, na qual Francisco vai visitar o grande imã de al-Azhar. A partida de Roma está prevista para a manhã de 28 de abril, uma sexta-feira, com chegada ao Cairo pelas 14h00 locais (menos uma em Lisboa). Após o acolhimento oficial e a cerimónia de boas-vindas no Palácio Presidencial de Heliópolis, o Papa encontra-se com o presidente egípcio, Abdel Fattah al-Sisi

La iglesia Católica Colombiana donará ahorros para ayudar a superar la tragedia en Mocoa

Colombia
Caracol Radio 
La iglesia católica lamentó profundamente el desastre natural que ha dejado centenas de muertos en Mocoa. Desde Tunja (Boyacá), monseñor Luis Augusto Castro Quiroga, máximo jerarca de la iglesia en Colombia, envió un mensaje solidario a los damnificados de la tragedia, e indicó que la iglesia se encuentra en oración permanente por todas las víctimas.

Cardinal Burke says he is “sympathetic” to marriage difficulties

Stati Uniti 

 Crux 

(Charles Collins) In a new interview, Cardinal Raymond Burke says couples who are divorced and remarried can receive the sacraments if they firmly resolve to live chastely, and “to take all measures to live chastely.” Burke is the most vocal critic of interpreting Pope Francis’s 'Amoris Laetitia' in such a way which would allow those in “irregular unions” to receive communion. 

Zhejiang, telecamere ‘anti-terrorismo’ nelle chiese di Wenzhou. Le proteste dei cristiani

AsiaNews 
Le autorità hanno ordinato alle chiese di installare telecamere ai cancelli, sui podi, presso le cassette per le offerte e in altri luoghi. L’ordine dato dopo tre anni dalla campagna per la demolizione di croci e chiese. Cresce il controllo sulle attività religiose nel Paese.

I santi del 04 Aprile 2017


Sant' ISIDORO DI SIVIGLIA   Vescovo e dottore della Chiesa - Memoria Facoltativa
560? - 4 aprile.636
Ultimo dei Padri latini, Isidoro di Siviglia (560-636) fu molto letto nel Medioevo, soprattutto per le sue «Etimologie», un'utile "somma" della scienza antica...
www.santiebeati.it/dettaglio/26600

San BENEDETTO IL MORO   Religioso
San Fratello (Messina), 1526 - 4 aprile 1589
Copatrono - con santa Rosalia - della diocesi di Palermo, Benedetto Manassari nacque a San Fratello (Messina) nel 1526 da genitori discendenti di schiavi africani. A 21 anni entr&o...
www.santiebeati.it/dettaglio/31700

Santi AGATOPODO E TEODULO   Martiri
† Tessalonica, 302 circa
www.santiebeati.it/dettaglio/93000

San PLATONE   Abate in Bitinia
Costantinopoli, 740 circa – Studion, 4 aprile 814
www.santiebeati.it/dettaglio/48475

San PIETRO DI POITIERS   Vescovo
m. 1115
www.santiebeati.it/dettaglio/48510

TRANSITO DI SANT’AMBROGIO   
† Milano, 4 aprile 397
L’Arcidiocesi di Milano commemora, il giovedì in albis, il transito del suo santo vescovo Ambrogio. Nella Messa del giorno è possibile la proclamazione, in alte...
www.santiebeati.it/dettaglio/96410

San GAETANO CATANOSO   Fondatore
Chorio di San Lorenzo, Reggio Calabria, 14 febbraio 1879 - Reggio Calabria, 4 aprile 1963
Gaetano Catanoso nacque a Chorio di San Lorenzo, Archidiocesi di Reggio Calabria, il 14 febbraio 1879. Ordinato sacerdote il 20 settembre 1902, fu parroco di Pentedattilo e della C...
www.santiebeati.it/dettaglio/91075

Beata ALETTA   Madre di s. Bernardo di Chiaravalle
XI-XII sec.
www.santiebeati.it/dettaglio/94506

Beato FRANCESCO MARTO   Veggente di Fatima
Aljustrel, Portogallo, 11 giugno 1908 - 4 aprile 1919
Il beato Francesco Marto nacque ad Alijustrel, nella parrocchia di Fatima, l'11 giugno 1908. Con la sorellina Giacinta e la cugina Lucia sarà il terzo protagonista delle app...
www.santiebeati.it/dettaglio/53060

Beato CARLO (NDUE) SERREQI   Sacerdote francescano, martire
Scutari, Albania, 26 febbraio 1911 – Burrel, Albania, 4 aprile 1954
Padre Karl Serreqi, al secolo Ndue, francescano albanese, esercitò il ministero sacerdotale nei villaggi sulle montagne del suo Paese. Fu arrestato il 19 ottobre 1946 perch&...
www.santiebeati.it/dettaglio/95820

Beato GIUSEPPE BENEDETTO DUSMET   Vescovo
Palermo, 15 agosto 1818 - Catania, 4 aprile 1894
www.santiebeati.it/dettaglio/72025

Beato GUGLIELMO DI NOTO   Eremita
Noto (Siracusa), c.a. 1309 - Scicli (Ragusa), 4 aprile 1404
Nato a Noto (SR) nel 1309, dalla nobile famiglia Buccheri, da giovanissimo entrò a far parte della corte di Re Federico II col ruolo di paggio. Un giorno in una battuta di caccia a...
www.santiebeati.it/dettaglio/92005

Beato TOMMASO DA NAPOLI   Mercedario, martire
† Montpellier, Francia, 1540
Esperti in scienze e Sacre Scritture, il Beato Tommaso da Napoli, venne inviato in Francia nel periodo della rivolta protestante, durante la quale l’Ordine Mercedario, come gli alt...
www.santiebeati.it/dettaglio/93836


DUE ITALIANI DISPERSI DOPO LA VALANGA IN COLOMBIA

OSPITI DI UN OSTELLO A MOCOA, LA FARNESINA VERIFICA La Croce Rossa colombiana sta cercando 'quattro o cinque stranieri, tra i quali due italiani e due israeliani' che si trovavano a Mocoa - colpita da una gigantesca valanga di fango e detriti che ha fatto più di 250 vittime - e che 'non hanno ancora dato loro notizie alle famiglie'. Lo ha detto all'ANSA Cesar Uruena, responsabile dei soccorsi. Anche l'Unità di crisi della Farnesina sta verificando l'eventuale presenza di connazionali a Mocoa, e anche fonti locali confermano che alcuni stranieri, tra i quali anche italiani, erano ospiti di un ostello sulla strada colpita dalla massa di fango e detriti. 
ansa

ROSSO PESANTE PER VENETO BANCA, MA OK DA EUROPA E BCE

PER FRANCOFORTE SONO SOLVIBILI. UE, SOLUZIONE POSSIBILE Rosso pesante per Veneto Banca, 1,5 miliardi nel 2016 (raccolta -17,8%). Ma segnali incoraggianti dall'Europa. Per il Tesoro è stato 'costruttivo' l'incontro con Ue e Bce. La Commissione esprime 'fiducia' nella possibilità di una soluzione nei prossimi giorni per le banche venete, mentre per l'Eurotower 'sono solvibili'. 
ansa

RENZI STRAVINCE NEI CIRCOLI DEL PD, MA E' SCONTRO SUI NUMERI

LA LEGA A CONGRESSO A MAGGIO. SALVINI, CI PREPARIAMO AL VOTO '68 per cento, numeri impressionanti, viva la democrazia e grazie a tutti'. Renzi gioisce così per l'esito del voto tra gli iscritti, e rilancia: 'Spingere ancora più di prima, tutti insieme. Facendo tesoro degli errori'. E' però guerra di cifre sull'affluenza. Lo sfidante Orlando avverte: 'Il problema è la linea politica di Renzi. Che è sbagliata. La dobbiamo correggere prima che si paghino tutti dei danni'. La Lega a Congresso il 21 maggio, Salvini: 'un momento di ascolto, ci prepariamo alle elezioni politiche'. 
ansa

TERRORE A SAN PIETROBURGO, UNA BOMBA NELLA METRO, 14 MORTI

PUTIN ERA IN CITTA'. PISTA ISLAMICA, CACCIA A DUE SOSPETTI E' di almeno 14 morti e decine di feriti il bilancio di un attentato nella metro di San Pietroburgo. Le vittime tutte nel vagone più vicino al luogo dove si trovava la bomba e ne ha subito gli effetti maggiori quando è esplosa, fra due stazioni. Un ordigno inesploso è stato trovato e disinnescato in un'altra stazione. La procura parla di attentato e indaga per terrorismo: gli inquirenti escludono la pista di un kamikaze. Nessun dubbio per il premier russo Dmitri Medevev: 'E' un atto terroristico'. Il presidente Putin era in città ed è informato, ma per lui al momento nessun cambio di agenda. 
ansa

COLPO GROSSO DELLA SAMP, L'INTER DICE ADDIO ALLA CHAMPIONS

BLUCERCHIATI 2-1 A SAN SIRO. DECIDE RIGORE DI QUAGLIARELLA Colpo della Samp a San Siro nel posticipo della 30ma giornata della serie A di calcio: i blucerchiati battono 2-1 l'Inter, che dice addio alla Champions e rischia l'Europa League. Decide un rigore di Quagliarella a 5' dalla fine; i nerazzurri erano andati in vantaggio con D'Ambrosio nel primo tempo; di Schick il pari provvisorio nella ripresa. Stasera il derby Roma-Lazio, semifinale di ritorno di Coppa Italia. Serie B: altro pari per la capolista Frosinone; oggi il resto della 34ma giornata. (ANSA).

INCIDENTI STRADALI: MOTO CONTRO PEDONE A TORINO, 3 MORTI

PAVIA, PIRATA STRADA URTA PASSEGGINO: FERITO BIMBO 3 ANNI Tre le vittime a Torino in un incidente stradale: una moto ha investito e ucciso un pedone; morti anche i due in sella. Un 71enne famoso pilota di rally è stato invece investito e ucciso da un'auto sulla Torino-Milano. A Pavia un bimbo di 3 anni è rimasto ferito quando il suo passeggino è stato urtato da una macchina che poi non si è fermata a prestare soccorsi. 
ansa

ULTIMO POST APPASSIONATO SU FB,CONVIVENTE LA UCCIDE NEL SONNO

CORPO IN TROLLEY: È 27ENNE RUSSA. MORTO BIMBO CADUTO IN POZZO Una 47enne è stata uccisa nel sonno dal convivente nella loro casa nel Catanese: il 53enne si è costituito parlando di raptus; lei parlava su Fb di rapporto "appassionato". E' di una 27enne russa il cadavere trovato in un trolley in mare a Rimini. Il barista ucciso a Budrio, nel Bolognese: ricercato un ex militare dell'Est Europa. Il colombiano ucciso fuori dalla discoteca a Brescia: confessa un 23enne italiano. Morto il bimbo di 2 anni caduto in un pozzo a Velletri:si valuta la posizione della madre 
ansa

SAN PIETROBURGO: STRAGE IN METRO, PISTA KAMIKAZE

DA OGGI 3 GIORNI DI LUTTO CITTADINO. TRUMP CHIAMA PUTIN Sarebbe un 22enne di origini kazache il kamikaze unico responsabile dell'attentato di ieri nella metro di San Pietroburgo che ha causato almeno 14 morti e decine di feriti, riferiscono i media russi. Scagionato invece l'uomo con la barba ripreso dalla videosorveglianza. In serata Putin è andato a deporre fiori sul luogo dell'attacco. Trump lo ha chiamato esprimendogli le sue condoglianze; i due intendono combattere insieme il terrorismo, afferma il Cremlino. Da oggi tre giorni di lutto cittadino a San Pietroburgo. 
ansa