giovedì 6 aprile 2017

ATTESA PER L'INCONTRO TRUMP-XI, USA IN DIFESA DI SEUL

IMOSSO IL FALCO BANNON DA CONSIGLIERE PER LA SICUREZZA Trump incontra oggi in Florida il presidente cinese Xi. Dossier caldo quello della Corea del Nord. Difenderemo gli alleati dalle minacce di Pyongyang, assicura Trump al premier giapponese Abe. Dopo le critiche, Trump silura il falco Bannon e modifica l'organizzazione del Consiglio nazionale per la sicurezza Usa: vittoria in politica estera per la corrente moderata di Ivanka. 
ansa

UCCISO UN ISRAELIANO IN CISGIORDANIA

UN ALTRO FERITO, CATTURATO L'ASSALITORE Un israeliano e' stato ucciso e un altro ferito da un'auto lanciata intenzionalmente contro un gruppo di persone ferme ad una stazione di autobus nei pressi di Ofra, in Cisgiordania. Lo ha detto il portavoce militare israeliano, secondo cui le forze di sicurezza 'hanno preso in custodia l'assalitore'. Secondo Ynet, 'il terrorista era alla guida di un'auto con targa palestinese'. 
ansa

FCA: ELKANN, MARCHIONNE LASCERA' NEL 2019

'IL SUCCESSORE SARA' SCELTO NELL'AZIENDA' 'Marchionne lascerà Fca nel 2019. Il 2018 lo farà tutto perché vuole portare avanti il piano Fca', lo ha detto John Elkann intervistato nell'ambito dell'iniziativa Panorama D'Italia secondo il quale 'in Fca abbiamo tantissime persone brave che potranno succedergli'. 
ansa

CONFINDUSTRIA, SENZA CREDITO RIPRESA FRENA DOPO IL 2017

IN 2016 DIMINUITI I PRESTITI DEL SISTEMA BANCARIO -2,2% 'Da due anni c'è una lenta risalita dell'economia che avviene insieme ad una forte contrazione del credito alle imprese. La questione è: quanto può durare?'. Il centro studi di Confindustria, in vista dell'Ecofin di Malta, cita la 'possibilità di autofinanziamento' che sta sostenendo la risalita in Spagna e avverte che invece 'i margini italiani vengono erosi nel 2017'. 'Nel 2016 - rileva Confindustria - sono diminuiti anche i prestiti erogati dai primi 4 gruppi bancari:  -0,8% rispetto al -2,2% dell'intero sistema bancario'.
ansa

BIMBO CON CARTELLO 'SONO SPORCO', GENITORI CONDANNATI

UN ANNO E OTTO MESI ALLA COPPIA ACCUSATA DI MALTRATTAMENTI Sono stati condannati a un anno e 8 mesi di reclusione dal Tribunale di Torino i genitori accusati di maltrattamenti nei confronti del figlio adottivo. Vessazioni quotidiane e abituali secondo l'accusa che aveva chiesto per la coppia quattro anni di carcere. In una occasione il piccolo era stato costretto a portare al collo un cartello con la scritta 'sono un bambino sporco'. I difensori annunciano che impugneranno la sentenza. (ANSA).

STRAGE ERBA, ACCOLTO RICORSO COPPIA SU NUOVI ACCERTAMENTI

CASSAZIONE, RIESAME PER LA RICHIESTA DI NUOVE PROVE La Cassazione ha annullato con rinvio per nuovo esame l'ordinanza con la quale la corte d'appello di Brescia aveva dichiarato inammissibile la richiesta di incidente probatorio su sette nuovi elementi di prova avanzati da Olindo Romano e Rosa Bazzi, coniugi condannati all'ergastolo per la strage di Erba. Ora i giudici di merito dovranno rivalutare la richiesta. La strage avvenne l'11 dicembre 2006, furono uccisi Raffaella Castagna con il figlioletto, la madre della donna e una vicina. 
ansa

SIRIA: ANKARA, AUTOPSIE VITTIME PROVANO L'USO DEI GAS

ISRAELE, ATTACCO VOLUTO DA ASSAD. PUTIN, SERVE EQUILIBRIO I risultati delle autopsie di 3 vittime dell'attacco di martedì a Idlib provano l'uso di armi chimiche nel raid. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa Lieberman denuncia che i due attacchi a Idlib sono stati condotti su ordine diretto e dietro progettazione del presidente siriano Bashar Assad, mediante aerei da combattimento siriani'. Le vittime accertate sono 86. Il portavoce di Putin da Mosca ha detto che il Cremlino ritiene che 'sia necessario un approccio più bilanciato" e non crede che sia 
possibile saltar fuori con valutazioni affrettate su cosa è avvenuto in Siria'. 
ansa

DUE ESPLOSIONI IN UN PALAZZO A SAN PIETROBURGO

A SOLIDARNOSTI PROSPEKT, SERVIZI SPECIALI SUL POSTO Due esplosioni sono avvenute in un palazzo di Solidarnosti Prospekt, a San Pietroburgo. Il palazzo, di 16 piani, è stato danneggiato. Sul posto ci sono i servizi speciali russi e al momento non vi sono notizie di feriti. Lo scoppio è avvenuto al 13esimo piano. 
ansa

VERSO CDM L'11 APRILE PER IL VARO DI DEF E MANOVRINA

VOUCHER, OK DALLA CAMERA AL DECRETO, ORA VA AL SENATO Dovrebbe essere convocato per martedì 11 aprile il Consiglio dei ministri per approvare il Def e la manovrina con la correzione dei conti chiesta dall'Ue. Sì dell'Aula della Camera al decreto legge in materia di lavoro emanato dal governo per "bloccare" il referendum sui voucher. Il testo, approvato a Monteci 
ansa

RUSSIA-GATE, SI RITIRA IL CAPO DELLA COMMISSIONE D'INCHIESTA

NUNES TRAVOLTO DALLE POLEMICHE DOPO 'VISITA' ALLA CASA BIANCA David Nunes, presidente della commissione d'inchiesta alla Camera Usa responsabile dell'indagine al Congresso sui contatti tra l'entourage di Donald Trump e rappresentanti russi, si fa da parte e lascia temporaneamente l'incarico. Nunes era stato travolto dalle critiche dopo avere in parte modificato la sua posizione circa le informazioni d'intelligence relative a presunte intercettazioni presso la Trump Tower durante la campagna elettorale e su cui aveva informato di persona la Casa Bianca. 
ansa

IN INDIA UNA BIMBA COME 'MOWGLI', VIVEVA CON LE SCIMMIE

IN UNA FORESTA DELL'UTTAR PRADESH. CURATA IN GRAN SEGRETO Scoperta in una foresta dell'India una bambina di circa otto anni che viveva, come il Mowgli del Libro della Giungla, allo fra gli animali. L'unica differenza fra il racconto di Rudyard Kipling e la realtà è che Mowgli era stato adottato da un branco di lupi, mentre la piccola ritrovata nell'Uttar Pradesh viveva con le scimmie. La sconvolgente scoperta risale a due mesi fa, ma le autorità indiane l'hanno tenuta nascosta per impedire l'inevitabile assalto dei media. (ANSA).

IL VICARIATO CONTRO LA PILLOLA RU486 SENZA RICOVERO

'NO ALL'ABORTO FACILE, L'OSPEDALE SERVE PER LA SALUTE' 'Suscita profondo sconcerto e forte preoccupazione la notizia della distribuzione della pillola abortiva Ru486 nei consultori familiari della Regione Lazio e delle motivazioni che si adducono per giustificarla'. Il Vicariato interviene bocciando la decisione perchè 'veicola il messaggio dell'aborto facile'. Per la diocesi del Papa, 'il ricovero ospedaliero non è un fatto ideologico, ma è necessario per la sicurezza della donna'. 
ansa

IL TAP SI FERMA, IL TAR BLOCCA LO SRADICAMENTO DEGLI ULIVI

OK ALLA RICHIESTA DELLA REGIONE PUGLIA. ESAME DI MERITO IL 19 Il Tar del Lazio ha accolto l'istanza della Regione Puglia per l'annullamento delle note del Ministero dell'Ambiente con cui il TAP venica autorizzato a sradicare gli ulivi a Melendugno. Il Tar ha sospeso l'efficacia dei provvedimenti in attesa della discussione del 19 aprile. 'Soddisfazione' del comitato No TAP. 
ansa

SENATO USA BOCCIA LA NOMINA DI GORSUCH ALLA CORTE SUPREMA


RUSSIA-GATE, NUNES SI RITIRA DALLA GUIDA DELLA COMMISSIONE I Democratici al Senato americano bloccano la conferma della nomina di Neil Gorsuch, il giudice indicato dal presidente Trump per la Corte suprema. Successivamente i senatori Repubblicani hanno votato il cambiamento delle regole sul voto, attivando la cosiddetta 'opzione nucleare' per superare l'ostruzionismo. Altra tegola per l'Amministrazione dalla commissione d'inchiesta sul Russia-gate, il presidente David Nunes lascia l'incarico. Era stato travolto dalle critiche dopo avere in parte modificato la sua posizione sulle informazioni d'intelligence relative a presunte intercettazioni alla Trump Tower durante la campagna elettorale e su cui aveva informato di persona la Casa Bianca. 

ansa

DRAGHI, SALARI PIU' ALTI PER CONSOLIDARE L'INFLAZIONE

SI' DELLA CAMERA AL DECRETO SUI VOUCHER, ORA AL SENATO Draghi resiste alle pressioni sulla politica dei tassi perchè 'nonostante i segni di miglioramento, è troppo presto per cantare vittoria sul fronte dell'inflazione'. Per il presidente di Eurotower i salari devono crescere di più per consolidarla. Di diverso avviso il presidente della Bundesbank Weidmann: i 1.000 miliardi risparmiati, dice, 'non sono stati usati per ridurre i debiti e le spese sono aumentate ulteriormente'. Sì della Camera al decreto sui voucher che evita il referendum. Passa al Senato. L'Ad di Equitalia Ruffini: 'Sono 21 milioni i contribuenti indebitati con gli enti creditori'. 
ansa

G8, ITALIA PATTEGGIA A STRASBURGO CON LE VITTIME DI BOLZANETO

RICONOSCIUTI I TORTI 16 ANNI DOPO. 45MILA EURO A 6 RICORRENTI L'Italia ha riconosciuto i propri torti nei confronti di sei cittadini per ciò che hanno subito nella caserma di Bolzaneto il 21 e 22 luglio 2001, durante il G8 di Genova. Verserà 45 mila euro ciascuno e si impegna a formare agenti contro la tortura. La Corte europea dei diritti umani prende atto della risoluzione amichevole e chiude i casi. 'Il Governo italiano riconosce le sue colpe dopo 16 anni di menzogne', commenta sinistra italiana. 
ansa

RENZI ESCLUDE LA CRISI, 'NIENTE GIOCHI, SOSTENIAMO GENTILONI'

TORRISI CHIUDE A ALFANO, 'MANCO NEL PCUS'. MESSO FUORI DA AP Matteo Renzi iinvia al mittente l'accusa di aver aperto la crisi di governo prendendo spunto dall'elezione di Salvatore Torrisi alla presidenza della prima commissione del Senato. 'La parola crisi non la vogliamo sentire. Sono giochini da Prima Repubblica: il governo va difeso e incoraggiato'. In casa Ap, Alfano chiede le dimissioni di Torrisi, che lo gela: 'Inconcepibile, manco nel Pcus...'. Alfano non perde tempo e lo mette fuori dal partito: 'Ha scelto la sua strada, non ci rappresenta al vertice della commissione Affari costituzionali'. 
ansa

TRUMP PENSA ALL'AZIONE MILITARE IN SIRIA

ERDOGAN, ALLAH VENDICHERA' I MORTI DI IDLIB Il presidente Usa Donald Trump sta considerando la possibilità di un'azione militare in Siria, come rappresaglia per l'attacco con le armi chimiche. Indignazione di Angela Merkel per l'assenza di una risoluzione Onu. Il ministro della Difesa israeliano Lieberman accusa Assad per i bombardamenti a Idlib. Mosca invita all'equilibrio ma allo stesso tempo sottolinea che il sostegno al presidente siriano 'non è scontato'. Intanto, arrivano i risultati delle autopsie di tre vittime dell'attacco di martedì, sono state eseguite in Turchia e provano l'uso di armi chimiche nel raid. Erdogan attacca: 'Assad ha ucciso 150 civili, Allah li vendicherà'. 
ansa

COREA NORD, TRUMP AD ABE: DIFENDEREMO ALLEATI. OGGI VEDE XI

PRESIDENTE RIMUOVE FALCO BANNON DA CONSIGLIO SICUREZZA USA Trump incontra oggi in Florida il presidente cinese Xi. Dossier caldo quello della Corea del Nord. Difenderemo gli alleati dalle minacce di Pyongyang, assicura Trump al premier giapponese Abe. Dopo le critiche, Trump silura il falco Bannon e modifica l'organizzazione del Consiglio nazionale per la sicurezza Usa: vittoria in politica estera per la corrente moderata di Ivanka. 
ansa

Simboli della femminilità 'nascosti' da Michelangelo. Uteri e tube di Falloppio nelle Cappelle medicee come nella Sistina

A indicarlo è uno studio pubblicato su Clinical Anatomy dal gruppo di ricerca di Deivis de Campos all'Università federale di scienze della salute di Porto Alegre, lo stesso che pochi mesi fa aveva trovato simili simboli anatomici anche negli affreschi della Cappella Sistina in Vaticano. Il nuovo studio relativo alla decorazioni nella Sagrestia Nuova della basilica di San Lorenzo a Firenze si focalizza su tre simboli disposti ai lati delle tombe di Giuliano e Lorenzo de Medici: sono dei crani cornuti di bovino e ariete, delle sfere collegate da corde e una conchiglia. 

Secondo l'interpretazione degli esperti brasiliani, la loro forma richiamerebbe quella dell'utero e delle tube di Falloppio, con l'intento di ''rappresentare la capacità di rinascita e rigenerazione tra la vita e la morte''. ''Al di là delle interpretazioni simboliche - commenta il chirugo plastico Davide Lazzeri, da tempo impegnato nello studio della medicina nell'arte - si conferma ancora una volta il grande interesse per l'anatomia umana di Michelangelo, che in età giovanile cominciò ad esaminare cadaveri di nascosto, nella basilica di Santo Spirito, proprio per rappresentare il corpo umano nel modo più realistico possibile nelle sue opere''. 

L'utilizzo di simboli non si ritrova soltanto in Michelangelo, come spiega Deivis de Campos: ''numerosi studi hanno dimostrato che varie opere d'arte del Rinascimento contengono simboli nascosti che potrebbero avere un significato religioso, matematico o pagano, e perfino allusioni all'anatomia''. 

Questo nuovo studio sulla Sagrestia Nuova ''offre un'interpretazione inedita di uno dei maggiori capolavori di Michelangelo e certamente sarà di interesse per gli appasionati della storia dell'anatomia'', conclude de Campos.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lefebvriani: ben tornati! le contraddizioni conservatrici vaticane

Dopo aver permesso ai preti della Fraternità san Pio X (lefebvriani) la confessione e l’estrema unzione, ora il papa, attraverso la Commissione Ecclesia Dei dà il permesso di celebrare lecitamente, oltre che validamente, i matrimoni di quanti appartengono al movimento conservatore. Tenuto conto che il battesimo è sempre riconosciuto come anche la celebrazione eucaristica, tutti i sacramenti (la cresima e l’ordinazione sono riservati ai vescovi che ne danno informazione agli ordinari locali) sono a disposizione dei fedeli tradizionalisti.
Si potrebbe dire che, nonostante lo scoglio del non ancora avvenuto riconoscimento giuridico, i lefebvriani sono già tornati nella Chiesa cattolica. Il pericolo scismatico (la scomunica riguardava solo i 4 vescovi, poi rimessa da Benedetto XVI nel gennaio 2009) è già sostanzialmente risolto. Il riconoscimento giuridico di prelatura non dovrebbe tardare se il superiore generale della Fraternità, mons. B. Fellay, riuscirà ad evitare un’ulteriore spaccatura nel momento del consenso e se non ripeterà il gesto di rifiuto che già mons. Lefebvre aveva compiuto il giorno successivo della firma dell’accordo con Roma nel 1988.
Si chiuderebbe così una frattura che ha segnato la Chiesa post-conciliare. E questo avverrebbe in perfetta continuità con i papati precedenti, ma in presenza di una accelerazione riformatrice di Francesco assai lontana dal sentire conservatore.
Le forme e i celebranti
La lettera della Commissione Ecclesia Dei porta la data del 27 marzo ed è stata resa pubblica il 4 aprile 2017. Pur confermando la «persistenza per ora della situazione canonica di illegittimità», si invitano i vescovi a concedere l’autorizzazione per la celebrazione dei matrimoni. Sarà possibile in due forme. Nel vecchio rito (rimesso in funzione nel 2007), il matrimonio è celebrato prima della messa. Vi è la possibilità che un prete non lefebvriano lo presieda lasciando poi la celebrazione eucaristica ai sacerdoti della Fraternità. In secondo luogo, in mancanza di un prete disponibile, «l’ordinario può concedere di attribuire direttamente le facoltà necessarie al sacerdote della Fraternità che celebrerà anche la santa messa».
La lettera ricorda i «diversi generi di incontri e iniziative (per) riportare nella piena comunione la Fraternità sacerdotale san Pio X», al fine di rimuovere i disagi dei fedeli, l’incertezza circa la validità del sacramento e nella speranza di «affrettare il cammino verso la piena regolarizzazione istituzionale». «La Fraternità san Pio X ringrazia profondamente il santo padre per la sua sollecitudine pastorale, così com’è espressa attraverso la lettera della Commissione Ecclesia Dei, al fine di togliere l’“incertezza circa la validità del sacramento del matrimonio”. Il papa Francesco vuole chiaramente che, come per le confessioni, tutti i fedeli che desiderano sposarsi in presenza di un sacerdote della Fraternità san Pio X possano farlo senza alcuna inquietudine».
Cattolici in cammino
Con scarso equilibrio e intelligenza pastorale la Fraternità aveva rifiutato la proposta di Benedetto XVI nel 2012 che garantiva loro la prelatura personale se avessero firmato una «preambolo dottrinale» non diverso nella sostanza, anche se non nei toni e nella gerarchizzazione dei temi, da quello che oggi viene loro offerto. Un rifiuto confermato nel 2013 dopo l’ennesima apertura della lettera di mons. A. Di Noia.
I contatti con la Commissione erano comunque continuati e il 1° aprile 2016 c’è stato un dialogo diretto tra Fellay e papa Francesco. In un’intervista a La Croix (9 maggio 2016) il papa aveva detto: «A Buenos Aires ho sempre parlato con loro. Mi salutavano, mi chiedevano una benedizione in ginocchio. Si dicono cattolici. Amano la Chiesa. Mons. Fellay è un uomo con cui si può dialogare. Non è così per altri elementi un po’ strani, come mons. Williamson – espulso dalla Fraternità nel 2012, ndr. – o altri che si sono radicalizzati. Penso, come avevo detto in Argentina, che siano cattolici in cammino verso la piena comunione. In questo anno della misericordia mi è parso di dover autorizzare i loro confessori a perdonare il peccato di aborto. Mi hanno ringraziato per questo gesto. Prima, Benedetto XVI, che rispettano molto, aveva liberalizzato la messa secondo il rito tridentino. Si dialoga bene, si sta facendo un buon lavoro».
Il “preambolo dottrinale”
Nel giugno del 2016 un comunicato dei superiori maggiori della Fraternità sembrava chiudere: «La Fraternità san Pio X, nell’attuale stato di grave necessità che le conferisce il diritto e il dovere di distribuire gli aiuti spirituali alle anime che ad essa ricorrono, non è alla ricerca di un riconoscimento al quale essa ha diritto in quanto opera cattolica. Essa ha un solo desiderio: portare fedelmente il lume della tradizione bimillenaria che indica la solo strada da seguire in quest’epoca di tenebre in cui il culto dell’uomo si sostituisce al culto di Dio, nella società come nella Chiesa».
Pochi mesi dopo, nel gennaio 2017, mons. Fellay riconosce i progressi del dialogo con Roma e che non sarà necessario attendere che la situazione all’interno della Chiesa sia diventata «totalmente soddisfacente».
Nel frattempo, si riscrive il «preambolo dottrinale» che contiene la «professio fidei», l’accettazione del primato del papa e della collegialità episcopale, la definizione del rapporto tra tradizione e magistero, il riconoscimento della validità dei sacramenti celebrati con il rito successivo alla riforma conciliare, l’accettazione del Vaticano II nella luce della tradizione ecclesiale. L’ecumenismo, il dialogo interreligioso e la libertà religiosa non vengono espressamente richiamati, nella convinzione che i processi comunionali faranno maturare quello che i conflitti dottrinali non hanno saputo ottenere.
Grazie al concilio
In marzo 2017 Fellay conferma la proposta della prelatura, il fatto che il vescovo sarà scelto in una terna presentata dalla Fraternità, con la possibilità di iscrizione ad essa di religiosi di diverse congregazioni, nonostante la resistenza in merito della Congregazione per i religiosi. Risolve l’obiezione di un consenso al progressista Francesco rifiutato al conservatore Benedetto così: «Un papa che non si preoccupa della dottrina, che guarda alle persone e che ci conosce dall’Argentina. Laggiù ha apprezzato il nostro lavoro. Per questo manifesta buone disposizioni nei nostri confronti anche se è contro il conservatorismo. È una sorta di contraddizione. Ma ho potuto constatare più volte che è davvero capace di fare cose per noi… Camminiamo verso un riconoscimento? Non lo so, credo di no, ma il papa può sorprenderci».
A parte i toni e le posizioni prevedibili la Fraternità sembra non percepire che l’eventuale riconoscimento non è a scapito del concilio, ma grazie ad esso e che l’apertura dialogica verso tutti consente e giustifica una coraggiosa apertura anche verso di loro. Il loro assenso nel 2012 avrebbe legittimato e solidificato una lettura restrittiva del Vaticano II, condizionando anche il conclave del 2013. Ora succede il contrario. Il loro rientro darà certo più forza ai conservatori, ma entro un processo di riforma. Bentornati!
Settimama News

Sheridan e 'Il segreto', la violenza della Chiesa cattolica sul grande schermo

Il film del regista irlandese, tratto da un bestseller, racconta la storia dei bambini sottratti alle madri nubili da preti e suore cattoliche. Negli ultimi anni sono usciti molti film ('Spotlight' che ha vinto l'Oscar, 'Philomena') che puntano il dito contro le violenze perpetrate dalla Chiesa contro gli ultimi
Una volta piccolo e grande schermo si limitavano a raccontare solo gli esempi migliori di Santa Romana Chiesa. I film e le fiction erano dedicate alle agiografie dei santi e dei papi, poi qualcosa è cambiato nella società e anche nei media e piano piano gli errori, gli abusi, le violenze della Chiesa cattolica sono arrivati sugli schermi. E alla notte degli Oscar, dove poco più di un anno fa il film che racconta il caso di pedofilia sistematicamente coperta per anni nella comunità bostoniana ha ottenuto il massimo riconoscimento dell'industria (Spotlight), mentre nella sua serie internazionale Paolo Sorrentino dedicava un intero capitolo alla storia del cardinale Gutierrez, inviato in America per indagare sul caso Kurtwell, cardinale americano accusato di aver abusato di tanti giovani.
Il segreto di Rooney e Vanessa. All'interno di questo filone, che vanta autori come Pedro Almodovar che ha attinto direttamente alla sua esperienza di studente nelle scuole cattoliche per il suo La Mala Educacion o Ken Loach che con il suo Jimmy's Hall ha raccontato l'ingerenza della Chiesa nell'Irlanda degli anni Trenta, ci sono alcuni autori che si sono concentrati in particolare sulla violenza, gli abusi e la prepotenza di una certa parte dei preti e delle suore cattoliche nei confronti di donne nubili, sole, indifese e dei loro bambini. A questo filone appartiene Il segreto, il mélo che Jim Sheridan ha tratto dal bestseller dell'autore dublinese Sebastian Barry (Bompiani editore). Racconta la storia di Rose McNulty, una giovane e affascinante fanciulla (Rooney Mara), la cui bellezza solleva l'interesse morboso del prete locale che non le perdona la storia d'amore con un ribelle conosciuto durante la guerra civile irlandese. Quando il giovane aviatore non torna dal fronte e lei si ritrova incinta verrà internata in un ospedale psichiatrico, costretta dalle suore a lavorare alla fabbrica del tabacco e il figlio portato via per essere adottato.
Una madre e un figlio. "Questa è la storia di una madre e di un figlio e questo doveva essere il centro di tutto - dice Sheridan - La storia di una donna che perde il proprio figlio mi sembrava molto forte, un tema importante nel vasto mondo della letteratura: una madre che perde un figlio lo cerca tutta la vita e la nostra protagonista era una donna che non voleva rinunciare al suo bambino che invece le fu portato via". E così il resto della vita di Rose, chiusa dentro le quattro mura del manicomio, viene trascorso cercando nel suo animo di non dimenticare il figlio che le hanno strappato e l'unico uomo che abbia mai amato. Quando, ormai anziana (interpretata dal premio Oscar Vanessa Redgrave), un medico (Eric Bana) cercherà di fare luce sulla sua storia e leggerà i suoi diari verrà fuori il suo terribile segreto.
Magdalene, Philomena e le altre. Di questo filone delle donne sfruttate, abusate, maltrattate dalla chiesa cattolica irlandese fanno parte anche due altri film importanti: Magdalene di Peter Mullan, Leone d'oro alla Mostra del cinema di Venezia. È la storia dei conventi Magdalene gestite dalle Sorelle della Misericordia per conto della Chiesa cattolica che ospitavano ragazze imprigionate e costrette a lavorare nelle lavanderie per espiare i propri peccati, peccati come essere una madre nubile, essere troppo bella, troppo brutta o troppo intelligente. Migliaia di donne vivevano e morivano lì dentro e quello che più colpisce di questa storia è che l'ultima di queste lavanderie è stata chiusa soltanto nel 1996. È una sorta di sequel di Magdalene poi il film con Judi Dench Philomena, storia dell'adolescente Philomena Lee, che dopo essere rimasta incinta viene cacciata dalla famiglia e mandata al convento di Roscrea. Per ripagare le religiose delle cure che le prestano prima e durante il parto, Philomena lavora nella lavanderia del convento e può vedere suo figlio Anthony un'ora sola al giorno. A tre anni Anthony le viene strappato e dato in adozione ad una coppia di americani. Cinquant'anni dopo incontra Martin Sixmith, un disincantato giornalista, e gli racconta la sua storia. Martin la convince allora ad accompagnarlo negli Stati Uniti per andare alla ricerca di Anthony. "L'Irlanda è un paese particolare. Siamo stati un posto così conservatore mentre io crescevo e oggi è uno dei primi posti dove il matrimonio gay è stato votato - commenta Sheridan -  È cambiato tutto. La grande paura in quell'epoca era la povertà, la fame. Le donne erano nell'impossibilità di sfamare i propri figli, non parliamo poi se si trattava di bambini illegittimi, lì non c'era proprio via d'uscita e quelle erano le conseguenze".
repubblica.it

Stadio Roma: M5S Campidoglio, prima pietra nel 2018

"Non cambia nulla, continuiamo a lavorare per il progetto. Ora si aprono percorsi differenti. Entro giugno la delibera andrà in Aula e il ritardo sarà solo di qualche mese" con "la prima pietra che potrà comunque essere posate nel 2018". Così il capogruppo del M5S in Campidoglio Paolo Ferrara interpellato dall'ANSA sulla chiusura negativa della conferenza dei servizi sullo stadio della Roma. "Partiranno da subito -spiega- i tavoli tecnici tra proponenti e rappresentanti del consiglio sul nuovo progetto"
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Ruby ter: Presidenza Consiglio, parte civile contro l'ex Cav

ansa Ruby ter: Presidenza Consiglio, parte civile contro l'ex Cav

Lombardia.
Avvocatura Stato chiede di entrare in processo a Berlusconi
RUBY TER: NUOVE ACCUSE A CAV, ANCORA SOLDI A RAGAZZE (ANSA)

Suicida figlia boss 'Ndrangheta, famiglia chiede autopsia

Maria Rita Lo Giudice (ANSA)ansa Calabria.
Probabilmente la giovane, che pure si era affermata con una brillante carriera universitaria, si è sentita isolata rispetto alla scelta di smarcarsi dalla storia familiare

Non basta al Napoli vincere 3-2, Juventus in finale Coppa Italia

Sport. ansa

Partita intensa e ricca di emozioni e rovesciamenti di fronte
Napoli- Juventus (ANSA)Napoli- Juventus

Da Westminster strategie di pace

Vaticano

L'Osservatore Romano 

Con il mondo islamico è il momento di mettere in atto «il lavoro dell’orecchio»: ascoltarsi senza fretta, parlando senza alzare il tono della voce e cercando insieme la strada verso la pace. Ecco il suggerimento che Papa Francesco ha proposto a quattro importanti leader islamici venuti espressamente dalla Gran Bretagna per incontrarlo e parlare, appunto, di nuove strategie di pace soprattutto dopo l’attentato a Westminster Bridge del 22 marzo scorso. E così il Pontefice mercoledì mattina, 5 aprile, nell’auletta dell’aula Paolo VI, subito prima dell’udienza generale, ha incontrato Moulana Ali Raza Rizvi, presidente del Majlis e Ulama Europe; Moulana Muhammad Shahid Raza, chairman del British Muslim forum; Shaykh Ibrahim Mogra, co-chair del Christian Muslim forum, e Moulana Sayed Ali Abbas Razawi, direttore generale della Scottish Ahlul Bayt society.

Archbishop Chaput to Celebrate Memorial Mass for Terri Schiavo Anniversary

Stati Uniti
NC Register
(Brian O’Neel) In the 12 years since her death, advocates for the disabled and vulnerable say these populations have become even more at risk of suffering the same fate. Philadelphia Archbishop Charles Chaput on April 7 will celebrate a televised memorial Mass at EWTN’s chapel in Irondale, Alabama, for Terri Schiavo, who starved to death in a Florida hospital March 31, 2005. 

President and Vice President of U.S. Bishops Conference Respond to Syrian Chemical Weapons Attack

Stati Uniti
USCCB
Syrian Chemical Attack “Shocks the Soul”.
Cardinal Daniel N. DiNardo of Galveston-Houston, president of the U.S. Conference of Catholic Bishops (USCCB), and Archbishop José H. Gomez of Los Angeles, vice president of the USCCB, have issued the following joint statement on yesterday’s chemical weapons attack in northern Syria. 
Full statement follows: 
“The chemical attack in Syria on April 4 shocks the soul. The many innocent lives targeted by these terrible tools of war cry out for humanity’s protection.  In this season of Lent when Christians draw near to the suffering of Christ, let us match the horrific indifference shown for innocent life with a fervent prayer for love to break through the evil.  Let us also match our prayer with a faithful witness to suffering so that no life at  risk is forgotten.

Contro la riforma costituzionale. Nuove proteste in Paraguay

Paraguay

L'Osservatore Romano
Migliaia di persone hanno manifestato ad Asunción davanti alla sede del parlamento del Paraguay per chiedere al governo guidato da Horacio Cartes di ritirare il progetto di riforma costituzionale che permetterebbe la rielezione del capo dello stato. «No al golpe» e «mai più dittature» sono stati alcuni degli slogan ripetuti dai manifestanti. La protesta, che si è svolta senza incidenti, fa seguito ai violenti scontri che hanno segnato la manifestazione dello scorso venerdì, durante la quale un militante degli oppositori è stato ucciso dalle forze dell’ordine e un gruppo di contestatori ha invaso la sede del congresso e incendiato alcune zone del palazzo.

Reportage della «Süddeutsche Zeitung» su una delle pagine più agghiaccianti nella storia della Germania comunista. Migliaia di donne rinchiuse e seviziate in cliniche lager

Germania
L'Osservatore Romano
Getta una nuova luce su una delle pagine più controverse della storia del Novecento il reportage pubblicato dalla «Süddeutsche Zeitung», importante quotidiano tedesco. Nella Germania est decine di migliaia di donne furono picchiate, abusate, violentate e detenute in cliniche lager per essere “rieducate”. Una verità devastante, taciuta per decenni e che riemerge oggi soltanto grazie al coraggio di alcune sopravvissute.

Iglesia Católica destinará recursos de campaña de Cuaresma para Mocoa


Colombia

Conferencia Episcopal Colombiana 

Monseñor Luis Augusto Castro Quiroga, presidente de la Conferencia Episcopal de Colombia (CEC), anunció que recursos de la Campaña de Comunicación Cristiana de Bienes, adelantada por la Iglesia Católica en el tiempo de Cuaresma, serán destinados a la comunidad de Mocoa, ante el desastre natural ocurrido el 1 de abril.

Cercanía espiritual del papa Francisco con las víctimas de las inundaciones en la Argentina

Argentina

Aica

El papa Francisco recibió ¨con dolor¨ la noticia de los graves daños que las lluvias torrenciales de los últimos días han provocado en numerosas provincias del país. Asimismo le pidió, a través de una carta dirigida a monseñor José María Arancedo, presidente de la Conferencia Episcopal Argentina (CEA), que ¨hagas llegar mi cercanía espiritual a todas esas miles de personas que han tenido que ser evacuadas, muchas de ellas viendo cómo se perdía en un momento todo lo que tenían¨

Vaticano, funzionario cacciato «Cavalier Hasler? Un autoritario». Dichiarazione della Sig.ra Maria Michela Petti

Vaticano 

Corriere della Sera 

(Gian Guido Vecchi) Filtrano accuse di autoritarismo, comportamenti sul lavoro «al limite del mobbing» per Cavalier Eugenio Hasler, figlio di uno storico decano della Guardia Svizzera: clima non più in sintonia con un pontefice come Francesco






Italia

 (a cura Redazione "Il sismografo") 
Riceviamo e volentieri pubblichiamo.
In merito alla notizia relativa al licenziamento di Eugenio Hasler, fino alla scorsa settimana funzionario laico del Governatorato dello Stato Città del Vaticano, preciso che a tuttora mio figlio non ha ricevuto alcuna lettera di licenziamento.
Appena saranno rese note le motivazioni di tale decisione, non mancherò di fornire precise risposte ad ogni imputazione. Finora non ho ricevuto che manifestazioni di stima, ringraziamenti ed apprezzamento da parte dei suoi diretti Superiori del presente e del passato per la collaborazione fornita da Eugenio nello svolgimento delle mansioni affidategli.
Maria Michela Petti

CALCIO: COPPA ITALIA,NAPOLI VINCE 3-2 MA IN FINALE VA LA JUVE

DOPPIETTA HIGUAIN,ESCE COPERTO DA FISCHI E INDICA TRIBUNA VIP Come la Roma, dopo il ko dell'andata il Napoli vince 3-2 in casa nella semifinale di ritorno ma non gli basta per conquistare la finale di Coppa Italia: a condannare gli azzurri la doppietta dell'ex Higuain, che regala alla Juventus la sfida decisiva con la Lazio; il 'Pipita' è uscito dal campo coperto di fischi e ha risposto ai tifosi del Napoli indicando la tribuna vip del San Paolo, dove tra gli altri siede il presidente De Laurentiis. (ANSA).

TERREMOTI: 8 ANNI FA SISMA L'AQUILA, 4MILA A FIACCOLATA

ARRIVATI ANCHE DA AMATRICE. SCOSSA 3.1 A NORD DI COSENZA Circa 4mila persone hanno partecipato nella notte all'Aquila alla fiaccolata per commemorare le 309 vittime del terremoto dell'Aquila del 6 aprile di otto anni fa. Presente anche un gruppo di terremotati di Amatrice, Accumoli e Arquata. Ieri sera scossa di magnitudo 3.1 nel nord della provincia di Cosenza. 
ansa

FED APRE A TAGLIO BILANCIO GIÀ ENTRO FINE ANNO

IN ITALIA CUNEO FISCALE E' 10 PUNTI OLTRE MEDIA UE La Fed assicura rialzi dei tassi graduali e avverte: potrebbe iniziare a ridurre il proprio bilancio già entro la fine dell'anno. Stamani apertura in leggero calo per borse asiatiche. Il cuneo fiscale in Italia è di ben 10 punti superiore alla media del resto d'Europa: il 49% viene prelevato a titolo di contributi e imposte, rileva la Corte dei conti. 
ansa

COREA NORD, TRUMP AD ABE: DIFENDEREMO ALLEATI. OGGI VEDE XI

PRESIDENTE RIMUOVE FALCO BANNON DA CONSIGLIO SICUREZZA USA Trump incontra oggi in Florida il presidente cinese Xi. Dossier caldo quello della Corea del Nord. Difenderemo gli alleati dalle minacce di Pyongyang, assicura Trump al premier giapponese Abe. Dopo le critiche, Trump silura il falco Bannon e modifica l'organizzazione del Consiglio nazionale per la sicurezza Usa: vittoria in politica estera per la corrente moderata di Ivanka. 
ansa

PD BATTUTO AL SENATO, VENTI DI CRISI PER LA MAGGIORANZA

OGGI RIUNIONE RENZIANI CAMERA. CASALEGGIO JR DEBUTTA IN TV Venti di crisi col ko della maggioranza al Senato: Torrisi eletto coi voti delle opposizioni alla presidenza della commissione che esaminerà la riforma elettorale, tagliato fuori il Pd; Alfano chiede all'esponente Ap di dimettersi. Oggi alla Camera riunione di Renzi coi suoi parlamentari. Casaleggio jr debutta oggi in tv, a 'Otto e mezzo'. 
ansa

SIRIA: 83 I MORTI IN STRAGE CHIMICA, MA RUSSIA DIFENDE ASSAD

 MOSCA FERMA RISOLUZIONE ONU. TRUMP:AGIREMO SOLI,ORA SI CAMBIA Sale a 83 morti di cui 30 bambini il bilancio dell'attacco nella provincia siriana di Idlib, in cui sono state coinvolte armi chimiche. La Russia difende il regime siriano parlando di 'fake news' e si oppone alla risoluzione del Consiglio di sicurezza. Ed è scontro con gli Usa: agiremo da soli, avverte la ambasciatrice americana all'Onu; è stata superata la linea rossa e il mio atteggiamento verso Assad è cambiato, afferma Trump
ansa

VIVENDI, L'UE CERTIFICHI IL CONTROLLO 'DE FACTO' DI TELECOM

RICHIESTA DEPOSITATA IL 31 MARZO, GIUDIZIO ENTRO IL 12 MAGGIO Vivendi si rivolge alla Commissione per la concorrenza della Ue chiedendo che certifichi un'operazione "che consista nell'acquisizione del controllo esclusivo 'de facto' su Telecom". Il file con la richiesta è stato depositato il 31 marzo e pubblicato il 3 aprile e una risposta è attesa entro il 12 maggio. Intanto, Pier Silvio Berlusconi conferma che Fininvest non intende trattare con i francesi su Mediaset e dalla prossima settimana può tornare a comprare azioni. 
ansa

MOSCA DIFENDE ASSAD, 'SOLO FAKE NEWS'. SCONTRO CON GLI USA

RESPINTA LA RISOLUZIONE ONU. IRA DI TRUMP: 'AGIREMO DA SOLI' La Russia difende Assad dopo la strage di bambini in Siria a Idlib. Il gas, secondo Mosca, veniva dai depositi dei ribelli contro il regime: 'Dagli Usa solo fake-news', sostiene il Cremlino, che si oppone alla risoluzione di condanna dell'Onu per il regime di Damasco. Trump: 'L'attacco ha cambiato il mio atteggiamento si Assad', dice e l'ambasciatrice alle Nazioni Unite aggiunge: 'Se l'Onu non interviene, potremmo farlo noi'. Durissimo il presidente turco Erdogan: 'In Siria sono stati uccisi bambini con armi chimiche. Assassino Assad, come ti libererai di loro? Come pagherai, mentre il mondo resta in silenzio, le Nazioni Unite restano in silenzio?'. 
ansa

Gran Bretagna. Uovo senza «Pasqua». A Londra è polemica

ino all’anno scorso si chiamava «caccia all’uovo di Pasqua». Da quest’anno, l’attività che durante le vacanze pasquali coinvolge milioni di ragazzini in Gran Bretagna, sarà solo una «caccia all’uovo di Cadbury»: lo storico produttore di cioccolato britannico il cui fondatore era un fervente religioso.
«Il signor Cadbury si rivolterebbe nella tomba – ha dichiarato ieri l’arcivescovo anglicano di York John Sentamu –, se sapesse che il cristianesimo è stato omesso da una delle tradizioni pasquali più attese dai ragazzi ». A innescare la polemica era stata l’iniziativa del National Trust (l’ente che gestisce molti monumenti e parchi britannici), di permettere la «caccia all’uovo» promossa dalla Cadbury: che fornisce il cioccolato che poi i ragazzi devono scovare. «Non vogliamo offendere nessuno – ha detto ieri un portavoce dell’azienda –: Infatti su tutte le nostre uova di cioccolato che abbiamo messo in commercio quest’anno c’è la parola Pasqua». Ma per la maggiorparte dei britannici (lo confermano alcuni sondaggi-lampo) Cadbury e National Trust, due veri e propri simboli della Gran Bretagna, avrebbero oltrepassato i limiti.
Al punto che anche la premier Theresa May ieri mattina si è sentita costretta a intervenire nel dibattito: «L’iniziativa – ha detto May – è assolutamente ridicola. Non sono solo figlia di un vicario, sono anche membro del National Trust. La Pasqua è molto importante, per me e per milioni di cristiani in tutto il mondo». Cadbury, un quacchero che fondò la fabbrica di cioccolato nel 1824, era conosciuto per la sua fede religiosa, e «non avrebbe mai accettato », ha detto ieri l’arcivescovo Sentamu, di cancellare la parola Pasqua. «Chi ha visitato la fabbrica di Cadubury a Birmingham», oggi trasformata in un’attrazione turistica, «sa bene che la fede cristiana influenzò pronfondamente il suo spirito commerciale ».
avvenire

Firenze . Torna nella basilica di Santo Spirito il Cristo di Michelangelo


Torna nella basilica di Santo Spirito dopo quasi un anno il Cristo di Michelangelo Buonarroti. Dopo due trasferte a Torino e Napoli, il crocifisso è stato posto non nell'abituale collocazione, addossato alla parete, ma al centro della chiesa. L'opera lignea fu scolpita da Michelangelo come forma di ringraziamento nei confronti del convento di Santo Spirito che lo ospitò nel 1492. Per secoli il Cristo restò "anonimo" e fu attribuita solo nel 1962. Dal dicembre 2000 è tornato in Santo Spirito (Foto Ansa/Maurizio Degl'Innocenti)
da Avvenire

Lavoro. «Dall'Italia è boom di emigranti over 40»

Nel 2016 il numero di italiani che si sono trasferiti all'estero ha toccato un nuovo record: l'Istat ne ha stimati 115mila. Ma se studenti e neolaureati la fanno sempre da padroni, il dato che è più cresciuto è quello dei 40 e 50enni: tra il 2008 e il 2014 sono raddoppiati, da 7.700 a 14.300. Considerate le persone in età lavorativa, rilevaRepubblica che ha analizzato i dati di Cna (Confederazione nazionale dell'artigianato), una su cinque sta in quella fascia, una su tre allargando il conto agli over 50. Un esodo di professionisti, imprenditori e lavoratori meno qualificati che ormai affianca quello classico dei giovani talenti.
Con destinazioni diverse: meno Londra e Berlino, privilegiate dai neolaureati, e più geografie ad alto potenziale di crescita, come Cina o Sudamerica. O Paesi alla ricerca di competenze professionali pronte, come per medici e ingegneri richiesti in Germania e nei Paesi del Golfo.
Un flusso di persone istruite, il 31% è laureato, il doppio della media nazionale e che secondo la Cna prescinde dalla congiuntura di crisi e ha assunto le caratteristiche di una tendenza.
avvenire

Giovani. Domenica la Gmg nelle diocesi sui passi di Maria

Giovani in festa a Cracovia 2016
Quasi come un’eco della «preghiera rivoluzionaria» di Maria, «una giovane piena di fede, consapevole dei suoi limiti ma fiduciosa nella misericordia divina»: così verrà vissuta in tutte le diocesi del mondo la 32ª Giornata mondiale della gioventù, che si celebrerà domenica. «Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente» è il tema scelto da Papa Francesco per questo appuntamento che, come di consueto, si tiene nella Domenica della Palme. Di fatto si tratta del primo passo del nuovo percorso indicato dal Pontefice ai giovani in vista dell’appuntamento mondiale della Gmg di Panama 2019 ma anche del Sinodo sui giovani in programma per il 2018.

Nel messaggio per la Gmg 2017 diffuso lo scorso 21 marzo Bergoglio invita le nuove generazioni a prendere esempio da Maria, che era «poco più che adolescente» ma che seppe «fare memoria» del passato del popolo a cui apparteneva. Occorre, insomma, che «i fatti del passato diventino realtà dinamica, sulla quale riflettere e da cui trarre insegnamento e significato per il nostro presente e futuro». Solo così, con «fedeltà creativa» si potranno costruire «tempi nuovi».
E sarà di certo tutto mariano l’appuntamento che sabato 8 aprile vedrà il Papa assieme ai giovani di Roma e delle diocesi del Lazio nella basilica di Santa Maria Maggiore. L’incontro inizierà alle 17 e vedrà la presenza anche dei ragazzi di tutto il mondo che da oggi prenderanno parte al Forum internazionale sul tema «Da Cracovia a Panama. Il Sinodo in cammino con i giovani». Verrà proiettato il videomessaggio inviato dal Papa assieme al messaggio per la Gmg 2017. Alcuni ragazzi del Forum internazionale, poi, porteranno la loro testimonianza e infine, alle 18.30, verrà accolto il Papa che presiederà la liturgia della Parola.
da Avvenire

Malaysia. Spose a 9 anni? Per il Parlamento è normale

La nuova legge anti pedofilia varata dal Parlamento non condanna il fenomeno delle spose bambine. Dichiarazioni choc di un deputato
In Malaysia una bambina di 9 può legittimamente sposarsi, o meglio essere concessa (è il caso di dirlo: come una regalia) in sposa. Nozze legali, dunque, e non violenza. La sconcertante presa di posizione è contenuta nella nuova legge anti pedofilia varata ieri dal parlamento di Kuala Lumpur, che ha evitato di condannare il fenomeno delle spose bambine.

«A 9 anni sono pronte: che c'è di male?»

Il parlamentare Tasek Gelugor, del partito di centrodestra Barisan Nasional (Fronte nazionale), ha affermato che a 9 anni le bambine sono "fisicamente e spiritualmente" pronte per il matrimonio. "Raggiungono la pubertà tra i 9 e i 12 anni" ha osservato. "A quell'età il loro corpo è simile a quello che avranno a 18 anni". Si è spinto persino oltre: non c'è "nulla di male" se la vittima di uno stupro sposa il suo stupratore per evitare il biasimo. Parole che, diffuse sui social media, hanno fatto indignare mezzo mondo. E hanno spinto l'opposizione a chiedere le dimissioni dell'interessato.

Le novità della legge anti pedofilia

La nuova legge approvata ieri dal parlamento condanna la realizzazione e il possesso di materiale pedo-pornografico e istituisce un tribunale speciale per il crimine di pedofilia, al fine di accelerare i tempi dei processi. Chi commette reati sessuali con minori di 18 anni rischia fino a 30 anni di carcere e 6 frustate.
Per quanto riguarda il matrimonio, invece, restano in vigore norme e usanze. Sia per la legge civile che per quella islamica, in Malaysia è consentito sposarsi anche ai minori di 18 anni, maschi e femmine. Basta il permesso dell'autorità locale o del tribunale islamico.

Un caso che fece scalpore

Tra il 2012 e il luglio 2016 sono stati 12.987 i casi di abusi sessuali su minori, ma solo 140 le condanne. Dieci mesi fa ha destato scalpore la vicenda di Richard Huckle, un britannico condannato per avere abusato di circa 200 bambini, anche molto piccoli, e ragazzi soprattutto in Malaysia.

La soluzione choc: stuprare e sposare

"Ora la legge è più severa... ma non abbastanza" ha commentato la deputata di opposizione Teo Nie Ching, che chiedeva la messa al bando dei matrimoni con minorenni, fenomeno che riguarda soprattutto le bambine. Non sono rari i casi, ha ricordato, di stupratori che sposano le vittime per evitare di essere processati. Così le violenze possono proseguire, con il benestare della legge. E il parlamento lo chiama matrimonio.
Avvenire