venerdì 7 aprile 2017

I GIUDICI BLOCCANO IL SERVIZIO APP 'UBER BLACK'

'CONCORRENZA SLEALE'. AZIENDA PRONTA AL RICORSO Il Tribunale di Roma ha ordinato il blocco, entro 10 giorni, dei servizi offerti dal gruppo Uber in Italia con la app Uber Black, ossia le berline nere con autista attive a Milano e Roma, e le analoghe app Uber-Lux, Uber-Suv, Uber-X, Uber-XL, UberSelect, Uber-Van. Accolto un ricorso per concorrenza sleale delle associazioni di categoria dei tassisti. Secondo i giudici, 'gli autisti Uber' si mettono in una posizione di 'indebito vantaggio' rispetto ai tassisti. Uber Italia annuncia che presenterà appello. (ANSA).

FALSE CITTADINANZE A CALCIATORI BRASILIANI, 2 ARRESTI

COINVOLTI ANCHE IN A, C'E' BRUNO HENRIQUE DEL PALERMO Scoperta un'organizzazione che forniva false cittadinanze italiane a stranieri. Molti dei quali calciatori di Calcio a 5, ma anche di Serie A. Fra questi Bruno Henrique del Palermo, Gabriel Boschilia del Monaco e altri di squadre brasiliane e portoghesi. Circa 300 i cittadini brasiliani che avrebbero pagato per diventare italiani in base allo ius sanguinis, senza però averne i requisiti. Arrestati il responsabile dell'ufficio di Stato civile di Brusciano, in provincia di Napoli, e il titolare di un'agenzia di pratiche amministrative di Terni. 
ansa

UN CAMION SULLA FOLLA A STOCCOLMA, E' CACCIA ALL'UOMO

ALMENO 3 MORTI E 8 FERITI. IL GOVERNO: 'E' TERRORISMO' Un camion è piombato sulla folla in una delle principali strade commerciali di Stoccolma. Il bilancio è di almeno tre morti e otto feriti. Il primo ministro svedese Stefan Lofven ha detto che tutto fa pensare a 'un attacco terroristico'. E' caccia all'uomo alla guida del camion. Giallo su un arresto smentito dalla Polizia. Il Parlamento è stato chiuso e la stazione centrale evacuata. Il camion, della Spendrups, è stato rubato poco prima dell'attacco. 
ansa

FUSIONE FOX-SKY, VIA LIBERA DA COMMISSIONE UE

NESSUN PROBLEMA DI CONCORRENZA IN EUROPA La Commissione europea ha autorizzato senza condizioni il progetto di acquisizione di Sky da parte della Twenty-First Century Fox. L'operazione del colosso televisivo Usa nei confronti della catena televisiva con base in Gran Bretagna non pone alcun problema di concorrenza in Europa, secondo la Commissione. (ANSA).

IL TASSO DISOCCUPAZIONE USA SCENDE A MINIMI DAL 2007

CALA AL 4,5%. CREATI 98.000 POSTI, AL DI SOTTO DELLE ATTESE Il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti cala in marzo al 4,5%, ai minimi dal maggio 2007. Una flessione che arriva nonostante i soli 98.000 posti di lavoro creati. Nell'annunciare il dato dello scorso mese, il Dipartimento del Lavoro rivede al ribasso quelli di febbraio, quando sono stati creati 219.000, meno dei 235.000 inizialmente stimati. L'economia americana ha creato in marzo 98.000 posti di lavoro. Il dato e' sotto le attese degli analisti, che scommettevano su 180.000 posti. Il tasso di disoccupazione e' sceso al 4,5%.
ansa

VIA LIBERA AI DECRETI ATTUATIVI DELLA RIFORMA DELLA SCUOLA

GENTILONI, MARTEDÌ IL DEF, ILLUSTREREMO RIFORME FUTURE Nuove modalità per la maturità (dal 2019) e per diventare insegnanti. Il consiglio dei ministri ha approvato stamani in via definitiva gli otto decreti attuativi della legge 107 (Buona scuola). I provvedimenti ridisegnano anche l'istruzione professionale, prevedono nuove risorse per il diritto allo studio e introducono novità per l'educazione della fascia d'età 0-6 anni, per le scuole all'estero e per l'inclusione degli alunni disabili. Martedì l'esecutivo approva il Def e il piano nazionale delle riforme. Lo annuncia Gentiloni. 
ansa

CAMION SULLA FOLLA A STOCCOLMA, ALMENO 3 MORTI E OTTO FERITI

LOFVEN, È ATTACCO TERRORISTICO. EVACUATA STAZIONE CENTRALE Un camion è piombato sulla folla in una delle principali strade commerciali di Stoccolma. Al momento il bilancio è di almeno tre morti e otto feriti. Il primo ministro svedese Stefan Lofven ha detto che tutto indica che l'azione compiuta con il camion che ha travolto la folla nel centro di Stoccolma sia 'un attacco terroristico'. Notizie contraddittorie su un arresto, la polizia ha smentito. Il parlamento svedese è stato chiuso e la stazione centrale evacuata. Il camion è stato rubato poco prima dell'attacco. Lo riporta l'edizione online del quotidiano 'Aftonbladet': il mezzo appartiene alla 'Spendrups', popolare marca di birra svedese, rubato durante il giro di consegne. I responsabili dell'azienda hanno avuto un contatto con l'autista legittimo del mezzo che 'stava scaricando della merce quando qualcuno è saltato dentro il camion ed è scappato'. Condanna dell'Italia: Alfano, 'attentato terribile'. 

Stoccolma: in Italia difese passive contro tir


"Difese passive con transenne e barriere new jersey, ma anche "zone di rispetto e prefiltraggio" e blocco della circolazione dei mezzi pesanti: l'attentato a Stoccolma ripropone anche in Italia il problema dei camion trasformati in arma da chi vuole seminare il terrore. Uno scenario già visto sulla Promenade di Nizza e al mercatino di Natale di Berlino, mentre Khalid Masood ha utilizzato un'auto per lanciarsi sulla folla sul ponte di Westminster a Londra. 

Da tempo lo stesso ministro dell'Interno Marco Minniti va ripetendo che la minaccia è "sempre più imprevedibile" ed è dunque quasi impossibile riuscire ad intercettare progetti e azioni che, proprio per le modalità di attuazione, richiedono quasi sempre una pianificazione minima se non nulla. Anche oggi lo ha ribadito: "siamo dentro una fase complicata. Abbiamo di fronte una minaccia terroristica ad altra imprevedibilità. Si ruba il camion e con quel camion si ammazzano cittadini inermi". Parole identiche a quelle del presidente del Copasir Giacomo Stucchi: "siamo ben consapevoli di trovarci di fronte ad una minaccia multiforme e imprevedibile". 

Per questo negli ultimi incontri al Viminale dopo l'attentato di Londra con i vertici dell'intelligence e delle forze di polizia, non potendosi escludere la possibilità di gesti emulativi, Minniti ha sottolineto che più delle restrizioni e dei blocchi alla circolazione sono fondamentali l'attività di prevenzione e il controllo del territorio. Le misure possibili, d'altronde, sono già state messe in campo da mesi. Nei prossimi giorni, inoltre, verranno rivisti ulteriormente i piani di controllo in vista della Pasqua: il Dipartimento di Pubblica Sicurezza chiederà a questori e prefetti di riqualificare gli obiettivi sensibili proprio in vista delle celebrazioni previste. Dunque massima attenzione al Vaticano e ai luoghi di culto cattolici ma, anche, a tutte quelle aree dove è previsto un grande afflusso di persone. 

La circolare ricalcherà in sostanza quella già diffusa in occasione di Natale, che ha coinciso con l'attentato a Berlino. In quell'occasione si chiedeva una verifica delle condizioni di sicurezza su chiese e luoghi di culto, mercati e centri commerciali, mete frequentate dai turisti, valutando la possibilità di attuare misure di difesa passive, vale a dire barriere che impediscano l'accesso a auto e camion alle aree interessate. Spetta ai comitati per l'ordine e la sicurezza pubblica individuare gli obiettivi e disporre le eventuali misure di protezione. E' possibile inoltre che in particolari occasioni a rischio, si decida di vietare completamente la circolazione ai camion, come accaduto in occasione delle celebrazioni per i Trattati di Roma. (ANSA).

G8,Italia patteggia a Strasburgo con le vittime di Bolzaneto

G8,Italia patteggia a Strasburgo con le vittime di Bolzaneto

Cronaca.ansa
Governo riconosce torti e risarcisce 45mila euro a 6 ricorrenti
Un giovane militante del Genoa Social Forum fermato la notte fra 21 e 22 luglio 2001 (ANSA)Un giovane militante del Genoa Social Forum fermato la notte fra 21 e 22 luglio 2001

Attacco Usa in Siria rischio guerra mondiale

Attacco Usa in Siria rischio guerra mondiale

Trump interventista e ora scatta la paura nel mondo intero


Usa bombarda Siria, i missili lanciati dalle portaerei (video)

Video del ataque de los Estados Unidos a la base area siria

"TENSIÓN EN SIRIA" POR ATAQUE DE EE.UU A BASES MILITARES SIRIAS (video)

Tv siriana: raid Usa è un'aggressione

La tv di Stato siriana conferma che un attacco missilistico statunitense ha colpito una serie di obiettivi militari all'interno del Paese, definendo l'attacco una "aggressione". Intanto Trump ribadisce che "anni di tentativi per far cambiare il comportamento di Assad hanno fallito drammaticamente Chiedo a tutti i paesi civilizzati di unirsi a noi nel cercare di mettere fine al massacro e al bagno di sangue in Siria, e anche a mettere fine al terrorismo". 

- See more at: http://www.rainews.it


Siria: gli Usa bombardano l'aeroporto. Elevato il numero di vittime

WASHINGTON (USA) - A quanto pare, gli Usa hano smesso di mandare avanti i mercenari dell'ELS o gli estremisti dell'ISIS e di Al Qaeda, per intervenire personalmente contro il Presidente siriano Bashar al Assad. Lo dimostra l'attacco di questa notte (alle 2.30 ora italiana) sferrato mediante 59 missili Tomawhak lanciati da due portaerei situate nel Mediterraneo. I missili hanno colpito l'aeroporto di Al Sharyat, colpendo le piste e gli aerei presenti. Ci sono molti morti, ma per ora se ne ignora il numero (come mai questa volya il sedicente Osservatorio dei Diritti Umani in Siria non ha il consueto e lacrimevole elenco di morti, con corredo di foto strappalacrime? Forse perchè i servizi segreti inglesi non gliele hanno fornite? ndr).

E' stato lo stesso Donald Trump a rivendicare l'attacco, affermando di aver colp0ito la base aerea da cui è partito l'attacco fatto con i gas (che in realtà non c'è mai stato) ad Idlib, nel nord della Siria. Secondo Trump, per troppo tempo la Siria ha ignorato le risoluzioni Onu e che le responsabilità deklla Siria nell'attacco con armi chimiche non si possono discutere. 

in realtà, l'aeroporto militare di Al Sharyat è la principale base da cui partono gli aerei per appoggiare gli attacchi dell'esercito siriano contro le truppe che hanno invaso il nord della Siria. Poichè negli ultimi tempi ELS, AL Qaeda e ISIS non riuscivano a contenere gli attacchi dei siriani, gli Usa hanno deciso di dare loro una mano. E così si scopre anche il perchè tutti i giornali (anche in Italia) hanno dato così ampio risalto alla notizia del falso attacco con i gas senza mai presentare seriamente l'altra campana: per giustificare i bombardamenti Usa.
julienews.it

Usa-Siria, un'offensiva limitata Ma è una svolta nella linea di Trump

NEW YORK - Un avvertimento o l’inizio di un’offensiva? L’attacco alla base aerea siriana ha fatto vittime? C’erano anche militari russi? Mosca era stata informata? E come reagirà? La prima offensiva militare ordinata da Donald Trump, 75 giorni dopo l’inizio della sua presidenza, sorprende per l’inversione di rotta della Casa Bianca (il presidente ha scelto una linea che sembra l’opposito del nazionalismo isolazionista di Bannon) e per la rapidità con la quale è stata attuata. Il presidente — spinto in questa direzione dagli ex generali Mattis e McMaster, capi del Pentagono e del Consiglio per la Sicurezza Nazionale — sembra voler ripristinare la «linea rossa» dell’uso delle armi chimiche a suo tempo tracciata da Barack Obama che però, poi, l’aveva vanificata rinunciando a sanzionare le sue violazioni. L’attacco ha sollevato una selva di interrogativi, alcuni dei quali hanno trovato risposta già nella notte: il segretario di Stato, Rex Tillerson, ha detto che il Cremlino non è stato informato e si è mostrato poco preoccupato delle reazioni russe, accusando, invece, Mosca per il massacro dei civili uccisi con armi chimiche: «O sono complici o sono incompetenti». Un nuovo atteggiamento Ancora la settimana scorsa il team di Trump mostrava un atteggiamento pilatesco rispetto a una crisi siriana giudicata ormai inestricabile, una matassa dalla quale tenersi alla larga: «Tocca al popolo siriano decidere se continuare o no ad essere governato da Assad». Tutto è cambiato con le immagini dei bimbi soffocati dall’attacco chimico. Non erano di certo le prime: Damasco ha attaccato molte volte il suo stesso popolo col gas e Trump, pur essendone consapevole, aveva sempre escluso un intervento, scaricando su Obama la responsabilità di una situazione ormai fuori controllo. Ma quelle immagini — unite alla consapevolezza di avere ora, da presidente, una responsabilità diretta — hanno «choccato» Trump spingendolo ad agire. Due giorni fa il presidente ha ammesso di aver cambiato posizione e si è detto orgoglioso della sua flessibilità. E stanotte, dopo l’attacco, Trump ha rivendicato la legittimità di una sortita che non è stata autorizzata da un organismo multinazionale: ha invitato l’Onu, fin qui paralizzata dal veto russo, ad agire e ha scandito che «trovare e neutralizzare le armi chimiche che vengono usate è nell’interesse vitale della sicurezza degli Stati Uniti». Un avvertimento isolato? Per ora lo strike condotto lanciando 59 missili Tomahawk contro la base aerea siriana sembra un avvertimento isolato: lo stesso Trump ha spiegato che è dalle piste appena colpite che sono partiti gli aerei che hanno bombardato i civili col gas sarin. Altri bersagli simbolici potrebbero essere colpiti nelle prossime ore, ma, se avesse voluto lanciare un’offensiva più vasta, il Pentagono avrebbe probabilmente attaccato i radar e le difese antiaeree siriane in tutto il Paese. Invece per ora Trump ha preferito lanciare missili senza rischiare la vita dei suoi piloti. Un attacco che il Pentagono ha definito «necessario e proporzionato». Trump è giunto alla conclusione che è ora di rovesciare il regime di Assad? Il presidente ha condannato Damasco ma non ha parlato di regime change né ha menzionato Russia e Iran, i sostenitori di Assad. Ragionevolmente, quindi, l’obiettivo è quello di impedire nuovi attacchi chimici, facendo capire che, dopo essere rimasta alla finestra per sei anni, ora l’America è pronta a intervenire. Ma, con l’uscita di scena dell’isolazionista Bannon dal Consiglio per la Sicurezza Nazionale e la crescita dell’influenza di Jared Kushner, accusato dallo stesso ideologo ultraconservatore di essere un «globalista», la rotta della Casa Bianca è sicuramente cambiata. La mossa di Trump è stata apprezzata dai repubblicani e anche da alcuni democratici che a suo tempo avevano criticato Obama per il suo passo indietro. Ma se la Russia, anziché recepire il messaggio, opterà per una risposta aggressiva, Washington dovrà accettare un coinvolgimento sempre più profondo in un conflitto del quale nessuno è più in grado di tirare e fila.
Corriere della Sera



Siria, Trump: bimbi non devono soffrire


"Nessun bambino dovrebbe soffrire" come hanno sofferto quelli siriani: lo afferma il presidente americano Donald Trump, che ha lanciato 60 missili contro una base aerea della Siria in risposta alla strage chimica di Idlib.
    E ha aggiunto: il bombardamento americano in Siria e' nel "vitale interesse della sicurezza" degli Stati Uniti. La Siria ha ignorato gli avvertimenti del Consiglio di sicurezza dell'Onu, ha sottolineato Trump. E ha chiesto al mondo di unirsi agli Usa "per mettere fine al flagello del terrorismo".

ansa

Dal gas Sarin all'iprite, l'incubo delle armi chimiche Sono considerate l'atomica dei paesi poveri

Che si tratti di gas nervini, come il Sarin, o di gas mostarda, come l'iprite o di cloro, le armi chimiche nonostante una convenzione internazionale che ne vieta l'utilizzo e lo stoccaggio, sono ancora una realtà come testimonia l'ultima strage di civili in Siria in seguito ad un raid aereo con l'uso di gas sarin. Ecco le principali:

GAS NERVINI: sono aggressivi chimici volatili organofosfati impiegati a uso bellico. Il più noto è il Sarin, ma della temibile famiglia fanno parte anche il Tabun, il Soman e il VR - 55. Tutti agiscono sul sistema nervoso, causando la perdita del controllo della muscolatura volontaria e involontaria: quindi violenti spasmi muscolari, conati di vomito e perdita di liquidi corporei (fuoriuscita di feci e urina, sudore, saliva, lacrime), nonché un restringimento evidente delle pupille. I gas nervini vennero sintetizzati per la prima volta negli anni '30 da alcuni scienziati tedeschi mentre stavano cercando di creare pesticidi, ma vennero sviluppati a scopi bellici solo negli anni '50. In particolare, il Sarin è incolore, inodore e insapore. E' molto tossico a contatto con la pelle oppure se inalato, basta quindi un'esposizione anche minima per portare entro un minuto alla morte per soffocamento.

GAS MOSTARDA come l'iprite, così chiamati per il loro caratteristico odore sono potenti vescicanti che possiedono la spiccata tendenza a legarsi a molte e diverse molecole organiche dell'organismo, causando piaghe sulla pelle e problemi respiratori. L'Iprite è il più noto tra questi, prende il suo nome da Ypres, la località belga dove venne utilizzato per la prima volta, nel corso della Prima guerra mondiale dai tedeschi, il 22 aprile 1915.

CLORO E FOSGENE, sono agenti asfissianti che causano lesioni ai polmoni tali da provocare la morte per asfissia perché quando vengono inondati dal sangue.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Siria, Trump sferra l'attacco: lanciati 59 missili da navi Usa su base aerea attacco chimico


Gli Stati Uniti hanno lanciato 59 missili cruise verso la base aerea siriana da cui si presume sia partito l'attacco con armi chimiche nella provincia di Idlib. Si tratta di missili 'Tomahawk', lanciati da due navi americane di stanza nel Mediterraneo. E' il primo attacco diretto Usa alla Siria dall'insediamento del presidente Donald Trump. Quest'ultimo non aveva preannunciato l'operazione, sebbene in giornata il suo messaggio sulla crisi siriana fosse stato più netto che nei giorni precedenti.

"Nessun bambino dovrebbe soffrire" come hanno sofferto quelli siriani: lo afferma Trump. E ha aggiunto: il bombardamento americano in Siria e' nel "vitale interesse della sicurezza" degli Stati Uniti. La Siria ha ignorato gli avvertimenti del Consiglio di sicurezza dell'Onu, ha sottolineato Trump. E ha chiesto al mondo di unirsi agli Usa "per mettere fine al flagello del terrorismo".

ansa

F1 E MOTOGP, OGGI LIBERE IN CINA E ARGENTINA


TENNIS, ITALIA IN BELGIO PER QUARTI COPPA DAVIS A Shanghai si corrono stamani le prime sessioni libere del Gran premio di Formula 1 della Cina. La MotoGp: a Termas de Rio Hondo in programma oggi le libere del Gran premio d'Argentina. Il tennis: a Charrleroi oggi i match della prima giornata dei quarti di finale di Coppa Davis tra Belgio e Italia. (ANSA).

ANZIANA UCCIDE MARITO A COLPI LAMPADA E SI SUICIDA


BARISTA UCCISO, OGGI FUNERALI. ARRESTATO EVASO DA ALESSANDRIA Disperata per la malattia del marito, lo ha ucciso a colpi di abatjour sulla nuca e si è suicidata con un sacco di plastica in testa: è avvenuto in una casa di Roveredo in Piano, in provincia di Pordenone; avevano 79 anni lei e 86 lui. Nel Bolognese oggi i funerali del barista ucciso in una rapina. Nel Milanese arrestato il 35enne albanese evaso dal carcere di Alessandria. 
ansa

SIRIA, TRUMP SFERRA ATTACCO: NAVI LANCIANO 60 MISSILI SU BASE

"BIMBI NON DEVONO SOFFRIRE COSÌ, MONDO METTA FINE A MASSACRO" Dopo la strage chimica, Trump sferra l'attacco militare ad Assad: navi Usa nel Mediterraneo hanno lanciato 60 missili verso una base aerea in Siria. Il presidente americano ha commentato: nessun bimbo deve soffrire in quel modo, i paesi civilizzati mettano fine al massacro. La tv di Stato siriana parla di "aggressione" Usa e di "perdite". Il Pentagono parla di "riposta proporzionata". La Russia era stata informata prima dell'operazione. Nella base colpita sarebbero stati presenti anche russi. Mosca ha fallito nell'evitare un attacco chimico, commenta da parte sua Tillerson. 
ansa

Ferrovie: abbonamenti, al lavoro su anomalie tariffarie


- E' stata condivisa la scelta di superare le attuali anomalie per le tariffe degli abbonamenti sulle tratte interregionali nel trasporto ferroviario, nel corso di un incontro avvenuto oggi tra la Commissione trasporti della Conferenza delle Regioni, coordinata dal vicepresidente della Campania, Fulvio Bonavitacola, e i rappresentanti di Assoutenti, Federconsumatori, Movimento Consumatori e Cittadinanzattiva.

Nel registrare posizioni ancora differenziate, soprattutto per quanto riferito al regime tariffario dei non abbonati che si servono di tratte interregionali ed eventuali penalizzazioni pregresse, è stata invece condivisa la scelta di superare le attuali anomalie per le tariffe degli abbonamenti sulle tratte interregionali. 

Si pensa di applicare in modo equo e proporzionale alle tratte interregionali il cumulo delle tariffe applicabili in ambito regionale, secondo una rigorosa proporzione del chilometraggio di attraversamento delle singole regioni. 

A tale proposito, Bonavitacola ha anche precisato che occorrono tempi tecnici per l'entrata in esercizio del nuovo metodo anche in considerazione delle complesse modifiche dei sistemi informativi volti alla sua applicazione, così come comunicato da Trenitalia. 

In ogni caso il differimento temporale non dovrà penalizzare l'utenza, dovendosi prevedere idonei meccanismi compensativi di recupero. Su questo le parti si sono riservate ulteriori approfondimenti. Il coordinatore ha ringraziato le associazioni dei consumatori per l'approccio costruttivo che è stato mantenuto in questa vicenda. (ANSA).

Letteratura: da Cognetti a Dose e Sgarbi per Les Mots 2017

Paolo Cognetti, Vittorio Sgarbi, Luca Bianchini, Lorenzo Cremonesi, Umberto Ambrosoli, Antonello Dose, Sveva Casati Modigliani, Salvatore Vella sono alcuni dei protagonisti dell'edizione 2017 di Les Mots, festival della parola in Valle d'Aosta, che si svolgerà dal 15 aprile al primo maggio in una tensostruttura allestita in piazza Chanoux, ad Aosta. In programma oltre 90 eventi, dagli incontri letterari a momenti musicali e degustazione di vini. Tema della rassegna è la 'Svolta', direttore artistico è Arnaldo Colasanti."In un'epoca di continui mutamenti e di grandi incertezze - ha detto l'assessore regionale alla cultura, Chantal Certan - è importante affrontare i momenti di svolta con determinazione e competenza, con buon senso, con chiarezza, con semplicità, senza subirli. Quest'anno il Festival intende raccontare tutto questo, ma soprattutto intende raccontare la Svolta nella vita privata, professionale e artistica dei tanti ospiti che si alternano sul palco". (ANSA).

Corruzione e reati tributari: perquisizioni, 30 indagati

(di Francesco Tamburro) (ANSA) - ROMA, 6 APR - Da un'analisi di flussi finanziari esaminati nell'ambito dell'inchiesta su Mafia Capitale ha preso spunto, a Roma, un'inchiesta per ipotesi di reato di corruzione e di violazioni delle norme tributarie culminata in perquisizioni eseguite in diverse città italiane nei confronti di una trentina di indagati e di altrettante società, a loro volta iscritte nell'apposito registro della procura. 

Non si tratta di un rivolo di Mafia Capitale, ma di un'inchiesta che ha preso spunto dai meandri emersi nel corso di quella vicenda giudiziaria. 

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria-Gico, guidati da Cosimo Di Gesù, hanno anche acquisito, in virtù di un ordine di esibizione dell'autorità giudiziaria, documenti presso la Regione Lazio e, in collaborazione con i reparti territorialmente competenti, nelle province di Catania, Messina, Torino, Firenze, Bologna, Ravenna, Milano, Varese e Trento. 

Nell'inchiesta dei pm Luca Tescaroli, Stefano Rocco Fava e Giuseppe Cascini, coordinati dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, figurano, tra gli indagati, Maurizio Venafro, ex capo di Gabinetto della Regione Lazio (giunta Zingaretti), già assolto in uno dei filoni dell'inchiesta sulla cosiddetta Mafia Capitale, Fabrizio Centofanti, ex braccio destro di Francesco Bellavista Caltagirone, l'imprenditore Giuseppe Cionci, uscito indenne con archiviazione dalla stessa inchiesta su Mafia Capitale, e l'imprenditore Ezio Bigotti. Per i primi due l'ipotesi di reato presa in esame a piazzale Clodio è quella di corruzione, per gli altri due la violazione delle norme tributarie. 

Venafro è coinvolto negli accertamenti in relazione ad una vicenda successiva alle sue dimissioni alla Regione Lazio: ossia 70 mila euro che avrebbe ottenuto a titolo di consulenza per conto della società Energie Nuove di Centofanti. Il sospetto dei magistrati è che quella consulenza possa essere legata ad una concessione della Regione Lazio nei confronti di quella società. Cionci è indagato per una presunta evasione fiscale il cui ammontare è in fase di quantificazione. Secondo gli inquirenti avrebbe ottenuto una consulenza fittizia sempre dalla società Energie Nuove. 

Il nome di Ezio Bigotti era invece emerso nell'inchiesta Consip che ha portato in carcere l'imprenditore Alfredo Romeo. Ed è proprio lui a fare il nome di Bigotti, al telefono con il suo collaboratore Italo Bocchino. Ai pm Marco Gasparri, il capo ufficio acquisti Consip che ha confessato di aver ricevuto soldi da Romeo per intervenire a suo favore sulle gare d'appalto, l'imprenditore temeva che i vertici Consip favorissero la Cofely (il gigante francese, al momento aggiudicatario di 4 lotti della gara Fm4 dal valore di 2,7 miliardi, per oltre 700 milioni) "perché capogruppo di un raggruppamento temporaneo di impresa cui faceva parte una società riconducibile a tale Bigotti, imprenditore, a suo dire, legato a Verdini". (ANSA).

CORONA, CON BELEN TANTI SOLDI IN NERO, COME BONNIE&CLYDE

'CON LEI TUTTO ERA ORO. GUADAGNAVO ANCHE SUI SENI RIFATTI' Gli 1,7 milioni di euro in contanti trovati in un controsoffitto erano tutti 'soldi in nero' da serate e campagne pubblicitarie e 'li ho fatti soprattutto nel 2009, quando con Belen eravamo una coppia mediatica eccezionale, come Bonnie&Clyde. Tutto quello che toccavamo diventava oro, guadagnavamo cifre folli'. Lo ha raccontato in Tribunale Fabrizio Corona a processo a Milano tra l'altro per frode fiscale e intestazione fittizia di beni. Riusciva a guadagnare soldi, ha aggiunto, anche su 'seni rifatti e liposuzioni', incassando provvigioni per mandare clienti vip da un chirurgo plastico. 
ansa


L'AQUILA RICORDA LE 309 VITTIME DEL TERREMOTO

FIACCOLATA PER 5MILA ALL'ORA DELLA SCOSSA DI OTTO ANNI FA Otto anni fa, nella notte del 6 aprile 2009, la terribile scossa del terremoto di L'Aquila che ha provocato 309 morti. La città si è fermata ancora per ricordarle e fare il punto sulla ricostruzione. 'Le nuove scosse rinnovano il dramma', ha detto l'arcivescovo Petrocchi. Mentre il capo dello Stato Sergio Mattarella, a Sulmona, ricordato anche le vittime del sisma del Centro Italia. 
ansa

TRUMP VUOLE PUNIRE ASSAD, ORA IL PENTAGONO VALUTA I RAID

ERDOGAN: LA PAGHERA'. MOSCA FRENA SUL SOSTEGNO A DAMASCO Il presidente Usa Donald Trump sta considerando la possibilità di azioni militari in Siria, dopo l'attacco con le armi chimiche a Idlib. Il Pentagono gli ha presentato le diverse opzioni. Mosca chiede equilibrio, ma sottolinea che il sostegno al regime 'non è scontato'. Ira della Merkel per lo stop alla risoluzione Onu. Intanto, i risultati delle autopsie di tre vittime dell'attacco di martedì, eseguite in Turchia, provano l'uso del gas. Israele accusa Assad. Erdogan lo attacca: 'Ha ucciso 150 civili, Allah li vendicherà'. 
ansa