domenica 9 aprile 2017

Bomba Mogadiscio rivendicata da Shabaab 15 morti

L'attentato di oggi a Mogadiscio ha provocato la morte di 15 persone. Lo riferisce la Cnn citando la polizia. L'attentato è stato rivendicato da Al Shabaab con un comunicato trasmesso dalla Radio Andalus, la loro emittente. Il capitano Osmad Mohamed ha detto che obiettivo del kamikaze era il nuovo capo militare somalo Mohamed Irfid. L'attentatore ha cercato di colpire il convoglio a bordo del quale viaggiava il militare, ma lo ha mancato ed ha preso invece un minibus.
ansa 9 Aprile 2017 ore 20:04

Egitto: Israele, paese è sotto attacco

TEL AVIV, 9 APR - "L'attacco terroristico ad una chiesa copta al Cairo è un memento che anche l'Egitto è sotto attacco dei terroristi". Lo ha detto viceministro degli esteri israeliano Tizpi Hotevely nella prima reazione ai fatti di Tanta. "Il terrorismo non si ferma a Stoccolma, San Pietroburgo, Berlino, Londra e Gerusalemme. Insieme alla tristezza e al dolore dobbiamo unire le forze con pugno di ferro - ha aggiunto - contro l'Asse del Male e il terrore. Israele è un partner in questa lotta contro il terrorismo ovunque colpisca".
ansa
0re 20:01

Egitto: Alfano, il terrore sarà sconfitto

"Esprimo orrore per i due attentati alle chiese cristiano-copte egiziane nella Domenica delle Palme, a Tanta e ad Alessandria. Questi vili attentati hanno causato un tributo di sangue spaventoso in un luogo di pace: questo ha reso l'atto ancora più vile e malvagio". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri Angelino Alfano esprimendo "vicinanza alle famiglie delle vittime e solidarietà alle chiese copte d'Egitto e al popolo egiziano". "Il terrore sarà sconfitto e il governo è al fianco delle nazioni impegnate in prima linea a contrastarlo", ha concluso.
ansa
ore19:59

India: annunciatrice tv apprende morte marito in diretta

Una annunciatrice indiana della tv privata IBC24 dello Stato di Chhattisgarh ha appreso oggi, mentre conduceva in diretta il notiziario del mattino, che il marito era morto in un incidente stradale ma, nonostante lo shock, è rimasta al suo posto fino al termine della trasmissione. Lo riferisce l'agenzia di stampa Pti.
    Il comportamento di Supreet Kaur, nota 'anchorwoman' del canale in cui lavorava da otto anni, ha generato solidarietà e consenso nell'opinione pubblica, ed il governatore dello Stato, Raman Singh, l'ha voluta incontrare per lodarne personalmente la professionalità, anteposta al tremendo dramma famigliare.
    Il responsabile dell'informazione di IBC24, Anshuman Sharma, ha dichiarato che la giornalista conduceva il tg del mattino quando sullo schermo è apparsa la 'breaking news' di un incidente stradale in cui erano morte vicino a Mahasamund tre persone.
    Un collaboratore dell'emittente è entrato in diretta dal luogo dell'incidente, descrivendo il veicolo e i passeggeri deceduti, senza darne l'identità. Ma, ha aggiunto Sharma, "Supreet ha intuito che nel disastro era coinvolto il SUV di suo marito, Harshad Gawde, e che lui stesso era morto".
    Pur affranta dal dolore la giornalista è rimasta inchiodata davanti alle telecamere terminando per dieci minuti la lettura delle notizie. Al termine, ha telefonato al collaboratore, ha avuto così la conferma della morte di suo marito ed scoppiata in lacrime.
   ansa

HAMILTON SUBITO RIVINCITA, SPETTACOLO VETTEL A GP IN CINA

La Mercedes condotta da Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio della Cina, seconda gara della stagione 2017 di Formula 1. Sul circuito di Shanghai, il pilota inglese ha preceduto la Ferrari di Sebastian Vettel, secondo, e la Red Bull di Max Verstappen, terzo.(ANSA).

ROMA RISPONDE A JUVE, MILAN FA POKER, INTER CROLLA A CROTONE

La Roma batte il Bologna 3-0 e rimane in scia della Juventus. Il Milan vince facile (4-0) a Palermo e a Crotone va in scena il crollo dell'Inter che perde 2-1
ansa


TRUMP AVVERTE KIM, PORTAEREI USA VERSO LA COREA DEL NORD

GLI USA PUNTANO ASSAD, 'IN SIRIA SERVE UN CAMBIO DI REGIME' La portaerei statunitense Carl Vinson, che guida il Carrier Strike Group 1 ha lasciato Singapore, variando la destinazione verso la penisola coreana. Un avvertimento di Washington, dopo i segnali secondo cui la Corea del Nord potrebbe effettuare un nuovo test nucleare verso il 15 aprile, per celebrare il fondatore dello Stato Kim Il-sung. Trump ha minacciato azioni unilaterali contro Pyongyang. l'ambasciatrice americana all'Onu Nikki Haley ha avvertito la Siria: 'il cambio di regime e' una delle nostre priorità e finche' questo non avverrà non potrà esserci una soluzione politica al conflitto nel Paese'. 
ansa

Pasqua: Brambilla, volontari in piazza contro mattanza agnelli


A Pasqua scegliete la vita'. Con questo slogan saranno nelle piazze italiane in questo fine settimana i volontari della Lega italiana per la difesa degli animali e dell'ambiente, presieduta da Michela Vittoria Brambilla, per dire 'no' al consumo di carne di agnello durante le festività pasquali. 

"Il presidente di FI Silvio Berlusconi ha adottato cinque agnellini salvandoli da morte certa. Con un gesto concreto - si legge in una nota dell'associazione - l'ex premier ha voluto aderire alla campagna pasquale della Lega italiana: 'A Pasqua scegli la vita, scegli veg'". Un semplice invito, spiega Brambilla, per intensificare "l'impegno contro la strage dei cuccioli e per l'adozione di uno stile di vita sostenibile e rispettoso del diritto degli animali alla vita". Gli agnellini, rileva, "erano destinati a diventare un pranzo di Pasqua ma sono stati salvati e portati da Arcore, su richiesta del presidente. E' ora di dire basta con questa intollerabile strage degli agnelli". Nonostante il continuo declino degli ultimi anni (si è passati da circa 812 mila tra agnelli e capretti macellati nel 'picco pasquale' del 2010 a circa 500 mila dell'anno scorso), "siamo comunque di fronte - afferma Brambilla - ad un'assurda, ingiustificabile mattanza". I cittadini, nelle piazze, potranno sottoscrivere la petizione che chiede al Parlamento di approvare la proposta di legge Brambilla in difesa degli animali giovani. Il testo vieta l'abbattimento, la macellazione, nonché l'importazione e l'esportazione per tali finalità, di animali che non abbiano raggiunto l'età adulta. (ANSA).

SI RIBELLANO AL BURQA E VENGONO PESTATE E MINACCIATE

ARRESTATO IL MARITO. A BASSANO 15ENNE IN COMUNITÀ PROTETTA Altri due casi di ribellione al velo islamico finiti a botte. A Sant'Anastasia, nel napoletano, davanti al rifiuto di indossare il burqa il marito marocchino l'ha presa a calci e pugni, accusandola di volersi comportare 'alla occidentale', e l'ha rinchiusa, in bagno per impedirle di chiamare i soccorsi. L'uomo, 51 anni, è stato arrestato e denunciato per sequestro di persona, minaccia aggravata e maltrattamenti. A Bassano, nel vicentino, una 15enne è andata a scuola piena di lividi e ha raccontato che a farglieli era stato il padre per il suo rifiuto di portare il velo. Insegnanti e preside hanno avvertito le assistenti sociali. Il padre, di origine africana e di fede musulmana, è stato segnalato all'autorità giudiziaria. 
ansa

Musei e mostre, una Pasqua nel segno dell'arte


(di Nicoletta Castagni) (ANSA) ROMA 9 APR - Il genio di Picasso tra Capodimonte e l'Antiquarium di Pompei, l'arte italiana e la suggestione americana al Museo del '900, Leonardo e i tesori salvati dal terremoto agli Uffizi, Dario Fo e Lorenzo Lotto a Palazzo Berberini: musei e grandi mostre, restando aperti in queste festività pasquali, saranno un binomio di sicura attrazione per cittadini e turisti in tutta Italia. In piena stagione espositiva per Pasqua e Pasquetta si potranno visitare rassegne appena inaugurate, come l'attesissima personale dedicata a Damien Hirst nel veneziano Palazzo Grassi (e a Punta della Dogana), o che stanno per chiudere, come la 'Pura Passione' di Letizia Battaglia al Maxxi, o le Storie dell'Impressionismo, 140 capolavori allestiti fino all'1 maggio al Museo di Santa Caterina di Treviso. Dunque, non solo le città d'arte più famose e battute del circuito del turismo internazionale, ma anche i centri storici, considerati più periferici (ma certo di non minore interesse), hanno scelto le giornate di festa per dare avvio a manifestazioni e rassegne di richiamo. Sul Lago di Garda, il MuSa di Salò inaugura domani (e resta aperta il 16 e 17 aprile) l'esposizione itinerante dal titolo 'Il Museo della Follia'. Da Goya a Bacon, da Wildt a Jean-Michel Basquiat, da Silvestro Lega a Fausto Pirandello, la mostra affianca alle collezioni permanenti del Musa oltre 200 opere tra dipinti, fotografie, sculture, oggetti e istallazioni multimediali incentrate su questo tema spiazzante e sempre controverso. 

A Trieste invece il Museo Storico del Castello di Miramare dall'11 aprile al 28 maggio ospita 'Massimiliano e l'esotismo. Arte orientale nel Castello di Miramare' in un percorso che consentirà ai visitatori di scoprire il patrimonio di oggetti preziosi d'arte orientale raccolti dall'imperatore durante i suoi numerosi viaggi, conservati nelle collezioni storiche del museo ed esposti adesso per la prima volta. A Milano, dove nelle sedi espositive di Palazzo Reale (sempre aperto, anche a Pasqua e Pasquetta) si possono visitare, tra l'altro, 'Manet e il suo tempo' e 'Keith Haring. About Art', è il Museo del '900 a presentare, insieme alle Gallerie d'Italia, dal 13 aprile 'New York New York. Arte Italiana: la riscoperta dell'America'. Circa 150 opere per restituire l'immaginario americano e il rapporto con New York così come percepito dagli artisti italiani, fra cui Afro, de Chirico, Depero, Festa, Fontana, Isgrò, Novelli, Pomodoro, Rotella, Savinio. Alle Gallerie d'Italia si possono quindi ripercorrere le mostre di artisti italiani organizzate negli Stati Uniti, con capolavori di Boccioni, Balla, Carrà e Giorgio Morandi, ma anche dei maestri degli anni '50 e '60. 

Due sedi, Palazzo Grassi e Punta della Dogana, anche per l'evento che ha portato a Venezia, nel cuore di una delle più prestigiose collezioni di arte contemporanea del mondo, la grande monografica di Damien Hirst dal titolo 'Treasures from the Wreck of the Unbelievable' ('Tesori dal naufragio dell'Incredibile'). Frutto di un lavoro durato dieci anni, la mostra presenta circa 200 opere dell'artista inglese, che ha immaginato il ritrovamento di una nave affondata duemila anni fa nell'Oceano Indiano e contenente enormi tesori. A Treviso, ultime settimane per visitare 'Storie dell'Impressionismo. I grandi protagonisti da Monet a Renoir da Van Gogh a Gauguin', 140 opere strepitose provenienti dai maggiori musei internazionali, che nel Museo di Santa Caterina si incrociano per tutto il percorso con quelle della preziosa Pinacoteca civica. 

E se agli Uffizi, come è logico, trionfano gli antichi maestri, non solo nelle meravigliose collezioni, ma anche con 'Il cosmo magico di Leonardo da Vinci: l'Adorazione restaurata' e l'iniziativa che allestisce le opere provenienti dalle zone terremotate dell'Italia centrale 'Facciamo presto! Marche 2016-2017. Tesori salvati e tesori da salvare', a Roma Palazzo Barberini, oltre ai Raffaello, ai Caravaggio, ai Rubens presenta ben quattro esposizioni di grande interesse. A partire da quel piccolo gioiello che è 'Venezia scarlatta. Lotto, Savoldo, Cariani', con dipinti prestati dal Louvre, Prado, Met e Accademia Carrara, per proseguire con 'Mediterraneo in chiaroscuro: Ribera, Stomer, Mattia Preti da Malta a Roma'. Ma non manca il segno contemporaneo con 'Dario Fo e Franca Rame: il mestiere del narratore'. 

Gigante del '900, Pablo Picasso, nel centenario del suo viaggio in Italia, è celebrato a Napoli, nel Museo di Capodimonte e all'Antiquarium degli Scavi di Pompei. Appena inaugurata, 'Picasso e Napoli: Parade' porta in una delle pinacoteche più belle d'Italia il sipario di 'Parade', la una tela di 17 metri di base per 10 di altezza, conservata al Centre Pompidou.

Calcio: convocati azzurri 'emergenti', c'è Emerson Palmieri


Sono 23 gli azzurri convocati da Gian Piero Ventura per il terzo raduno della Nazionale dedicato ai calciatori emergenti e in programma da lunedì 10 a mercoledì 12 aprile a Coverciano. Prima chiamata in Nazionale per Adjapong, Calabria, Dall'Orco, Emerson, Ferrari, Mandragora, Romagna, Baselli e Chiesa, tornano Simone Scuffet, convocato da Prandelli per due stage nel 2014, e Stephan El Shaarawy, assente da Euro 2016. La Nazionale si radunerà domani sera, a Coverciano, e sosterrà una doppia seduta d'allenamento martedì e mercoledì. 

Questa la lista completa dei convocati. 

Portieri: Alex Meret (Spal), Simone Scuffet (Udinese). 

Difensori: Claude Adjapong (Sassuolo), Cristiano Biraghi (Pescara), Davide Calabria (Milan), Federico Ceccherini (Crotone), Cristian Dall'Orco (Sassuolo), Dos Santos Palmieri Emerson (Roma), Gian Marco Ferrari (Crotone), Rolando Mandragora (Juventus), Filippo Romagna (Brescia). 

Centrocampisti: Daniele Baselli (Torino), Danilo Cataldi (Genoa), Manuel Locatelli (Milan), Lorenzo Pellegrini (Sassuolo). 

Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Chiesa (Fiorentina), Federico Di Francesco (Bologna), Stephan El Shaarawy (Roma), Diego Falcinelli (Crotone), Roberto Inglese (Chievo Verona), Gianluca Lapadula (Milan), Andrea Petagna (Atalanta). (ANSA).

I dati della Chiesa. Aumentano i battezzati (+19% in Africa), calano le vocazioni. Papa riaccolga preti sposati

Sono stati pubblicati l’Annuario Pontificio 2017 e l’Annuarium Statisticum Ecclesiae 2015, la cui redazione è stata curata dall’Ufficio Centrale di Statistica della Chiesa mentre la stampa è stata a carico della Tipografia Vaticana.
I cattolici nel mondo sono 1 miliardo e 285 milioni

I dati statistici dell’Annuario Statistico, riferiti all’anno 2015, raffigurano l’evoluzione della Chiesa cattolica nel mondo. Il numero di cattolici battezzati è aumentato a livello planetario, passando da 1.272 milioni nel 2014 a 1.285 milioni nel 2015, con un incremento relativo dell’1%.

I cattolici sono il 17,7% della popolazione totale.
In Africa aumento del 19,4%

L'aumento assume diverse forme da continente a continente: mentre, infatti, in Africa si registra un aumento del 19,4% (il numero dei cattolici è passato tra il 2014 e il 2015 da 186 a 222 milioni), in Europa invece la situazione è stabile (nel 2015 i cattolici ammontano a quasi 286 milioni, 1,3 milioni in meno rispetto al 2014). La diminuzione segue l'andamento demografico in declino della popolazione.

Situazioni intermedie in America ed in Asia, dove la crescita dei cattolici è certamente importante (rispettivamente, +6,7% e +9,1%), ma in linea con lo sviluppo demografico di questi due continenti.

Stazionarietà anche per quanto riguarda l’Oceania.

In termini percentuali, dunque, il pezo del continente africano aumenta sul totale dei cattolici. I fedeli battezzati africani salgono dal 15,5% al 17,3% di quelli mondiali. In netto calo percentuale invece, il peso dell'Europa, che oggi rappresenta il 22% del totale (era il 23,8% nel 2010). L’America invece rimane il continente cui appartiene quasi il 49% dei cattolici battezzati. L’incidenza del continente asiatico si mantiene attorno all’11% dei cattolici del pianeta nel 2015. Stabile rimane il peso dei cattolici in Oceania, anche se con una consistenza che non raggiunge lo 0,8% della popolazione cattolica mondiale.
Il Brasile è il Paese col maggior numero di cattolici

Il Brasile, nell’insieme dei dieci Paesi al mondo con maggiore consistenza di cattolici battezzati, è al primo posto (con 172,2 milioni o con il 26,4% del totale dei cattolici dell’intero continente americano). Seguono il Messico (110,9 milioni), le Filippine (83,6 milioni), gli Usa (72,3), l'Italia (58), Francia (48,3), Colombia (45,3), Spagna (43,3), Repubblica Democratica del Congo (43,2) e Argentina (40,8).




In calo i sacerdoti nel mondo

Le statistiche relative al 2015 indicano anche che il numero dei sacerdoti nel mondo è pari a 466.215, con 5.304 vescovi, 415.656 sacerdoti e 45.255 diaconi permanenti. Il 2015 segna un calo del numero dei sacerdoti rispetto all’anno precedente, invertendo così il trend crescente che ha caratterizzato gli anni dal 2000 al 2014. La diminuzione tra il 2014 e il 2015 è di 136 unità ed interessa in particolare il continente europeo (-2.502 unità), dato che per i rimanenti continenti si registrano, da un anno all’altro, variazioni positive: +1.133 unità per Africa, +47 per America, +1.104 per Asia e +82 per Oceania.
Sacerdoti in crescita in Africa e Asia

Se Africa e Asia mostrano una crescita rilevante (rispettivamente, +17,4% e +13,3%) e l’America si mantiene stazionaria (+0,35%), Europa e l’Oceania registrano, invece, nello stesso periodo, tassi di variazione decisamente negativi e pari, rispettivamente, al -5,8 e al -2,0 per cento.

Se poi si distingue tra sacerdoti diocesani e religiosi, i primi registrano un aumento dell’1,6%, passando così da 277.009 unità nel 2010 a 281.514 nel 2015, i secondi sono in costante flessione (-0,8% nel periodo sotto esame), attestandosi a poco più di 134 mila nel 2015.
Aumentano i diaconi permanenti

I diaconi permanenti aumentano nel 2015 del 14,4% rispetto al dato di cinque anni prima, passando da 39.564 a 45.255 unità. Il numero dei diaconi migliora in tutti i continenti a ritmi significativi.
In contrazione i religiosi non sacerdoti

Il gruppo dei religiosi professi non sacerdoti costituisce una compagine a livello planetario in contrazione: se ne annoveravano 54.665 unità nel 2010 e sono diventati 54.229 nel 2015. La "responsabilità" della flessione è del gruppo europeo, di quello americano e a quello oceanico, mentre in Africa questi operatori si sono incrementati e così come in Asia seppure in misura minore.


Diminuiscono anche le religiose

Le religiose professe costituiscono una popolazione di una certa consistenza: nel 2015 superano del 61% il numero dei sacerdoti di tutto il pianeta e sono attualmente in netta diminuzione. A livello globale, passano da 721.935 nel 2010, a 670.320 nel 2015, con una flessione relativa del 7,1%.

L’Africa è il continente con l’incremento maggiore delle religiose, che sono passate da 66.375 nel 2010 a 71.567 nel 2015. Segue l’area dell’Asia del Sud-Est, dove le religiose professe sono passate da 160.564 nel 2010 a 166.786 nel 2015. Il sud e l’area centrale dell’America, fra l’inizio del periodo e la sua fine, mostrano un calo: si passa da 122.213 religiose nel 2010, a 112.051 nel 2015. Infine, si registrano tre aree continentali accomunate da una evidente contrazione: si tratta dell’America del Nord (-17,9% sull’intero periodo e il -3,6% come tasso di variazione medio annuo), dell’Europa (-13,4% e -2,7%) e dell’Oceania (-13,8% e -2,7%).
Calano le vocazioni sacerdotali

Prosegue il calo che già da qualche anno caratterizza le vocazioni sacerdotali: nel 2015 i seminaristi maggiori sono pari a 116.843 unità, contro i 116.939 del 2014, i 118.251 del 2013, i 120.051 del 2012, i 120.616 del 2011 e i 118.990 del 2010. In Africa il numero dei seminaristi maggiori nel quinquennio sotto esame è costantemente aumentato, realizzando nell’intero periodo un incremento del 7,7%. Nelle Americhe si è assistito a una continua diminuzione delle vocazioni che si è concretizzata in una variazione di -8,1%. Nel Medio Oriente la diminuzione è stata accentuata fino al 2013 e il successivo andamento non mostra tendenze univoche; viceversa nell’Asia Sud Orientale, alla crescita iniziale terminata nel 2012 (+4,5% rispetto al 2010), ha fatto seguito una accentuata diminuzione che ha portato il numero dei seminaristi maggiori nel 2015 ad un livello inferiore di 1,6% a quello massimo del 2012. In Europa dal 2010 al 2015, il numero dei seminaristi è diminuito del 9,7%. In Oceania, la consistenza più alta è stata registrata nel 2012; il successivo andamento è in continuo calo e il numero dei seminaristi nel 2015 risulta inferiore del 6,9% rispetto a quello del 2012.
L’Asia ha il maggior numero di seminaristi

Dei 116.843 seminaristi di tutto il mondo, nel 2015, il continente che manifesta il maggior numero di seminaristi è l’Asia con 34.741 unità. Ad esso seguono l’America con 33.512 unità, l’Africa con 29.007, l’Europa con 18.579 ed infine l’Oceania con 1.004 seminaristi.
Avvenire

DOMENICA DELLE PALME DI SANGUE IN EGITTO, L'ISIS RIVENDICA

DECINE I MORTI PER GLI ATTENTATI IN DUE CHIESE, ARRESTI E' di decine di morti e un centinaio di feriti il bilancio provvisorio delle vittime dei due attentati che in Egitto hanno insanguinato la Domenica delle Palme rivendicati dall'Isis riferisce Amaq, 'l'agenzia' dello Stato islamico. La prima delle due esplosioni è avvenuta davanti chiesa copta Mar Girgis a Tanta, a nord del Cairo (25 morti), la seconda davanti alla chiesa di San Marco ad Alessandria dove il papa copto, Tawadris, aveva detto messa poco prima dell'esplosione avvenuta all'esterno della chiesa e dove le vittime al momento sono 11 e 35 i feriti. Arrestate due persone sospettate di essere coinvolte nell'attentato a Tanta, rivelano Al Arabya e la tv di Stato egiziana. Profondo cordoglio di Papa Francesco rivolto al papa copto e al popolo egiziano. condanna di Abu Mazen 
ansa

Basta filtri e tabù: arriva la lingerie sexy per donne con il cancro al seno

(di Agnese Ferrara)- Dopo il tumore in passerella in lingerie sexy. Ne hanno parlato tutti i media americani ed europei: all’ultima New York Fashion Week hanno sfilato 16 donne orgogliose in biancheria intima, che hanno mostrato senza alcuna esitazione i segni visibili della loro esperienza con il cancro, mostrando cicatrici, seni mancanti o ricostruiti. Capitanate da Dana Donofree, lei stessa colpita da tumore giovanissima che l’ha costretta all'asportazione totale di entrambi i seni, fondatrice del marchio di biancheria intima AnaOno. Il brand è studiato appositamente per le donne che stanno vivendo i vari passaggi terapeutici previsti dai protocolli come chemio, radioterapia e mastectomia. 
Siamo donne e sexy, anche senza seno”, è il motto di Dana che per sé ha rinunciato all’inserimento di protesi al seno operato preferendo coprire le cicatrici e decorare il decolleté con dei tatuaggi. Ognuna deve fare quello che crede e ritornare a sentirsi bella, perciò nel 2014 Dana è riuscita a disegnare e produrre lingerie elegante e sexy, adatta a ‘tette speciali’ , destinando una buona fetta dei proventi ad associazioni di ricerca sul cancro statunitensi. 
“E’ un’ esperienza di shopping post-chirurgico straordinaria”, recita lo slogan del negozio virtuale di Dana (www.anaono.com), che propone biancheria per tutti i giorni del ‘dopo’: a ridosso dall’operazione, quelli dedicati alla radioterapia e poi per la vita futura. I tessuti, pizzi inclusi, sono adatti alla pelle sensibile e resa più reattiva dalle cure. Niente fastidi su incisioni e cicatrici, senza ferretti né ganci di metallo, con cuciture nascoste e profili progettati sulla nuova anatomia femminile. Una biancheria che esalta la bellezza del seno, che non deve essere più nascosto. Qui la rivoluzione di Dana: basta deprimersi, protesi o no, il seno completa e fa bello il corpo femminile anche ‘dopo’ ed è il momento di prendersi cura anche di questo aspetto, fino ad oggi per nulla sondato ma esistente. «Che io abbia seni e capezzoli o no, sono una donna», ha spiegato alla BBC la modella blogger Chiara D'Agostino che ha partecipato alla sfilata.
Dana Donofree non è l’unica stilista che si è occupata di tumore al seno. Prima di lei Stella McCartney un paio di anni fa ha supportato Breast Cancer Awareness Month e disegnato il ‘Louise listening bra’, un reggiseno per chi ha subito una doppia mastectomia che dedicò a sua madre, Linda, che morì per questa malattia nel 1998. Per l’occasione reclutò testimonial del calibro di Kate Moss e Cara Delevingne ma nessuna di loro aveva avuto una esperienza diretta con il tumore. Dana Donofree, invece, lo ha fatto per la prima volta abbracciando un pubblico vasto e fino ad oggi trascurato dagli stilisti di grido e il fenomeno segnala un nuovo cambiamento in atto. Aumenta infatti il numero delle donne che affronta la patologia con uno spirito diverso rispetto a quanto non facessero le loro madri (con la complicità dell’affinamento delle terapie) e sono pronte perfino a sfoderare una buona dose di ironia.

Come testimonia anche la graphic novel Jennifer Hayden che, dimostrando grande forza e humor, ha scritto il libro ‘La storia delle mie tette’ (2016, edito in Italia da BD), che è stato nominato tra i migliori libri da New York Time, Amazon, GQ e Forbes. Hayden racconta, con irriverenza e senza filtri, un viaggio dolceamaro dall’innocenza della gioventù all’età adulta segnata dal tumore al seno. Ogni donna potrà riconoscere i dubbi, le debolezze e le paure raccontate con franchezza disarmante dall’autrice. Le protagoniste del libro sono proprio le ‘tette’, prima attese con speranza da una ragazza in pubertà, e poi temute quasi come nemiche nel momento in cui “ospitano” il cancro. La capacità di ridere degli sgarbi dell'esistenza porta a sdrammatizzare il racconto e il tumore stesso e la Hayden, mostrandosi nei momenti più fragili e dolorosi, con uno stile asciutto e immediato, trasmettendo a chi la legge le emozioni che si alternano, tra lacrime e risate. Il volumetto è stato esposto, in Italia, alla galleria d’arte ONO arte contemporanea di Bologna. Anche così si vince il tumore.
 ansa 9 Aprile 2017 ore 15:20

Design Week, dalla casa che si piega al rifugio dignitoso, le Living Unit del futuro


(ansa - di Alessandra Magliaro) Design sociale, sostenibilità, moduli abitativi itineranti, spostabili, adattabili, leggeri. Il nomadismo e' una macrotendenza dello stile di vita contemporaneo, in tutti gli ambiti dal lavoro - precario dunque mobile, all'arredo - sempre pronto a traslocare insieme a noi e a ricomporsi altrove. A Milano nei giorni della Design Week se ne parla molto nel Salone del Mobile e nel FuoriSalone: le abitudini stanno cambiando così come l'abitare. Nel Parco Sempione a ridosso del castello Sforzesco c'è la prima edizione di INHABITS – Milano Design Village, un’esposizione unica nel suo genere, interamente dedicata al mondo del design e dell’architettura e alle modalità di abitare e di vivere lo spazio urbano. Protagonisti della manifestazione, dal 4 al 9 aprile, in Piazza del Cannone a Milano, sono i moduli abitativi, o Living Unit, e spazi urbani itineranti.

In esposizione e visitabili per tutta la settimana infatti sono cinque housing units, italiane e internazionali, e alcuni progetti di design dedicati alla sostenibilità urbana e all’energia rinnovabile. Un evento ideato da Re.rurban Studio, fondatori di Zona Santambrogio Design District, in co-produzione con Killer Kiccen, con il patrocinio del Comune di Milano e di ADI-Associazione Design Italiano.

Leitmotiv della kermesse, che si inserisce nella cornice del Fuorisalone una riflessione sulla questione abitativa e sulla percezione dello spazio pubblico cittadino.

Dal collaboratorio OFIS, C+C, C28 e AKT II in collaborazione con il contractor Permiz arriva laLiving Unit in legno autoportante flessibile e adattabile ad ogni tipo di contesto, condizione climatica e terreno. I moduli possono essere usati come rifugio, casa vacanze, casa sull’albero, o abitazione temporanea in occasioni di ricerca, turismo o emergenza. Le dimensioni ridotte permettono diverse modalità di trasporto e installazione. L’unità base può ospitare 2 persone perché dotata di un letto doppio, guardaroba, tavolo e sedie con possibilità di installare un bagno e una piccola cucina. Se necessario 2 o più unità possono essere combinate, creando un’abitazione più grande in grado di accogliere 4-6 persone; possono essere aggregate sia verticalmente che orizzontalmente. Il concept propone l’uso del legno, materiale per eccellenza naturale, ecologico e ecocompatibile. La facciata e gli interni possono essere modificabili e flessibili, in modo che l’unità nelle sue finiture possano essere usate in siti e contesti diversi.

Lo studio Dedalo Architettura di Torino presenta Omnia, una Tiny House, ossia quella nuova categoria di edifici pensati per assolvere alle esigenze ecologiche ed economiche dell'abitare nella città contemporanea. Disponibile ad essere trasportata, ad occupare spazi inconsueti quali le superfici inutilizzate delle coperture, agli spazi tra casa e casa nel tessuto costruito della città, Omnia risponde ad una nuova domanda del mercato e del vivere metropolitano globale.Pensata per comunicare e trasmettere informazioni ed energia con altri edifici simili si candida ad assolvere il “gap” esistente tra i consumi e la produzione delle “risorse che danno vita al metabolismo urbano”. Altrettanto la caratteristica di rimozione e reversibilità la rendono utilizzabile anche in luoghi di pregio naturalistico ovvero per assolvere velocemente e concretamente a problematiche legate con eventi di calamità naturali.

Lo studio spagnolo Urbana IDR propone Suri, un alloggio temporaneo dignitoso per situazioni di emergenza, dalle calamità naturali (è stata ideata dopo il terremoto di Lorca in Spagna e utilizzata con le Nazioni Unite ad Haiti) alle crisi dei migranti e dei rifugiati. Suri è progettato per migliorare le condizioni di vita di persone sfollate da emergenze e disastri naturali, in modo rapido e con dignità, permette la sua trasformazione nel tempo diventando un rifugio di transizione e un alloggiamento definitivo, leggero, facile da trasportare e montare da due persone non qualificate. Le unità possono essere unite in entrambe le direzioni, il che fornisce ripari di diverse dimensioni e forme. Le pareti sono impermeabili, traspiranti e isolanti. Il disegno comprende camere ventilate che migliorano il comportamento termico e la qualità della vita. Il design permette l’ingresso della luce naturale verso l’interno, migliorando il consumo energetico. Le facciate hanno finestre e fori per ventilare e far circolare l’aria interna. Le pareti esterne sono riempite con sacchi di sabbia reperiti nella zona; migliorano inerzia termica del muro, aumentando la stabilità e la forza complessiva delle unità e servono come base. Si riduce anche il peso delle unità durante il trasporto. I rifugi Suri possono essere distribuiti con pannelli solari e integrano un metodo di raccolta e purificazione dell’ acqua piovana diventando così autosufficienti.

Il sistema ideato e messo a punto dall’architetto Renato Vidal, protetto da brevetto fortemente innovativo è M.A.Di., una living unit 'ripiegabile'. La sua specificità risiede nella tecnica di dispiegamento, estremamente semplificata. Le strutture M.A.DI. non consumano territorio perché non necessitano di fondazioni e venuto meno l’uso, possono essere ripiegate e impilate in un deposito pronte per un nuovo utilizzo; il sistema permette, in poche ore e nel luogo prescelto, di avere una vera casa in classe A, con la possibilità di richiuderla ed eventualmente trasferirla in altro luogo. È una struttura modulare polifunzionale antisismica per un uso residenziale, di primo soccorso in caso di calamità naturali, per strutture ricettive, per il tempo libero e per la collettività. M.A.DI. offre in sostanza la libertà di disporre, da subito, di una casa temporanea nel luogo dove si desidera, o di una casa permanente se posta su un terreno edificabile, personalizzata e dimensionata in base alle necessità e disponibilità finanziarie.

Il progetto N_D Creative Studio per la Living Unit di Inhabits punta alla collaborazione con altri professionisti e al riutilizzo dei materiali, alla ricerca di un’economia circolare che porti alla valorizzazione e all’uso di materiali e oggetti pensati per altri scopi. Nessuna lavorazione aggiuntiva sui materiali, in modo da poterli utilizzare e restituire al termine della manifestazione, permettendone la reintroduzione all’interno dell’ordinario ciclo di vita e minimizzando i costi di stoccaggio da parte dell’organizzatore.

Il progetto N_D Creative Studio punta alla collaborazione con altri professionisti e al riutilizzo dei materiali, alla ricerca di un’economia circolare che porti alla valorizzazione e all’uso di materiali e oggetti pensati per altri scopi. Nessuna lavorazione aggiuntiva sui materiali, in modo da poterli utilizzare e restituire al termine della manifestazione, permettendone la reintroduzione all’interno dell’ordinario ciclo di vita e minimizzando i costi di stoccaggio da parte dell’organizzatore.

L'abito virale ha colori diversi per 'gufi' e 'allodole'

Il famoso abito che nel 2015 ha fatto impazzire il web per il colore delle sue righe, viene in realtà percepito diversamente a seconda che l'osservatore sia 'gufo' o 'allodola': chi si sveglia presto e passa più tempo alla luce del sole, pensa che il vestito sia stato fotografato in ombra e dunque lo vede bianco e oro; chi invece va a letto più tardi e vive la notte, pensa che la foto sia stata scattata sotto le luci artificiali e vede le righe blu e nere. E' quanto emerge da una ricerca condotta su 13.000 persone dal neuroscienziato Pascal Wallisch dell'Università di New York, che pubblica i risultati su Journal of Vision.

''L'immagine originale era sovraesposta, dunque la fonte di luce risultava incerta: come risultato - spiega il ricercatore - tutti noi abbiamo fatto delle supposizioni sul tipo di illuminazione usata nella foto e queste hanno cambiato la nostra percezione dei colori. Le ombre sono blu, quindi tendiamo a sottrarre mentalmente la luce blu per vedere l'immagine, che così ci appare in colori chiari, bianco e oro. D'altra parte, le luci artificiali tendono a essere giallognole, quindi se pensiamo che siano loro ad illuminare l'abito, il cervello elimina questo colore e ci fa percepire il vestito blu e nero''.

Indagando i ritmi di vita quotidiani delle persone intervistate, Wallisch ha scoperto inoltre che la percezione dei colori è condizionata dalla quantità di luce solare a cui si espone abitualmente ciascun osservatore: chi si alza presto e passa più tempo alla luce diurna, tende a vedere il vestito bianco e oro, mentre chi vive la notte sotto le luci artificiali lo vede nero e blu.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Fb Workplace è anche gratis

Nel tentativo di intercettare sempre più utenti professionali, con un occhio ai mercati emergenti, Facebook amplia la potenziale platea per Workplace, la piattaforma per il lavoro collaborativo sul social network.
    Finora solo a pagamento, questo servizio che sfida direttamente rivali come Slack e Microsoft Teams ora arriva anche in una versione gratuita, con un numero più limitato di funzioni. I test, riporta il sito Cnet News, sono partiti.
    Workplace è stato lanciato a ottobre scorso come una sorta di sezione parallela di Facebook in cui i dipendenti di un'azienda possono lavorare insieme a progetti, compiti e altre attività professionali. A differenza della versione Premium, quella Standard sarà privata di alcuni strumenti extra di analisi e controllo.
    La novità è segno che sta crescendo la concorrenza dei colossi tech anche sul fronte dei software collaborativi. Slack, lanciato nel 2013, ha aperto la strada. E Microsoft ha da poco calato il suo asso con Teams, piattaforma che permette a gruppi di lavoro di confrontarsi e sviluppare progetti di ogni tipo in un ambiente di chat a 360 gradi che integra audio e video chiamate, con l'ausilio di chatbot (messaggerie automatizzate).
    (ANSA).
   9 Aprile 2017 ore 15:04

Egitto: Isis rivendica attacchi a chiese

 L'Isis rivendica gli attacchi sanguinari alle due chiese alle chiese copte a Tanta e ad Alessandria in Egitto. Lo riferisce Amaq, 'l'agenzia' dello Stato islamico.

ansa - Il Cairo 9 Aprile 2017 ore 14:57

Cadavere donna con segni violenza a Lodi

 Il cadavere di una donna che presentava segni di violenza è stato trovato nell'appartamento al terzo piano di un edificio della periferia di Lodi. A lanciare l'allarme sarebbe stato un vicino di casa che si è accorto di macchie di sangue nell'ascensore. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Questura di Lodi con il procuratore della Repubblica, Domenico Chiaro.
ansa 9 Aprile 2017 - ore 14:53

Egitto: Alessandria,11 morti e 35 feriti

L'attacco alla chiesa copta di Alessandria ha provocato la morte di 11 persone e il ferimento di altre 35. Lo rende noto il ministero della Sanità egiziano secondo quanto riferisce la tv.
ansa 9 Aprile 2017 ore 14:52

Siria: Usa accuseranno Mosca, complici

 Il segretario di Stato americano, Rex Tillerson, accuserà la Russia di essere "complice" nell'attacco chimico in Siria del 4 aprile nel faccia a faccia con il ministro degli esteri russo, Sergey Lavrov, il 12 aprile.
    Lo riporta Fox citando alcune fonti, secondo le quali Tillerson chiedera' a Mosca di ritirare l'appoggio al presidente Bashar al-Assad.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSAore 14:50

Preti sposati: usciti dal silenzio ma divisi.

Il Convegno di Vocatio di fine Marzo ripreso dalla stampa. I preti sposati di fatto dal 2003 (attraverso il Movimento internazionale dei Sacerdoti Lavoratori Sposati, fondato nel 2003 da don Giuseppe Serrone, già richiedevano quanto oggi Vocatio riprende come domanda, cercando di abbandonare posizioni teologiche superate e il rinnagamento del sacerdozio propugnato da molti suoi adepti (ndr)
Chiedono alla Chiesa cattolica di rivedere la propria posizione ed essere pienamente riammessi nella vita ecclesiale.
(ve/stampa) Chiedono un rinnovamento profondo della Chiesa cattolica, che preveda la possibilità di un doppio binario per i preti celibi e per quelli sposati. Sono quasi centomila, nel mondo, i preti sposati e almeno 4000 in Italia. A fine marzo si sono incontrati a Roma una cinquantina di esponenti del movimento “Vocatio”, che vuole sensibilizzare la Chiesa e la società riguardo al tema dei preti sposati. A partire dal Concilio di Trento, si è affermata nella Chiesa cattolica romana la prassi di ordinare soltanto sacerdoti celibi. Chi non si attiene a questa regola, viene ridotto allo stato laicale.
È il caso di Rosario Mocciaro, sacerdote siciliano, sposato civilmente dal 1977. “Tra le nostre fila – spiega – ci sono teologi, biblisti, psicologi. Siamo risorse oggi di fatto relegate in posizione marginale”.
I preti sposati, riuniti a Roma e decisi a farsi ascoltare da papa Francesco, chiedono in sostanza la riammissione piena nella vita della Chiesa cattolica. Anche perché, spiega Mocciaro, l’imposizione del celibato dei preti è una “legge ecclesiastica che stride con il Vangelo”, in cui la strada del celibato e semmai consigliata, ma non imposta. Mocciaro, trasferitosi a Roma per motivi di studio, iniziò a frequentare la ragazza che sarebbe poi diventata sua moglie. Da sempre contrario al celibato dei preti, decise di sposarsi con la donna che amava. Dopo la sua decisione, è stato ridotto dalla Chiesa allo stato laicale, ma nella comunità di base di San Paolo, Mocciarocelebra di tanto in tanto la messa.
Di fatto, le richieste di “Vocatio” e dei preti sposati sono a tutt’oggi inascoltate dalla Chiesa cattolica. Ciò nonostante, papa Francesco ha recentemente detto di voler studiare la possibilità dei viri probati, uomini sposati di provata fede a cui affidare alcune funzioni sacerdotali. Giovanni Monteasi, presidente del movimento “Vocatio”, “spretato” dal 1983, spiega di non essere contro il celibato, ma per la libertà di scelta: “I preti – dice – dovrebbero avere la possibilità di scegliere, se sposarsi oppure no”. Era parroco a Napoli, quando conobbe sua moglie. Quando decise di sposarsi, annunciò la cosa ai suoi parrocchiani e si trasferì a Sessa Aurunca. Il vescovo della diocesi, Raffaele Nogaro, gli diede numerosi incarichi e gli consentì anche di celebrare a volte la messa insieme a lui.
Per la teologa Adriana Valerio, sposata con un sacerdote, il problema consiste ancora oggi nella relazione fra sacerdoti e universo femminile: “Per il clero le donne sono invisibili, non appaiono nei momenti istituzionali, nei piani di studi dei seminari, nei libri che studiano. E non appaiono quando ci sono le posizioni più positive e l’impegno più alto”. Occorre, per Valerio, cambiare la prospettiva e dare nuova visibilità delle donne, creando delle relazioni che non siano più asimmetriche.
Da: Voceevangelica.ch/

Verdone, festeggio 40 anni di carriera

(ANSA) - LECCE, 09 APR - ''Quando ho cominciato mi chiedevo: ma ce la farò ad arrivare almeno a quattro-cinque film? Certo, male che andava, in tasca avevo sempre una laurea... Ma quanta paura''. Invece i film sono diventati 25, con piccoli cult come Un sacco bello, Borotalco, Compagni di Scuola. E quest'anno Carlo Verdone festeggia i suoi primi 40 anni di carriera.
    ''Conto da quando ho staccato il primo biglietto'', spiega, reduce dal Festival del cinema europeo di Lecce. ''Pensare che questo mestiere proprio non lo volevo fare - dice - Tutto è ominciato a ottobre 1977, al Teatro Alberichino a Roma. Al piano di sopra debuttava Roberto Benigni con Concioni Mario, sotto io con Tali e quali''. Con un film in preparazione con Ilenia Pastorelli e gli sceneggiatori di Lo chiamavano Jeeg Robot, ''oggi - dice - quando vedi dei ragazzi giovani, che hanno talento, senti il coraggio. Ti viene voglia di essere il loro pigmaglione. Mi piacerebbe dirigerli, essere io allenatore come fu Sergio Leone al tempo con me. E non escludo che accada''
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Ragazza uccisa, tra ferite sfregi volto


 E' prevista per domani alle 9,30 davanti al giudice di Imperia l'udienza di convalida del fermo di Alessio Alamia Burastero, il ragazzo di 21 anni accusato dell'omicidio premeditato di Janira D'Amato, la ragazza di 19 anni che aveva troncato il rapporto con lui a causa della gelosia. Alamia, assistito dall'avvocato Alessandro Vignola, è tutt'ora chiuso in isolamento nel carcere di Oneglia. Nel pomeriggio di domani è prevista l'autopsia sul corpo della vittima, massacrata con una ventina di coltellate due delle quali al collo. Secondo un primo esame, il coltello ha reciso i due grandi vasi sanguigni del collo provocando la morte per dissanguamento della ragazza che, prima di essere uccisa, sarebbe stata sfregiata con alcune profonde ferite al volto.
    Evenienza questa che se confermata in sede autoptica potrebbe ulteriormente aggravare la posizione del ragazzo, reo confesso.

ansa

Non vuole indossare burqa, calci e pugni. Nel Napoletano marocchina vittima del marito violento

ansa 9 Aprile 2017 ore 14:29
Non ha voluto indossare il burqa, e per questo il marito l'ha presa a calci e pugni, accusandola di volersi comportare ''alla occidentale'', e l'ha rinchiusa, poi, in bagno per impedirle di chiamare i soccorsi. E' accaduto a Sant'Anastasia (Napoli) dove i carabinieri hanno arrestato un marocchino di 51 anni, per sequestro di persona, minaccia aggravata e maltrattamenti in famiglia. Secondo quanto ricostruito dai militari, l'uomo aveva picchiato a calci e pugni la moglie, connazionale marocchina di 28 anni, procurandole lesioni al volto poi giudicate guaribili in 15 giorni, perché le voleva imporre l'uso di abiti lunghi e del burka. La 28enne è riuscita a scappare, ed una volta in strada si è accasciata al suolo: alcuni vicini hanno notato la donna ed allertato i carabinieri, ai quali la giovane ha raccontato che il marito l'aveva più volte picchiata rimproverandola di comportarsi "troppo all'occidentale". I militari hanno arrestato il 51enne e portato nel carcere di Poggioreale.

EGITTO Strage copti nella Domenica delle Palme, colpite 2 chiese


Il primo attacco è avvenuto nella città di Tanta, a nord del Cairo, con una bomba nella chiesa di Mar Girgis: 25 morti e 71 feriti . E una forte esplosione si è verificata anche davanti alla chiesa di San Marco ad Alessandria: il bilancio è di undici morti e oltre trenta feriti

ansa

Le premier temple mormon de France métropolitaine ouvre ses portes

FranceInfo 
Au Chesnay (Yvelines), les mormons ont ouvert jeudi leur temple français en présence de Mitt Romney, candidat républicain à la présidentielle américaine de 2012, l'un des fidèles les plus célèbres du mouvement. Franceinfo s'y est rendu. -- Au Chesnay, à quelques centaines de mètres de la porte d'entrée du château de Versailles, 7 000 m2 de terrain pour les 38 000 fidèles français de cette Eglise d'origine américaine.

Archbishop Eamon Martin asks for prayers for Northern Ireland

Irlanda

ICN 

Archbishop Eamon Martin, Primate of All Ireland has asked for prayers for Northern Ireland politicians engaged in peace talks. Archbishop Martin says: Tomorrow, as we begin Holy Week, I am conscious that this is a critical time in the peace process. Our politicians continue to seek a breakthrough at the talks in Stormont.

Doppio attentato alle chiese copte. 26 morti a Tanta, 11 ad Alessandria

Egitto
Repubblica.it
La prima esplosione in una cittadina a nord del Cairo, la seconda nella città del patriarcato. Oltre un centinaio i feriti. I cristiani copti costituiscono circa il 10% della popolazione del Paese. Fra 3 settimane la visita di Papa Francesco. Doppio attentato alle chiese cristiano-copte egiziane nella Domenica delle Palme. Il primo episodio, avvenuto all'interno dell'edificio a Tanta, città sul delta del Nilo, ha provocato 26 morti e oltre 70 feriti. La seconda esplosione si è invece registrata ad Alessandria, che è la capitale" copta egiziana, nella chiesa di San Marco, e sarebbe opera di un kamikaze: il primo bilancio, fornito dal ministero della Sanità egiziano parla di 6 morti e 66 feriti. Il presidente Abdel-Fattah al-Sisi ha convocato una riunione d'emergenza del Consiglio nazionale di Difesa per discutere "le conseguenze" e le misure da adottare dopo gli attacchi. 

Egypte : une seconde explosion fait 6 morts à Alexandrie

Egitto 

 AFP - Le Figaro 

Une nouvelle explosion a eu lieu dimanche près d'une église en Egypte, cette fois-ci dans la ville d'Alexandrie (nord), ont indiqué des médias étatiques, quelques heures après un attentat contre une église à Tanta, dans le delta du Nil, qui a fait 22 morts. Celui-ci a fait au moins 6 morts. 

Así avanzan los preparativos para la visita del papa Francisco al país

ElTiempo.com

(José Alberto Mojica Patiño) El papamóvil en el que se movilizará el sumo pontífice durante su visita al país se ensamblará en Bogotá, donde ofrecerá una misa multitudinaria en el parque Simón Bolívar. En Villavicencio se reunirá con víctimas del conflicto armado. En Cartagena, el papa Francisco hará el ángelus. También se planea una gran colecta entre los católicos del país para cubrir parte de los gastos de su viaje. Y en Medellín espera corroborar por qué Antioquia es la tierra con más curas, monjas y seminaristas del país, la misma que parió a la primera santa colombiana, Laura Montoya, a la que él canonizó en el 2013.

Tawadros era nella città di Alessandria dove un attentato ha ucciso 11 persone

Egitto

(a cura Redazione "Il sismografo")
Secondo la stampa egiziana oggi Papa Tawadros II celebrava per la prima volta nella città di Alessandria la Domenica delle Palme.Come è noto un attentato contro la chiesa San Marco ha causato 11 vittime e numerosi feriti. Secondo alcune fonti l'attentato si è registrato proprio quando Tawadros presiedeva la Divina Liturgia del mattino. Si aggiunge: "Il Patriarca però è sano e salvo".

CORTE CONTI, COMUNI IN DIFFICOLTÀ, PEGGIORANO SERVIZI LOCALI

CON MENO TRASFERIMENTI CALA L'OFFERTA, TRASPORTO LOCALE -7% Servizi più scadenti, con un ampliamento preoccupante del divario Nord-Sud. E' l'effetto della crisi e del taglio dei trasferimenti pubblici agli enti locali, costretti in questi anni, secondo la Corte dei Conti, a limitare le spese. Una "contrazione dell'offerta" e di ampliamento dei divari territoriali. Nel trasporto locale, ad esempio, tra il 2008 e il 2014 una diminuzione media del servizio superiore al 7%, risultato di una sostanziale stabilità nelle regioni settentrionali e di una contrazione del 15% nel Meridione. 
ansa

STOCCOLMA: AD AUTISTA CAMION ERA STATO RIFIUTATO ASILO

LE QUATTRO VITTIME UN BELGA UN BRITANNICO E DUE SVEDESI L'uomo sospettato di essere stato alla guida del camion che ha falciato la folla a Stoccolma aveva presentato domanda di asilo e questa era stata respinta. Lo rende noto la polizia. Le quattro vittime del camion killer che si è lanciato nei giorni scorsi sulle persone inermi nelle vie dello shopping della capitale svedese erano un cittadino britannico, uno belga e due svedesi. 
ansa

PD, RENZI: 'CHI PERDE POI NON BOMBARDI IL QUARTIER GENERALE'

'M5S LANCIA OPA SU FUTURO, ACCETTO SFIDA'.SCONTRO SU PRIMARIE Tutti rispettino le regole, chi perde non passi i prossimi 4 anni a bombardare il quartier generale. Il messaggio arriva da Renzi nel suo intervento alla Convenzione del Pd, che apre la seconda fase del congresso e dà il via alla volata verso le primarie del 30 aprile. Renzi dice di accettare la sfida del M5S, che "lancia un'Opa sul futuro dell'Italia". Alla Convenzione è scontro sulla richiesta di rinvio delle primarie dai sostenitori di Emiliano a causa del ricovero del governatore pugliese, operato al tendine. Orlando dice ok, ma Guerini replica che ormai la macchina è in moto. Emiliano ringrazia, ma sottolinea che lui rinvii non ne chiede. 
ansa

GRILLO: FINITO TEMPO PROTESTE DI PIAZZA, DISEGNIAMO FUTURO

NON È MOMENTO PROVOCAZIONI,M5S LAVORA PER CORREGGERE SOCIETÀ Non è più tempo delle manifestazioni di piazza, ma è ora di disegnare il futuro. E' quanto sottolinea Beppe Grillo in un post sul blog. "I banchieri e le grandi aziende di investimento  - scrive il leader del M5S - sono irritate con noi: pensavano che ci fossimo messi in piazza a dire una qualche versione del 'si vergogni'. Da allora siamo entrati nelle istituzioni ed abbiamo cominciato a lavorare - prosegue - per correggere l'orrenda concezione di società dei nostri nemici naturali. Non è più tempo di manifestazioni in piazza a carattere provocatorio, facili a sfogare nella violenza, è diventato il tempo di disegnare il nostro futuro, per questo siamo qui", conclude. 
ansa

USA 'AVVERTONO' PYONGYANG SPOSTANDO UN GRUPPO NAVALE




PORTAEREI E CACCIA SI DIRIGONO VERSO PENISOLA COREANA La portaerei statunitense Carl Vinson, che guida il Carrier Strike Group 1 con cacciatorpedinieri Aegis e altre unità, ha lasciato Singapore, variando la destinazione da quella originaria dell'Australia a quella attuale della penisola coreana. Un avvertimento di Washington, dopo i segnali secondo cui la Corea del Nord potrebbe effettuare un nuovo test nucleare verso il 15 aprile, per celebrare il compleanno del fondatore dello Stato Kim Il-sung. Il presidente americano Trump ha minacciato azioni unilaterali contro Pyongyang, che hanno acquisito maggior peso dopo l'attacco ordinato contro la Siria.
ansa 

CACCIA ALL'UOMO IN EMILIA, TUTTO FA PENSARE A STESSO SOGGETTO

ARMA DA FUOCO COMPATIBILE FRA DELITTO BUDRIO E GUARDIA UCCISA Fintato che non ci sarà un riscontro biologico con il campione che gli inquirenti hanno in mano non si può parlare di certezza, ma è evidente che tipologia, area, tempo, arma da fuoco fanno pensare che possa trattarsi dello stesso soggetto. Così il pm di Bologna Marco Forte fa il punto sulla caccia in corso in Emilia Romagna a Igor Vaclavic, ricercato per gli omicidi del barista di Budrio e della guardia ambientale a Portomaggiore. Vaclavic, che ha diversi alias e potrebbe essere originario di un paese della ex Jugoslavia, sarebbe stato riconosciuto dalla guardia rimasta ferita ieri. Una zona palustre tra le province di Bologna e Ferrara potrebbe essere stata la sua 'base'. 
ansa

BOMBA FA STRAGE DI COPTI IN EGITTO NELLA DOMENICA DELLE PALME

25 MORTI PER L'ATTENTATO IN UNA CHIESA. 2 PERSONE ARRESTATE E' di 25 morti e 71 feriti il bilancio delle vittime dell'esplosione nella chiesa copta Mar Girgis a Tanta, a nord del Cairo, mentre era in corso la celebrazione della Domenica delle Palme, presenti nell'edificio sacro circa duemila persone. La polizia ha arrestato due persone sospettate di essere coinvolte nell'attentato, rivelano Al Arabya e la tv di Stato egiziana, secondo la quale è possibile che l'ordigno sia stato fatto esplodere a distanza. Il Papa esprime il suo cordoglio per l'attentato, ricordando anche le vittime di Stoccolma, e prega per la conversione di chi uccide e di chi costruisce e traffica con le armi
ansa

Egitto Esplosione nelle vicinanze di una chiesa: 25 morti e 71 feriti

(a cura Redazione "Il sismografo")

Secondo la Reuters, poco fa un'esplosione vicino ad una chiesa di Tanta (presso la chiesa "Mar Girgis"), nella regione del Delta del Nilo, a 94 km a nord de Il Cairo, ha provocado la morte di 25 persone e il ferimento di altre 71. Per il momento non ci sono state rivendicazioni. 
Le agenzie scrivono: Le forze di sicurezza hanno formato un cordone attorno alla chiesa copta Mar Girgis vicino alla quale è avvenuta l'esplosione, riporta il sito del quotidiano Al-Youm 7, sottolineando che sul posto sono arrivate anche la protezione civile ed esperti di esplosivi. La chiesa si trova nella zona Ali Moubarak, riporta il giornale Al Masry Al Youm, sottolineando che cinque ambulanze si sono recate immediatamente sul posto. Nella chiesa si stava celebrando la Domenica delle Palme." 
Tanta è capoluogo del Governatorato di Gharbiyya si trova 130 km a sud-est di Alessandria. Tanta è un attivo centro agricolo, con industrie tessili per la lavorazione del cotone e industrie alimentari. È inoltre famosa per i suoi dolci, degustati durante le feste del mawlid. Nella principale moschea della città, detta al-Sayyid al-Badawi, si trova la tomba del riverito sufi islamico Ahmad al-Badawi fondatore della Confraternita islamica della Badawiyya.
Secondo la Tv Al Jazeera, che conferma la notizia, l'esplosione sarebbe avvenuta a pochi giorni di distanza di un'altra bomba contro la Polizia della città. Il 1° aprile morì un poliziotto e altre 15 furono feriti.

Belgique: L'Église a rendu un hommage aux victimes d'abus sexuels par des prêtres

Belgio

AFP - L'Express
L'Église catholique de Belgique a participé samedi à une "journée de reconnaissance" pour les victimes d'abus sexuels commis par des prêtres, sept ans après un scandale de pédophilie retentissant au sein de l'institution. Une cérémonie publique a été organisée à la basilique nationale de Koekelberg, dans le nord de Bruxelles, dans le cadre de la "journée de reconnaissance" pour les victimes d'abus sexuels. 

At least 25 people were killed. Deadly blast hits near church in Egyptian city of Tanta

Deadly blast hits near church in Egyptian city of Tanta
alarabiya
At least 25 people were killed and dozens injured following a bombing near a church in Egypt's Tanta, north of Cairo, Al Arabiya News Channel reported on Sunday. The blast struck as Egypt's Coptic Christian community marked Palm Sunday. There was no immediate claim of responsibility and the cause of the blast was not yet known.

Egypt Coptic church blast 'kills at least 25' in Nile Delta


BBC
At least 25 people have been killed in an explosion at a church in northern Egypt, state media say. The blast targeted St George's Coptic church in the city of Tanta in the Nile Delta. A number of television channels said at least 40 people had been injured in the Palm Sunday attack. The cause of the explosion is not yet known but Egypt's Christian minority has often been targeted by Islamist militants in recent years.

Egypte: une bombe explose dans une église copte, au moins 25 morts


leparisien.fr
Au moins 25 personnes ont été tuées ce dimanche matin dans l'explosion d'une bombe à Tanta, au nord du Caire, alors que des Chrétiens célébraient le dimanche des Rameaux. Au moins 25 personnes ont été tuées ce dimanche matin dans l'explosion d'une bombe à l'église copte Mar Girgis de Tanta, une ville de 400 000 habitants située dans le delta du Nil, au nord du Caire. L'explosion s'est produite vers 10 heures alors que la communauté chrétienne copte célébrait le dimanche des Rameaux. 

“Gesù non è un profeta ‘new age’ ma un Messia che si fa servo”

Vaticano
Vatican Insider
(Salvatore Cernuzio) Il Papa alla messa della Domenica delle Palme: «Cristo è presente in chi oggi soffre per un lavoro da schiavi, per i drammi familiari, per le malattie, per le guerre e il terrorismo, a causa degli interessi che muovono le armi e le fanno colpire». «Un illuso che sparge illusioni»? «Un profeta “new age”»? «Un venditore di fumo»? Chi è il Gesù che viene accolto oggi a Gerusalemme, acclamato come un re? Non è niente di tutto questo, afferma Papa Francesco nella messa in piazza San Pietro per la Domenica delle Palme