lunedì 10 aprile 2017

Domani in Cdm anche manovra

 L'Esecutivo, secondo quanto si apprende da fonti di governo, sarebbe intenzionato a presentare domani in cdm tutto il pacchetto delle misure che vanno dal Def al piano nazionale delle riforme, fino alla manovra di correzione dei conti richiesta dall'Unione europea.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Manovra con sisma, crescita, enti locali

Sul tavolo del Consiglio dei ministri di domani arriveranno, molto probabilmente, sia il Def, accompagnato dal piano nazionale di riforme, sia la manovra di correzione dei conti pubblici che guarderà anche alla crescita.
    A confermarlo anche il direttore generale Finanze del ministero dell'Economia, Fabrizia Lapecorella.
    "Domani nel Cdm insieme al Def - ha detto - verrà approvato anche un articolato provvedimento che non solo conterrà la manovra di aggiustamento del deficit dello 0,2%, ma sarà integrato con misure a favore di interventi nei territori colpiti dal sisma, con misure che riguarderanno la finanza degli enti locali e misure di carattere espansivo per la crescita". Parlando al convegno "Scambi di informazioni fiscali e Voluntary Disclosure 2.0", Lapecorella ha sottolineato che "di colpo si è materializzato questo mostro di provvedimento".
ansa

80 anni Pressburger, confido in umanità

 "Ho una parte della mia natura assolutamente pessimista, ma alla fine i pessimisti sono i migliori ottimisti, perché si rendono conto che la realtà è difficile, e non corrono a sbattere con la testa contro il muro". Riassume con l'ANSA in una battuta la sua poetica e la sua visione del futuro Giorgio Pressburger, lo scrittore ungherese di nascita e triestino, 80 anni il 21 aprile, che festeggerà nel capoluogo giuliano.
    Una vita ricca di produzioni, dalla letteratura alla regia lirica, dalla politica alla direzione artistica di festival come il Mittelfest di Cividale. "Un bilancio personale assolutamente positivo - prosegue Pressburger - per me anche incredibilmente positivo, non ci avrei mai creduto che mi succedessero tutte le cose buone che ho fatto. Mi ritengo fortunato, certe volte mi sono ritrovato in mezzo a cose alle quali non avrei mai pensato, non mi rendevo conto di ciò che mi capitava". (ANSA).
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Sicurezza: massima attenzione a Pasqua

 Massima attenzione nella Capitale per le festività di Pasqua alla luce dell'allerta terrorismo e in particolare dopo i recentissimi attentati in Svezia e Egitto. Super sorvegliato il centro storico, con un rafforzamento dei controlli dei varchi di accesso in centro, sia per auto che per mezzi pesanti adibiti al carico e scarico merci, sia nelle zone in cui si svolgeranno gli eventi religiosi, come l'area del Colosseo in occasione della via Crucis di venerdì sera - quando la fermata della metri Colosseo sarà chiusa - e piazza San Pietro per la messa di domenica. Oggi in prefettura si è svolta una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza mentre in settimana ci sarà un Tavolo tecnico in Questura in cui verranno messi a punto nel dettaglio le misure di sicurezza per il fine settimana in cui nella Capitale è previsto l'arrivo di numerosi turisti. Presidiati, per questo, anche aeroporti, porti e stazioni.
ansa

Consip, falso in intercettazione T.Renzi

Il capitano del Noe carabinieri Giampaolo Scafarto è indagato dalla procura di Roma per falso come autore di un'informativa dell'inchiesta Consip in cui da un lato avrebbe accreditato erroneamente la presenza dei servizi segreti durante l'indagine e dall'altro attribuito ad Alfredo Romeo e non a Italo Bocchino la frase intercettata che recita "(Tiziano)...Renzi l'ultima volta che l'ho incontrato". "Questa frase - scrisse Scafarto - assume straordinario valore e consente di inchiodare alle sue responsabilità il Renzi Tiziano in quanto dimostra che effettivamente il Romeo e il Renzi si siano incontrati (circostanza, questa, che verrà riferita a verbale da Alfredo Mazzei sentito il 2 gennaio 2017), atteso che il Romeo ha sempre cercato di conoscere Renzi Matteo senza pero' riuscirvi". "Tale affermazione - scrivono i pm di Roma - era stata proferita da Bocchino come peraltro correttamente riportato sia nel sunto sia nella trascrizione". Oggi Scafarto si è avvalso della facoltà di non rispondere.
   ansa

Le Chiese fanno i conti con il calo delle vocazioni ora spazio ai preti sposati

La Stampa di Torino pubblica dati della provincia di Cuneo... (ndr)

Sacerdoti più che dimezzati da inizio ‘900, ogni 20 decessi ci sono circa un paio di nuove ordinazioni e chi è in servizio ha un’età media che si aggira tra i 65 e i 72 anni. È la fotografia della situazione provinciale, che rispecchia quella nazionale, e rende «disperato», come lui stesso ha dichiarato, Papa Francesco. 
Il Pontefice parla di: «Monasteri grandi e vuoti, suore e preti vecchietti». In provincia di Cuneo, terra che storicamente ha dato i natali a molti sacerdoti e suore diventati anche protagonisti di primo livello del mondo religioso internazionale, il calo delle vocazioni sembra ancora più vorticosamente in picchiata rispetto al resto d’Italia. Inizialmente, la Granda pareva andare controtendenza, ma ultimamente la situazione è precipitata. Il saldo tra preti defunti e ordinati è negativo: -90%. 
In provincia (5 diocesi: Cuneo, Fossano, Saluzzo, Mondovì, Alba; Savigliano e Bra fanno capo a Torino) le parrocchie sono 540 i sacerdoti 497 (tra parroci e «incardinati», cioè a servizio della diocesi di riferimento). 
La maggior parte dei parroci deve dividersi tra 2, ma a volte anche 3 o 4 (quando si tratta di zone di montagna o piccole frazioni) parrocchie. E poi ci sono i casi delle due o tre chiese parrocchiali amministrate da un sacerdote, che ne ha almeno un’altra (quella principale) in carico, ma dove, anche per sovrapposizioni di orari, le messe vengono celebrate da preti in pensione. 

ETÀ AVANZATA  
Molti parroci hanno superato da un pezzo gli 80 anni (in un caso addirittura c’è un sacerdote, ancora attivo che di anni ne ha ben 84) e, mentre tutti gli altri lavoratori, alla stessa età, sono in pensione da tempo, loro continuano a officiare celebrazioni, ascoltare fedeli, macinare chilometri per spostarsi da una parrocchia all’altra e svolgere tutti quei compiti che una comunità parrocchiale richiede. «Si stima che, nei prossimi 10 anni, diminuiranno del 40% i sacerdoti sotto i 75 anni, cioè l’età canonica in cui possono andare a riposo, cioè in pensione – spiegano dalla diocesi di Cuneo -. Dall’altra, le ordinazioni di giovani uomini nati, ad esempio, negli anni Ottanta, quando va bene sono una all’anno. Ad oggi solo il 60% dei parroci cuneesi è sotto i 75 anni». 
Un ricambio generazionale che non c’è proprio più. Fino a 60 anni fa, i nuovi preti erano almeno 6-7 all’anno e, in alcuni casi, ogni mese ne veniva ordinato uno. Oggi, nelle diverse diocesi, quando c’è un fedele che scopre di avere la vocazione e inizia il cammino per diventare sacerdote, sembra un piccolo «miracolo», anche quando si tratta di un uomo adulto. 
I Seminari cuneesi un tempo raccoglievano, soprattutto dalle campagne, molti giovani che «provavano a studiare da prete». Per diverse famiglie era, infatti, l’unico modo per dare una possibilità di cultura ai figli. E si mobilitava tutto la comunità. Gli anziani raccontano che la «delegata», cioè la donna incaricata di raccogliere le offerte da diverse famiglie, ogni mese pagava la retta in seminario di uno dei ragazzi del posto. Una strada che, per molti giovani, rappresentava anche un futuro sicuro.  
SEMINARIO  
Oggi, in tutta la Granda, di seminari n’è rimasto solo uno: quello interdiocesano di Fossano. In quest’anno scolastico gli iscritti, di diverse età, sono 7. «Sempre di meno –affermano dal seminario –anno dopo anno». Dai dati della diocesi di Cuneo, quando il seminario del capoluogo della Granda accoglieva solo i seminaristi cuneesi, i chierici erano, nel 1901, 159. 
«Il calo delle vocazioni – spiegano dalla diocesi di Torino-Bra - è, per chi lo vive da dentro la Chiesa, più in generale un calo della fede. Le cause sono molteplici: il benessere economico, la secolarizzazione, la presa di coscienza tardiva, da parte della Chiesa, dei cambiamenti in atto nella società». Ma ci sono anche alcuni religiosi e religiose che, in silenzio, lasciano l’abito perché hanno deciso di sposarsi. Nel mondo ogni anno, oltre 2.000 religiosi (dati del Vaticano) abbandonano la vita consacrata. Un numero che Papa Francesco ha definito «un’emorragia». 

LE STATISTICHE  
Bra (nella diocesi di Torino): 9 parrocchie e 6 sacerdoti. Diocesi di Cuneo: 82 parrocchie e 108 sacerdoti. Diocesi di Fossano: 33 parrocchie e 44 sacerdoti. Savigliano (nella diocesi di Torino): 4 (+3 amministrate) parrocchie e 3 parroci. Diocesi di Saluzzo: 91 parrocchie e 108 sacerdoti. Diocesi di Mondovì (che comprende anche parte del territorio dell’entroterra savonese) 192 parrocchie e 108 sacerdoti. Diocesi di Alba 126 parrocchie e 133 sacerdoti. 
In tutto nella Granda contiamo 540 parrocchie e 497 parroci: dunque neppure un sacerdote per comunità. 

Regioni: da Consigli 42 concerti per promuovere la pace

La Presidente dell'Assemblea legislativa dell'Umbria, Donatella Porzi, ha presentato alla Conferenza dei Presidenti, durante l'ultima Assemblea plenaria, il progetto "Una bacchetta per la Pace, una serie di 42 concerti per promuovere la cultura della Pace". 

L'Assemblea ha accolto favorevolmente la proposta di sostenere il progetto, nato dalla collaborazione tra "Il Centro per la Pace fra i Popoli di Assisi", "Assisi Suono Sacro", la Presidenza dell'Assemblea Regionale dell'Umbria e il Comune di Assisi. Ogni tappa di questo tour coinvolgerà, oltre agli stessi musicisti, Enti pubblici, Associazioni, Istituzioni e tutte le realtà pubbliche e private sensibili all'argomento. (ANSA).

Brasile: 17enne ucciso dopo derby Bahia

Un tifoso di 17 anni del Bahia, identificato dalla polizia come Carlos Henrique Santos de Deus, è morto la notte scorsa a Salvador, in Brasile, al termine del derby tra Bahia e Vitoria, che ha portato all'arresto di almeno 45 persone coinvolte in scontri dentro lo stadio. Secondo la Segreteria di pubblica sicurezza statale, il giovane sarebbe stato colpito da un proiettile nei dintorni dell'Arena Fonte Nova. Un altro tifoso del Bahia, Isaias Souza Santos, è rimasto ferito da un colpo di arma da fuoco e trasportato in ospedale.
ansa

Champions: Juve domani favorita

 Quotisti prudenti, scommettitori più decisi: gli uni e gli altri, comunque, alla vigilia di Juventus-Barcellona, puntano sul bianconero. Le quote Snai offrono il segno '1' a 2,55 ed è l'esito più probabile, mentre il '2' blaugrana vale un po' di più, 2,80, e il pari ha la quota più alta '3.30'. Energico il flusso delle giocate in favore dei bianconeri, che si attestano al 68% contro il 24% per gli ospiti. Minimale, 8%, l'adesione al pareggio. Se la Juve è favorita domani, le quote sul passaggio del turno sorridono ancora al Barça, con scarto non abissale ma comunque piuttosto netto: 1,55 contro 2,30.
ansa

Lega: ok congresso 21/5.Primarie 14/5

Il Consiglio federale della Lega Nord ha approvato l'indizione del Congresso federale per il 21 maggio, come da proposta del segretario Matteo Salvini formulata la scorsa settimana. Solo il presidente Umberto Bossi, a quanto si è appreso, ha votato contro. La riunione odierna del Federale era chiamata ad approvare il regolamento del congresso, che sarà preceduto da primarie tra i candidati una settimana prima, il 14 maggio. Le primarie - ha commentato il leader leghista Matteo Salvini - saranno "una bellissima occasione di partecipazione, di ascolto, di proposte per il futuro e di democrazia non solo virtuale come per i grillini ma che coinvolger
ansa

Appalto bar Palagiustizia Torino, arresti

Otto ordini di custodia cautelare sono stati disposti a Torino in un'inchiesta sull'appalto per il bar interno al PalaGiustizia. L'operazione è stata eseguita dalla guardia di finanza. La procura procede per corruzione, turbativa d'asta e truffa aggravata ai danni del Comune.
    Una delle misure non è ancora stata eseguita. Gli arrestati sono l'amministratore unico e due amministratori occulti dell'azienda che si aggiudicò la gara d'appalto, un dipendente del Comune di Torino, un commercialista di Modena e due intermediari. Il bar ha chiuso nel giugno 2016, a sei mesi dall'affidamento degli spazi, per il mancato pagamento dei canoni d'affitto. Ad aggiudicarsi la gara fu la Services Companies di Verona per 205 mila euro l'anno su base d'asta di 130 mila. Secondo l'accusa, figura chiave della vicenda è uno degli amministratori occulti della società, pregiudicato per reati di mafia: sarebbe riuscito a pilotare l'appalto - insieme a dei complici - grazie anche alla corruzione di un dipendente comunale.
   ansa

Borsa: Milano chiude in calo (-0,48%)

Chiusura in ribasso per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in calo dello 0,48% a 20.202 punti.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vaticano Biotecnologie, il Papa: “Non sia il potere economico a decidere”


Vatican Insider 

(Iacopo Scaramuzzi) Udienza al comitato del Governo italiano per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita: «Prevenire un uso distorto della capacità di manipolare la vita» -- Quando «l’intreccio tra potere tecnologico e potere economico si fa più stretto, allora gli interessi possono condizionare gli stili di vita 

Le Vatican affirme que le pape François maintiendra son voyage en Égypte

La Croix
(Nicolas Senèze) Pour Mgr Angelo Becciu, substitut de la Secrétairerie d’État, les attentats commis dimanche 9 avril contre des églises coptes « ne peuvent empêcher la mission de paix du pape ». Le substitut de la Secrétairerie d’État, Mgr Angelo Becciu, a affirmé dimanche 9 avril au quotidien italien Corriere della Sera que le double attentat contre des églises coptes en Égypte, le même jour, était « une attaque contre la paix » mais que cela « n’arrêtera pas le pape » qui doit se rendre dans le pays les 28 et 29 avril prochains.

Egitto Unanime la condanna dei rappresentanti religiosi. La violenza è debolezza


L'Osservatore Romano 
Atti che «non danneggeranno l’unità di questo popolo e la sua coesione. Gli egiziani sono uniti di fronte al terrorismo fino a quando sarà sradicato»: ha risposto con queste parole il patriarca della Chiesa ortodossa copta, Teodoro (Tawadros) II, al primo ministro egiziano Sherif Ismail Mohamed che lo ha chiamato per presentargli le sue condoglianze dopo gli attentati contro le chiese di San Giorgio a Tanta e di San Marco ad Alessandria.
Le foto di Teodoro, seduto, affranto, dopo l’esplosione ad Alessandria — il patriarca aveva appena finito di celebrare la liturgia per la Domenica delle palme — sono una delle immagini più simboliche del dolore che ha scosso il mondo dopo l’ennesimo, vile attentato contro la più grande comunità cristiana del Vicino oriente (otto milioni di persone, il dieci per cento della popolazione egiziana).

Cina Scomparso da 4 giorni mons. Guo Xijin, vescovo sotterraneo di Mindong


AsiaNews 

(Wang Zhicheng) È stato sequestrato dopo una visita all’Ufficio affari religiosi di Fuan. La Pubblica sicurezza lo ha portato in un luogo sconosciuto per farlo “studiare e imparare”. I fedeli pensano che essi vogliano costringerlo a iscriversi all’Associazione patriottica. Al suo rifiuto, è forse possibile che gli proibiscano di ritornare in diocesi. Demolita una chiesa cattolica a Fuan.

Papa conferma ai superiori francescani il suo viaggio in Egitto

Radio Vaticana
Il Papa è tornato stamani col pensiero e la preghiera alle vittime degli attentati di ieri contro la comunità copta d’Egitto, ricevendo in Vaticano i ministri generali degli Ordini Francescani di tutto il mondo. Il servizio di Giada Aquilino: Ancora una prova di vicinanza da parte di Papa Francesco alla comunità copta d’Egitto. Il Pontefice è tornato su quanto successo a Tanta e Alessandria, ma anche sulla crisi in Siria, incontrando i frati che oggi predicano il carisma di San Francesco pure nei luoghi dove la pace non c’è

Perugia, monito del cardinale Bassetti: “Subito soluzioni per i terremotati”

La Notizia Quotidiana 
Le istituzioni intervengano per “mettere in atto tutti gli ammortizzatori necessari per far ripartire la vita della gente”. In un messaggio in occasione della Domenica delle Palme l’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, Cardinale Gualtiero Bassetti sollecita un intervento nelle zone terremotate “Condivido la preoccupazione dei nostri terremotati della Valnerina, i quali più che di visite e parole hanno bisogno di una rapida soluzione dei loro problemi” ha detto, soffermandosi sulla difficile situazione sociale di Perugia e dell’Umbria, “aggravata dal recente terremoto con i suoi danni indiretti.

Attentati Egitto: Cei, “non tramonti mai la speranza in un domani di pace”


 SIR 

“Non tramonti mai, in noi e in nessun uomo di fede autentica, la speranza in un domani di pace”. Lo scrivono in un messaggio ai “fratelli e sorelle” della comunità copta monsignor Ambrogio Spreafico, vescovo di Frosinone e presidente della Commissione episcopale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della Cei, e don Cristiano Bettega, direttore dell’Ufficio Cei l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, all’indomani degli attacchi terroristici nelle chiese di Tanta e Alessandria.

En Haïti, le drame des prisonniers menacés de malnutrition


Radio Vaticana 

Entretien – 21 détenus sont morts de malnutrition au mois de février 2017 au sein du pénitencier national de Port-au-Prince, la principale prison d’Haïti. Ces prisonniers ont rejoint dans la fosse commune plusieurs dizaines d’autres décédés des mêmes causes au cours des mois précédents. Dans cet établissement surpeuplé, qui accueille 4000 détenus pour 700 places, l’accès à la nourriture est un problème récurrent. D’autres prisons du pays, comme celle des Cayes, sont également concernées par ce problème d’approvisionnement.

Vaticano Muolo: Benedetto XVI, Papa del coraggio e del dialogo con tutti


Radio Vaticana
"Il Papa del coraggio". E' il titolo dell'ultimo volume del vaticanista di Avvenire, Mimmo Muolo, dedicato a Benedetto XVI in uscita in questi giorni - per le edizioni Ancora - in occasione del 90.mo compleanno di Joseph Ratzinger. Nella prefazione al libro, l'arcivescovo Rino Fisichella sottolinea che il Papa emerito "ha posto dinanzi a noi il dramma della sua esistenza come uomo e come credente, come professore e come Papa" e che "le domande che ha provocato non sono rimaste senza risposta".

P.A: Nicotra (Anci),serve turn over al 75% in dl enti locali


 "I dati allarmanti diffusi anche da Fp Cgil sulla drastica riduzione del personale dei Comuni confermano quanto Anci dice ormai da tempo e l'assoluta necessità di dare una risposta alla nostra richiesta di sbloccare il turn over al 75%, con un provvedimento da veicolare nel decreto Enti locali". Lo afferma il segretario generale dell'Anci, Veronica Nicotra. 

"Questi numeri preoccupanti producono effetti evidenti sull'organizzazione: da un lato l'invecchiamento della popolazione lavorativa, dall'altro la difficoltà o a volte l'impossibilità di acquisire le professionalità necessarie e non fungibili internamente. I più recenti dati censiti dalla Ragioneria Generale attraverso il Conto annuale - spiega Nicotra 

- testimoniano che nei Comuni meno di un dirigente ogni cento ha
un'età inferiore ai 40 anni, mentre oltre sette dirigenti su 10 hanno più di 50 anni. Molte amministrazioni - aggiunge il segretario generale dell'Anci - non sono in condizione di sostituire il ragioniere, il responsabile dell'ufficio tecnico, il comandante della polizia municipale, e le vacanze di organico devono essere gestite con soluzioni per lo più provvisorie e non sempre ottimali. I sindaci - conclude Nicotra - non chiedono di ampliare la spesa di personale, che rimane governata da regole severe e stringenti, ma solo di poter sostituire le risorse che cessano dal servizio - in tal modo rigenerando le risorse umane con personale più giovane - e di avere personale per garantire servizi ai cittadini. Perché questo è ciò che fanno i Comuni: erogano servizi. Ricordiamolo sempre".

 (ANSA).

Piogge al Centro-Nord, Pasqua all'insegna dell'instabilità


Festività pasquali all'insegna dell'instabilità secondo le prime indicazioni fornite dai meteorologi del Centro Epson Meteo-Meteo.it. La variabilità potrebbe infatti essere il leit-motiv della prossima Pasqua e del Lunedì dell'Angelo, con locali e improvvisi acquazzoni soprattutto al CentroNord. Non mancheranno fasi soleggiate, mentre le temperature, anche oggi superiori alla media stagionale, si dovrebbero riportare nei valori più consoni al periodo. L'evoluzione per Pasqua e Pasquetta, sottolineano gli esperti, "non è ancora ben delineata. La cautela è d'obbligo, data la grande variabilità tipica della primavera". Al momento, precisano, "si profila un sabato caratterizzato dal rapido passaggio di una debole nuvolosità al Centronord, associato a precipitazioni più probabili nelle zone montuose. Per la giornata di Pasqua il tempo potrebbe risultare maggiormente variabile, con alternanza tra momenti soleggiati e qualche improvviso acquazzone, tra il Nordest e il Centrosud e più soleggiato al Nordovest. Una certa variabilità potrebbe caratterizzare anche la giornata di Pasquetta". 

La nuova settimana, intanto, si è aperta con il dominio dell'alta pressione. Qualche cambiamento, precisano i meteorologi, è atteso domani, quando la coda di una perturbazione favorirà una breve fase instabile al Nord, principalmente al Nordest, e in molte zone interne del Centro. Già mercoledì e probabilmente fino a sabato - notano - si torneremo ad un tempo più asciutto e decisamente caldo per il periodo con temperature ancora per lo più tra 20 e 25 gradi". (ANSA).

Francia: morto scialpinista italiano su massiccio Ecrins

 Uno scialpinista piemontese di 59 anni è morto domenica mattina a seguito di un incidente sulle Alpi francesi. La notizia si è appresa solo oggi. Poco dopo mezzogiorno l'uomo, con un amico, stava scendendo la parete Nord del Pic du Casset (3.176 metri di quota), nel massiccio des Ecrins, quando è caduto per un dislivello di circa 1.000 metri. "Sono finiti in un canale che a un certo punto si restringe, due o tre metri al massimo. In quel punto uno ha urtato con gli sci le rocce sul bordo, ha perso l'equilibrio ed caduto, iniziando a rotolare lungo il versante", spiega all'ANSA un portavoce del Pghm di Briancon. "L'altro sciatore, dietro di lui, è finito sopra uno sci che la vittima aveva appena perso. In quel momento ha sentito le urla e ha visto la caduta, quindi ha dato l'allarme", aggiunge il gendarme. "L'incidente - sottolinea - è avvenuto a 2.800 metri, abbiamo recuperato il corpo a 1.800-2.000 metri: era arrivato in fondo alla parete. L'amico, illeso, invece era fermo a metà del canale". (ANSA).

Concessioni balneari: Costa, niente proroga nè aste


"Concessioni balneari e periodo transitorio? In molti chiedono una proroga di trent'anni. Ma la Corte di Giustizia ha detto che è illegittima una proroga sino al 2020". Così il ministro degli Affari regionali Enrico Costa a margine di un incontro a Cagliari promosso da Confcommercio. "Il periodo transitorio è un'altra questione - ha spiegato - serve a mettere in piedi una nuova struttura organizzativa e amministrativa legata a una riforma organica". Concessioni all'asta oppure no? 

"Secondo quello che c'è scritto nel disegno di legge delega, che può essere modificato, non entrerebbe in vigore la nuova disciplina. Quindi no, niente concessioni all'asta", ha chiarito il ministro. (ANSA).

Turismo: in lieve calo fiducia viaggiatori, pesa la Brexit

 L'indice di fiducia dei viaggiatori italiani scende leggermente nel mese di marzo con un valore pari a 63 punti. Il risultato - emerge dalla rilevazione mensile di Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l'Istituto Piepoli - è sempre nella fascia della sufficienza e registra una sostanziale stabilità. Il valore passa infatti da 62 punti nel mese di marzo del 2015 a 63 punti nel 2016 e nel 2017. 

"Le incertezze dovute alla Brexit - commenta il presidente di Confturismo-Confcommercio Luca Patanè - non sono da sottovalutare, ma il settore turistico continua ad essere in territorio positivo e a spingere l'economia nazionale". L'indagine demoscopica evidenzia che per oltre un terzo degli Italiani la Brexit provocherà una diminuzione della stabilità economico-politica all'interno dell'Unione Europea, con chiare conseguenze anche per il nostro Paese. 

Sono i giovani che mostrano un minore scetticismo rispetto alla situazione economica italiana, gli stessi che indicano come loro meta preferita gli Stati Uniti. Infatti, nella categoria tra 18 e 34 anni, quasi uno su quattro vorrebbe visitare questa destinazione nel corso del 2017. 

Per i nostri connazionali l'Italia continua a rimanere la meta preferita. Quasi quattro su cinque hanno intenzione di restare nel Paese per trascorrere le proprie vacanze. Toscana, Lazio ed Emilia Romagna sono in cima alle preferenze nel prossimo trimestre, seguite da Puglia e Campania. Per le tre prime destinazioni la motivazione principale di viaggio è quella culturale-artistica. 

Per i prossimi mesi si prevedono vacanze relativamente corte, in media 3,6 notti per viaggio, in leggera crescita rispetto allo stesso mese del 2016. Fra gli italiani che viaggeranno nel prossimo trimestre quasi 6 su 10 trascorreranno fuori casa 3 notti o più. 

Dalla rilevazione emerge anche che oltre un italiano su due è influenzato dal fattore eco-sostenibile sia quando sceglie la propria meta di viaggio sia per l'individuazione del mezzo di spostamento e della struttura ricettiva. (ANSA).

Nel 2015 diminuita aspettativa di vita italiani

In Italia, al 2015, la speranza di vita alla nascita è più bassa di 0,2 anni negli uomini e di 0,4 anni nelle donne rispetto al 2014, attestandosi, rispettivamente, a 80,1 anni e a 84,6 anni. La diminuzione dell'aspettativa di vita degli italiani è registrata dal Rapporto Osservasalute 2016, presentato oggi. "La distanza della durata media della vita di donne e uomini si sta sempre più riducendo anche se, comunque, è ancora fortemente a favore delle donne (+4,5 anni nel 2015 contro +4,9 anni nel 2011). (ANSA).

MORTO A 95 ANNI CARLO RIVA, PATRON DEI MOTOSCAFI DI LUSSO

PIONIERE NAUTICA MONDIALE ERA NELLA SUA CASA NEL BERGAMASCO E' morto questa mattina, nella sua casa di Sarnico, l'ingegner Carlo Riva, pioniere della nautica mondiale e patron della società di costruzione dei famosi motoscafi di lusso che porta il suo cognome. Aveva 95 anni. (ANSA).

MOSCA RILASCIA NAVALNI. 'LIBERO GRAZIE A CHI HA PROTESTATO'

ERA STATO CONDANNATO a 14 GIORNI DI ARRESTO AMMINISTRATIVO Alexei Navalni è stato rilasciato dalle autorità di Mosca. "Sono estremamente felice di essere di nuovo con voi, un altro arresto è terminato", ha detto il blogger e oppositore di Putin in un post sul suo sito. "Ringrazio chi è sceso in piazza a protestare: ho incontrato nel cortile della prigione, nell'ora d'aria, chi è stato fermato alle manifestazioni e mi hanno detto che intendono partecipare sicuramente alle nuove azioni". Navalni era stato condannato a 14 giorni di arresto amministrativo per aver organizzato le manifestazioni non autorizzate del 26 marzo. 

ansa

CAMBIAMENTI CLIMATICI, STOP USA ALL'INTESA DEL G7 ENERGIA

CALENDA, 'L'AMMINISTRAZIONE STA RIVEDENDO LE SUE POSIZIONI' Il G7 energia di Roma si è concluso senza una dichiarazione congiunta. Il ministro dello Sviluppo Carlo Calenda ha speigato che "non è stato possibile firmare una dichiarazione congiunta su tutti i punti" dal momento che "l'amministrazione Usa si trova in un processo di revisione" della politica energetica, in particolare sul tema del climate change e dell'accordo di Parigi. Calenda ha aggiunto tuttavia che con gli Usa "non ci sono frizioni, il dibattito è costruttivo". 
ansa

Arriva Nella, principessa cavaliere che non aspetta il principe azzurro

ansa
Un'erede al trono, moderna e anticonvenzionale capace di togliersi i vestiti vaporosi per combattere in armatura e spada contro le ingiustizie. E' la protagonista di 'Nella, la principessa coraggiosa', nuova serie animata che debutterà a giugno su NickJr, presentata a Cartoons on the bay, il festival internazionale dell'animazione cross-mediale e della Tv per Ragazzi, promosso da Rai, in corso  a Torino.
    ''E' bello lanciare messaggi positivi - ha spiegato Cecilia Padula, senior director del network Nickelodeon -. E' una storia di empowerment, attraverso un'eroina che vuole favorire nelle nuove generazioni con accrescimento dell'autostima''.
Nella è una principessa non convenzionale di 8 anni che ama ballare tanto quanto incontrare draghi sputafuoco. Possiede le qualità reali di una principessa, come la compassione e la grazia, ma anche il coraggio e la determinazione di un cavaliere coraggioso. Ogni volta che si presenta un problema, Nella si imbarca in avventurose missioni per salvare il regno attraverso la sua capacità unica di trasformarsi da una Principessa ad una Principessa Cavaliere. Nelle sue missioni ha spesso bisogno dell’aiuto dei suoi amici: Trinket, l’unicorno super glamour, Sir Garrett, un cavaliere leale e avventuroso, e Clod, il fidato destriero di Garrett.
La nuova serie animata aiuta i piccoli telespettatori a sviluppare la fiducia in se stessi, la disponibilità e la comprensione verso gli altri. Nella rappresenta appieno la sua generazion è infatti coraggiosa, determinata, positiva, crede in sé stessa ed è inclusiva. La positività è l’approccio alla vita dei bambini di oggi, la loro strategia in questi tempi di incertezza, che li aiuta ad affrontare preoccupazioni e dubbi. Come loro, anche Nella è pronta a combattere per le cose che davvero contano: è fiduciosa e crede in sé stessa, nella famiglia e nel futuro. Nella è autentica, empatica e open minded, è in tutto per tutto un’eroina dei nostri giorni, rispecchia le caratteristiche dei bambini e delle famiglie celebrando la diversità come ricchezza. Nella è dunque, una principessa nuova, moderna, unica a cui si affezioneranno bambini e bambine.
Per Rai Ragazzi, ha da poco debuttato 'Yo Yo' dedicato ai due gemellini già beniamini del canale per i più piccoli Rai Yoyo, e dal 1 aprile sono arrivati i nuovi episodi di Peppa Pig. Mentre su Rai Gulp ha appena esordito 'Seven & Me', progetto internazionale di animazione e live action, di cui è protagonista Snow, bambina di 10 anni, socievole e amante della musica, che un giorno si vede recapitare i Sette nani. Inoltre dall'8 maggio approderà sul canale il terzo arco di Sailor Moon Crystal, in un doppio appuntamento. Tra le altre novità presentate al festival, dai canali tematici, c'è il ritorno sostanzioso su Disney Channel, dell'animazione, ad esempio con una nuova serie di Duck tales, che avrà per protagonista un Paperon De Paperoni più positivo e in stile Indiana Jones. Al debutto, sempre targate Disney, anche le serie su Rapunzel e Big hero 6. Per quanto riguarda invece il successo internazionale (realizzato con Rai) Alex & co, arriveranno quattro nuove puntate speciali a giugno che concluderanno la serie e in autunno uno spin-off in 17 episodi girato in inglese, ''per conquistare anche il pubblico dei territori anglofoni'' ha spiegato Elizabeth De Grassi, programming director di Disney Channels Italy.
    Invece su Cartoon Network debutterà Mighty Magiswords, serie multipiattaforma (è nata sul web), che ha per protagonisti i giovani Prometeus e Vambre, il cui unico obiettivo è collezionare tutte le Magiswords, le spade magiche sparse per il mondo.

Prostituta uccisa, fermato 42enne

(ANSA) - MILANO, 10 APR - Un italiano di 42 anni è stato fermato dalla Polizia di Lodi con l'accusa di avere ucciso una prostituta colombiana di 65 anni trovata ieri mattina nel suo bilocale in via Aldo Moro a Lodi. Le indagini si sono concentrate sulle ultime chiamate che la donna aveva ricevuto sui suoi telefonini e, dopo avere interrogato una quindicina di persone, il 42enne è stato fermato.

A Concertone Gabbani, Meta, Brunori Sas Ci saranno anche Bennato, Samuel, Planet Funk, Luci Centrale



(ANSA) - ROMA, 10 APR - Edoardo Bennato, Planet Funk, Brunori Sas, Bombino, Ara Malikian, Ermal Meta, Francesco Gabbani, Samuel, Le Luci della Centrale Elettrica ed Ex-Otago: sono i primi nomi annunciati per il tradizionale Concerto del Primo Maggio a Roma, in piazza San Giovanni, organizzato da iCompany e Ruvido Produzioni e promosso da Cgil, Cisl e Uil.
    Si avvia intanto alla terza fase di valutazione il contest 1M Next: 12 i finalisti che sono stati votati e selezionati dalle giurie di qualità e popolare e che si contenderanno i 3 posti sul palco del Concertone nelle finali nazionali che si terranno a Roma, al Contestaccio, il 21, 22 e 23 aprile. Il vincitore sarà proclamato, in diretta tv, dal palco.

Tempo: previsioni fino alle 24 di oggi

3bmeteo.com comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di oggi. Al Nord prevale il bel tempo salvo qualche nube su Nordest e Liguria e cumuli pomeridiani sulla dorsale emiliana con isolati piovaschi. Temperature stabili, massime tra 20 e 24. Al Centro tempo stabile e soleggiato su tutte le regioni, ma nel pomeriggio cumuli in formazione sulla dorsale abruzzese con locali piovaschi. Temperature stazionarie, massime tra 18 e 23. Al Sud condizioni anticicloniche con tempo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, al più velato sulla Sicilia. Temperature stabili, massime tra 17 e 20 (ANSA)

Vinitaly: Coldiretti, in vigna 1,3 mln di posti di lavoro


Nel 2016 si stima il vino abbia offerto durante il 2016 opportunità di lavoro ad un milione e trecentomila persone. E' quanto emerge dalla prima analisi della Coldiretti al Vinitaly. In particolare, con un totale di 19,4 milioni di ore impiegate all'anno in provincia di Chieti è il Montepulciano d'Abruzzo Doc il vino italiano che dà più lavoro a livello locale, davanti al Puglia Igt con 16,5 milioni nella provincia di Foggia e alla Doc Sicilia con 16 milioni di giornate in quella di Trapani. 

Lo studio evidenzia, sottolinea la Coldiretti, il ruolo del settore vitivinicolo per l'economia e il lavoro nel Mezzogiorno, ma l'impatto occupazionale è rilevante anche al Nord. Al quarto posto - continua la Coldiretti - si piazza il lombardo Oltrepò Pavese Doc, con 14,2 milioni di ore di lavoro, davanti a un "collega" del Piemonte l'Asti Docg per produrre il quale ne servono "solo" 13,4 milioni insieme al Barbera d'Asti. Al sesto posto - precisa la Coldiretti - il pregiato Amarone della Valpolicella Docg con 13,1 milioni di ore a Verona dove pesa anche il Soave Docg seguiti da un altro gioiello della regione che ospita il Vinitaly, il Prosecco Docg con 12,9 milioni di ore a Treviso. Ci sono poi i piemontesi Barolo Docg, Barbaresco Docg, Langhe Doc e Roero Docg a Cuneo (12,4 milioni di ore), il Gavi Docg ad Alessandria (10,9 milioni di ore), mentre a chiudere è il Castel Del Monte Doc pugliese, con 9,4 milioni di ore lavorate nella provincia di Bari dove di rilievo c'è anche il Puglia Igt. "Il settore del vino dimostra più di altri che l'agricoltura è in grado di offrire opportunità di lavoro, anche a chi vuole integrare il proprio reddito", ha affermato il Presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel denunciare che "la prima vendemmia senza voucher rischia però di far perdere 25mila posti di lavoro''. (ANSA).

Sicurezza: Gabrielli, delitti in calo 8,6% ma gente smarrita


Nel 2016 c'è stato un calo della delittuosità dell'8,6%, un trend che si è consolidato anche nei primi mesi del 2017. Ma nonostante ciò il reale stato della sicurezza "non coincide con la percezione di una comunità che si sente spesso smarrita e spaventata". Lo ha detto il capo della Polizia Franco Gabrielli nel suo discorso in occasione del 165esimo anniversario della nascita della Polizia, sottolineando che, proprio per questo, i poliziotti sono chiamati a "un maggiore impegno". 

"La nostra mission primaria - ha aggiunto - è la presenza sul territorio". (ANSA).

Di Matteo nuovo presidente Federgioco

(ANSA) - AOSTA, 10 APR - L'avvocato Giulio Di Matteo, amministratore unico del Casinò di Saint Vincent, è il nuovo presidente di Federgioco. E' stato eletto questa mattina durante l'Assemblea, a Venezia, per il rinnovo del Consiglio direttivo dell'associazione che riunisce le quattro case da gioco italiane. La vice presidenza è stata affidata ad Olmo Romeo, membro del cda del Casinò di Sanremo. Il nuovo Consiglio direttivo è inoltre formato da: Stefano Silvestri (vice dg Saint Vincent), Giancarlo Prestinoni (dg Sanremo), Carlo Pagan (ad Campione), Giampaolo Zarcone (Segretario Generale Comune di Campione d'Italia), Maurizio Salvalaio (presidente Casinò di Venezia), Alessandro Cattarossi (dg Casinò Venezia).

Meteo: Pasqua all'insegna dell'instabilità

Pasqua e Pasquetta all'insegna dell'instabilità con alternanza "tra locali acquazzoni e ampie fasi soleggiate" secondo le prime indicazioni per le prossime festività fornite dai meteorologi del Centro Epson Meteo-Meteo.it. "L'evoluzione - notano gli esperti - non è ancora ben delineata. La cautela è d'obbligo, data la grande variabilità tipica della primavera". 


Al momento, precisano, "si profila un sabato caratterizzato dal rapido passaggio di una debole nuvolosità al Centronord, associato a precipitazioni più probabili nelle zone montuose. Per la giornata di Pasqua il tempo potrebbe risultare maggiormente variabile, con alternanza tra momenti soleggiati e qualche improvviso acquazzone, tra il Nordest e il Centrosud e più soleggiato al Nordovest. Una certa variabilità - rilevano - potrebbe caratterizzare anche la giornata di Pasquetta". Per la settimana in corso che si è aperta con l'alta pressione protagonista, precisano i meteorologi di Meteo.it, "dopo una parentesi di maltempo prevista per domani che colpirà principalmente il Centronord, mercoledì si tornerà ad una fase di tempo più asciutto e decisamente caldo per il periodo con temperature fino a 25 gradi. (ANSA).

"Fueron a rezar a la Iglesia y encontraron la muerte"

Egitto
El Mundo 
Un doble atentado contra dos iglesias del norte de Egipto tiñó ayer domingo de sangre el Domingo de Ramos de la minoría cristiana copta. "Está todo destrozado. Los bancos de madera están hechos trizas. Los cuerpos se hallan esparcidos por toda la iglesia y el suelo está anegado de sangre. El altar desde el que el sacerdote dirigía la misa se ha evaporado", relató ayer Simon Samir, tras deambular entre los cadáveres de la Iglesia de San Jorge, en el centro de Tanta, una ciudad plantada en el corazón del delta del Nilo.

Jóvenes reciben en Roma la cruz y el ícono de la JMJ

La Estrella de Panamá
Una delegación de 25 jóvenes de las diócesis de Panamá, acompañada por un delegado de cada país de Centroamérica y México, recibió, de manos de sus pares polacos, la cruz y el ícono de la Jornada Mundial de la Juventud (JMJ) en la Plaza de San Pedro, en el Vaticano, luego de la misa del Domingo de Ramos, celebrada por el papa Francisco. La transición se inició el 5 de abril en Ciudad del Vaticano, durante el encuentro internacional ‘De Cracovia a Panamá-el Sínodo en Camino con los Jóvenes', donde se evaluó la anterior JMJ Cracovia 2016. 

Papa Francesco al Cairo, visita blindata. Papamobile chiusa: troppi rischi


Quotidiano.net
(Nina Fabrizio) Misure di sicurezza eccezionali per il viaggio di due giorni a fine mese. Egitto, bombe in due chise cristiane: è strage.  Si trasforma  ancora di più in un viaggio ad altissimo rischio quello di papa Francesco in Egitto a fine aprile, diciassette anni dopo la visita di Giovanni Paolo II, ultimo pontefice a essersi recato al Cairo. Le notizie del doppio attentato di ieri sono arrivate mentre Bergoglio stava celebrando la messa della Domenica delle Palme in piazza San Pietro davanti a 50mila fedeli e già poco 

Un nuovo ecumenismo per vincere il terrore

Italia

Corriere della Sera
(Andrea Riccardi) La domenica delle Palme è stata una giornata di sangue per i cristiani egiziani: una bomba nella Chiesa copta della grande città di Tanta e, successivamente, un attentatore suicida si è fatto esplodere fuori dalla cattedrale di San Marco di Alessandria. Daesh (Isis), è crudele e attento alla simbologia. Colpendo i copti egiziani, conferma la guerra ai cristiani nel mondo. Era già il terribile messaggio dello sgozzamento dei 21 operai copti in Libia nel 2015 sulle rive del Mediterraneo in cui, tra impressionanti effetti scenici, si inviava un messaggio ai «crociati copti» e ai cristiani del Nord.

Egitto Un canale umanitario per i copti


Il Mattino

(Massimo Introvigne) Gli attentati in due chiese in Egitto, a Tanta e Alessandria, non sono i più sanguinosi nella tormentata storia della minoranza cristiana egiziana ma hanno un valore simbolico eccezionale. Per la prima volta è stata colpita una chiesa, ad Alessandria, dove stava celebrando la Messa il capo stesso dei copti egiziani, il patriarca Tawadros II. 
E gli attentati si situano insieme in un tempo sacro per i cristiani, la domenica delle Palme, e in un tempo preciso per la politica e la diplomazia, tra il viaggio del presidente egiziano Al Sisi amico di Trump fin da prima che il magnate americano fosse eletto presidente negli Stati Uniti e la storica visita di papa Francesco in Egitto.

Vaticano Comunicato Elemosineria Apostolica. La “Lavanderia di Papa Francesco”


Sala stampa della Santa Sede 
E’ entrata in funzione oggi, lunedì 10 aprile, la “Lavanderia di Papa Francesco”. Si tratta di un servizio offerto gratuitamente alle persone più povere, in particolare a quelle senza fissa dimora, che potranno cosi lavare, asciugare e stirare i propri indumenti e coperte.

80.mo del bombardamento di Guernica, simbolo tragico della strage di civili in tutte le guerre, di ieri e di oggi

Spagna

(a cura Redazione "Il sismografo")

(Luis Badilla - Francesco Gagliano - ©copyright) I focolai della "Terza Guerra Mondiale a pezzetti" ci confermano sempre più un dato ormai già evidente da più di un secolo: nelle guerre più recenti le vittime sono state quasi sempre in maggioranza civili, in particolare bambini, donne e anziani. Anche nel caso della cosiddetta "guerra asimmetrica" cui assistiamo oggigiorno, che poi si risolve in una spirale ripugnante di attentati, sono i civili il target e le vittime principali, basti pensare agli ultimi bombardamenti con armi chimiche in Siria, dove i "bersagli strategici" continuano ad essere ospedali e altri luoghi dove si riuniscono innocenti.
Papa Francesco ha denunciato con fermezza e a più riprese quest'orrore e questa sua angoscia è stata presente ogniqualvolta ha parlato sulla tragedia siriana, che oggi appare agli occhi di tutti come un paradigma diventato un atroce assioma: vince una guerra chi fa strage di più civili. Pensando a questo dramma dell'uomo contemporaneo abbiamo voluto dedicare alcuni testi a una ricorrenza rilevante: l'80.mo del bombardamento di Guernica, città basca della Spagna rasa al suolo il 26 aprile 1937, assurta a simbolo del massacro di civili in ogni guerra, quelle del passato e le moltissime, piccole e grandi, che si combattono nei nostri giorni.
 
Che la guerra sia una componente onnipresente nella storia della specie umana è un dato di fatto sin dall'alba dei tempi. Non esisteepoca che non sia stata sconvolta da massacri e battaglie, eppure, fino al XX secolo, quest'ultime venivano condotte seguendo uno schema preciso, con poche varianti: gli eserciti "scendevano sul campo": si incontravano in un luogo preciso, magari si inseguivano, in luoghi prestabiliti, al di fuori della normale dimensione e realtà civile e sociale. La guerra veniva condotta fuori dalle città, luoghi preposti alla vita "normale" degli uomini.

La campagna jihadista contro i cristiani protetti da Al-Sisi


La Stampa 

(Rolla Scolari) Gli attentati che hanno colpito ieri due chiese in Egitto, uccidendo almeno 47 persone, arrivano dopo una serie di attacchi contro la minoranza cristiano-copta del Paese. Il complesso della cattedrale di Abbasseya, al Cairo, è stato a dicembre teatro di un attentato in cui sono morte 25 persone. Tra gennaio e febbraio, sette copti di al-Arish, cittadina impoverita del Sinai, sono stati uccisi. Queste violenze casa per casa, firmate Stato islamico come gli attacchi di ieri, hanno obbligato decine di famiglie cristiane alla fuga dalla penisola.

Muslim Egyptians donate blood to deadly church blast victims


Al Arabiya 

Egyptian men and women rushed to mosques in Tanta to donate blood for people injured in Sunday’s deadly blast, which struck the Coptic Christian Church earlier in the day. Mohammed Ahmad Hassan, a Tanta resident, said loudspeakers were used to call on people in the city to head to mosques and donate blood to help those injured by the attack. The call came bloods stocks at the hospitals were beginning to run out. 

Sobreviven pocos sacerdotes mayas


Diario La Verdad
En el marco de los festejos de la Semana Santa, rezadores mayas de Felipe Carrillo Puerto coincidieron en la importancia de transmitir a otras personas el conocimiento de la realización de ceremonias religiosas, debido a que hoy en día ya son pocos los que se dedican a esta encomienda. Silverio Pat Chan y Alfonso Ek Balam originarios de la comunidad de Señor, indicaron que muchas familias que aún continúan con la costumbre de realizar ceremonias religiosas en fechas conmemorativas como Semana Santa, Santos Patronos y a la Santa Cruz han manifestado su preocupación de lo difícil que es encontrar a un rezador que lleve a cabo la ceremonia.

Sisma: a Camerino l’incontro dei vescovi del Centro Italia con Errani


 Emmausonline 

(Francesca Cipolloni) Non possiamo permetterci ritardi o situazioni di stallo». Lo ha ribadito il Commissario straordinario alla ricostruzione Vasco Errani, incontrando ieri a Camerino i vescovi delle diocesi terremotate del Centro Italia. Alla presenza, tra gli altri, del cardinal Edoardo Menichelli (Ancona-Osimo) e dei vescovi Francesco Giovanni Brugnaro (Camerino-San Severino Marche), Carlo Bresciani (San Benedetto del Tronto), Giovanni D’Ercole (Ascoli Piceno), Stefano Russo (Fabriano-Matelica), Domenico Pompili (Rieti), Nazzareno Marconi (Macerata), l’incontro aveva lo scopo di fare il punto sulla situazione sul percorso di messa in sicurezza e ricostruzione dei beni ecclesiastici.

Egitto “I terroristi non fanno differenza tra musulmani e cristiani”

 La Stampa 
(Karima Moual) «E’ un attacco vile che ha colpito ancora una volta vite innocenti. Un crimine contro tutti gli egiziani». È la ferma condanna del Grande Imam di Al Azhar,Mohammad Al -Tayyeb - la massima autorità religiosa del mondo sunnita e guida dell’università di Al Azhar al Cairo - per il doppio attacco terroristico a ben due chiese egiziane, e a pochi giorni dall’attesa visita di Papa Francesco. «Grande solidarietà alla Chiesa egiziana e vive condoglianze a Papa Tawadros e ai cristiani d’Egitto - continua il Grande Imam - perché quello che è accaduto è stato un attacco codardo ad opera di un gruppo derelitto che si è macchiato di crimini che Allah rifiuta».

Egitto, portavoce Chiesa cattolica: gli attentati gettano un’ombra su Pasqua e visita del Papa

AsiaNews
P. Rafic Greiche sottolinea che i terroristi “stanno rubando la gioia della festa”. A dispetto di un clima di paura, ieri le chiese del Paese erano gremite di fedeli. Il governo dichiara lo stato di emergenza. Necessario rafforzare il lavoro dell’intelligence. E aggiunge: Difficile sapere quando, ma “ci saranno altri attacchi”

Grande Imam Al- Tayyeb: «il terrorismo non ha religione o patria»


(a cura redazione "Il sismografo") 

(FG) La condanna dei sanguinosi attentati che hanno colpito nuovamente la comunità cristiana copta d'Egitto è stata da subito unanime da parte di tutti i rappresentanti religiosi del paese. Già nelle prime ore il Grande Imam dell'università moschea di al-Azhar, la massima autorià dell'Islam sunnita, aveva espresso profondo cordoglio per questo ennesimo tributo di vite, pagato da parte di innocenti in un giorno così importante nella liturgia cristiana. 
Ora la stampa sta dando ampio risalto alla condanna che Al-Tayyeb ha lanciato contro coloro che avanzano una presunta motivazione religiosa dietro gli attenti di ieri; nelle paroledell'Imam infatti «quello che è accaduto è stato un attacco codardo ad opera di un gruppo derelitto che si è macchiato di crimini che Allah rifiuta».

L'Occidente deve seriamente rivedere il commercio delle armi


Vatican Insider
(Ettore Malnati) La Comunità internazionale impedisca l’acquisto del petrolio e la vendita di armamenti che alimentano il terrorismo. Gli attentati contro i fratelli cristiani copti hanno ulteriormente sconcertato gli animi già provati dalla strage di Stoccolma. Perché tanto odio? Perché provocare morte e terrore in persone raccolte per vivere momenti di preghiera e di fede? Perché rivendicare o colpire strumentalizzando il nome di Dio? Perché indottrinare all’odio uomini e donne contro altri uomini e donne, bambini ed anziani, chiamati infedeli perché seguono altra tradizione di fede?

His Holiness Patriarch Kirill’s condolences over terrorist attacks in Egypt


Russian Orthodox Church 

The Primate of the Russian Orthodox Church expressed condolences over the terrorist attacks in Egypt, in the cities of Tanta and Alexandria. The text of the message is given below. His Holiness TAWADROS II  Pope of Alexandria and Patriarch of the Holy See of St. Mark